HOME arrow Recensioni film arrow Drammatico1 arrow Zona d'ombra – una scomoda verità
Mercoledì 18 Ottobre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Zona d'ombra – una scomoda verità PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
domenica 01 ottobre 2017

Titolo: Zona d'ombra – una scomoda verità
Titolo originale: Game Brain
USA 2015 Regia di: Peter Landesman Genere: Drammatico Durata: 123'
Interpreti: Will Smith, Gugu Mbatha-Raw, Alec Baldwin, Stephen Moyer, Eddie Marsan, Luke Wilson, David Morse, Albert Brooks, Adewale Akinnuoye-Agbaje
Sito web ufficiale: www.sonypictures.com/movies/concussion
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 21/04/2016
Voto: 6
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Retorico....
Scarica il Pressbook del film
Zona d'ombra – una scomoda verità su Facebook

zonadombra.jpgIl medico Nigeriano Bennet Omalu, coroner della città di Pittsburgh, nei primi anni duemila s’imbatté nel corpo senza vita di ‘Iron’ Mike Webster, ex giocatore di football degli Steelers e morto dopo anni di depressione, emicrania e istinti suicidi tenuti a bada con numerosi psicofarmaci.

Il dottore scoprì che a causa della sua vita da atleta l’uomo era stato vittima di ripetuti colpi subiti alla testa, circostanze che l’avevano portato a contrarre la CTE (encefalopatia cronica traumatica). Omalu dopo aver pubblicato la propria ricerca, e con l’aiuto del suo superiore e di un ex medico della National Football League, cercò di sensibilizzare il mondo sul rischio corso dagli atleti.

“La domenica una volta era il giorno dedicato a Dio, oggi invece è la giornata dedicata al football !!”

Una delle panacee dei mali a stelle e strisce è uno sport violento, una guerra di posizione a rincorrere una palla ovale e a proteggere la linea di meta a costo di minare perfino la propria salute. Dietro alla pellicola diretta dal regista Peter Landesman, alla sua seconda opera, si cela la vita di un medico forense di origine nigeriana. Un uomo cresciuto a migliaia di chilometri da Pittsburgh ma con una caratteristica umana particolare: Bennet Omalu parla con i cadaveri che sta per analizzare, guidato dal desiderio di conoscerne la vita per capirne le cause di morte.

Will Smith dona al dottor Omalu, accusato di minare uno dei passatempi preferiti dagli spettatori d’oltreoceano e per questo ostracizzato per anni dalla nazione che l’aveva accolto, prima di una riabilitazione suffragata da evidenti prove; una recitazione in grado di renderlo la replica del vero dottor Omalu, come già era capitato nel caso dell'ex pugile Muhammad Ali, al punto di assumerne anche la cadenza straniera e con un doppiaggio quindi incapace di rendergli giustizia.
La pellicola, pur capace di non fare dimenticare una vicenda reale non riesce a sganciarsi minimamente da un moralismo e buonismo che obbliga Smith a occupare ogni inquadratura ma che al tempo stesso riduce il film a una personale battaglia del singolo contro un sistema nel quale prevalgono interessi a sette zeri che travalicano il senso dello sport.

Un film ben costruito ma di certo venato di retorica, molto convincente anche la prova di Alec Baldwin nel ruolo di Julian Bailes, ex - medico sociale della NFL redento. Una pellicola quindi da vedere per conoscere meglio una vicenda troppo a lungo taciuta ma da evitare se non amate la retorica troppo buonista a volte somministrataci dal mondo a stelle e strisce.

 
< Prec.

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere