Domenica 14 Agosto 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
nightmare-alley-728x140.jpg
Woman in Gold PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 27
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
mercoledì 14 ottobre 2015

Titolo: Woman in Gold
Titolo originale: Woman in Gold
USA, Regno Unito 2015 Regia di: Simon Curtis Genere: Drammatico Durata: 109'
Interpreti: Ryan Reynolds, Helen Mirren, Katie Holmes, Tatiana Maslany, Max Irons, Charles Dance, Elizabeth McGovern, Antje Traue, Daniel Brühl, Neve Gachev, Frances Fisher
Sito web ufficiale: www.womaningoldmovie.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 15/10/2015
Voto: 7
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Conoscitivo
Scarica il Pressbook del film
The Lobster su Facebook

womaningold_leggero.png“Woman in Gold” esce nelle sale italiane il 15 ottobre, facendo compagnia ad altre attesissime pellicole: “Lo stagista inaspettato” e il secondo capitolo di “Maze Runner”.
Per raccontare questa storia di riscatto sono stati scelti Helen Mirren e Ryan Reynolds diretti da Simon Curtis. Vi si racconta la vera storia di Maria Altmann, che decide di intraprendere un viaggio, per rientrare in possesso dei beni sottratti alla sua famiglia durante la Seconda Guerra Mondiale. Dopo aver chiesto l’aiuto del giovane e volenteroso avvocato Randy Schoenberg, la donna si impegna in una battaglia legale per recuperare tra gli altri il dipinto di sua zia “La dama in oro” di Gustave Klimt. Lo scontro tra le due parti sarà aspro e tornare a Vienna le farà rivivere quanto accaduto alla sua famiglia.

Il film realizzato da Simon Curtis dà modo allo spettatore di conoscere un altro pezzetto di Storia e quanto sia difficile per un cittadino recuperare i beni e – in particolare – le opere d’arte sottrattegli dai nazisti. Alcune opere sono andate drammaticamente perdute o distrutte, altre tenute nascoste dai nuovi ‘proprietari’ e altre ancora – come il dipinto del titolo – considerate un bene acquisito da terzi.

L’idea di mettere in scena le vicissitudini della famiglia Altmann, di mostrare come vive Maria oggi, di raccontare la storia del ritratto e la battaglia legale per riaverlo possiede una grande forza narrativa.
Peccato solo che nel passaggio tra il passato e il presente ci sia poca fluidità filmica, si avverte la sensazione che manchi una liaison più appropriata, che non faccia percepire il taglio netto - e brusco a volte – tra le due sfere temporali.
La narrazione tuttavia cattura l’attenzione e finita la visione si ha voglia di saperne di più sugli aspetti poco conosciuti dei tantissimi dipinti depredati, nascosti, ritrovati o mai ritrovati in quegli anni di orrore.

È un film sulla memoria e sull’essere determinati a ottenere giustizia in una società in cui sempre più spesso è il più forte e non il più giusto a spuntarla. Fa riflettere su quanto a lungo bisogna lottare. Helen Mirren e Ryan Reynolds sono adeguati ai rispettivi ruoli: in Maria si avverte un certo distacco nell’affrontare l’intera faccenda, solo nella parte conclusiva abbassa le difese e si ammorbidisce, lasciandosi leggere dentro. Nelle mani di Helen Mirren questo passaggio è reso in modo autentico e spontaneo, arrivando al momento giusto e con le giuste dinamiche. “La sua generazione ha dovuto fare i conti con un sentimento di rabbia forte ma necessariamente represso. Sono stati coraggiosi quegli uomini e quelle donne, perché hanno saputo rifarsi una vita e ricominciare tutto daccapo in un altro Paese” dice la Mirren. “So queste cose da mio padre, che era figlio di un immigrato.

Nato in Russia in una famiglia benestante, ha dovuto tagliare i ponti con tutto e tutti, lasciare la Russia e ricominciare in un altro Paese. Maria ha vissuto tutto ciò da giovane e in lei è maturata una rabbia profonda e ancora inespressa.
La rabbia, però, traspare dai suoi occhi”. Piccola osservazione: si sarebbe potuto lasciar contemplare allo spettatore un po’ di più il dipinto, che passa fugace davanti ai suoi occhi.
Si è creata ad arte l’attesa, e poi la si è sfumata velocemente. Sembra lo si voglia far vedere con parsimonia, nonostante sia al centro di tutti i discorsi. “Woman in Gold” è e rimane un film che merita di esser visto e apprezzato.

Trailer



 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere