Sabato 1 Agosto 2015
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI NOVITA'
ANTEPRIME GRATUITE
I FILM CHE USCIRANNO
RECENSIONI FILM
RECENSIONI DVD
GLI INEDITI
CULT MOVIE SCI-FI
SORRIDI CON NOI
PROSSIMAMENTE
LUOGHI COMUNI
ARTICOLI CINEMA
CINEMA E CURIOSITA'
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI E CINEMA
COLLABORA CON NOI
CONTATTACI
STAFF
FEED RSS
NEWS & RUMORS
SERIE TV
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Newsletter Cinemalia
Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.
Ricevi HTML?
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prossimamente
Babylon A.D. PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 7
ScarsoOttimo 
Scritto da Piergiorgio Ravasio   
martedì 28 ottobre 2008

Babylon A.D.
Titolo originale: Babylon A.D.
USA, Francia: 2008. Regia di: Mathieu Kassovitz Genere: Fantascienza Durata: 90'
Interpreti: Vin Diesel, Gérard Depardieu, Melanie Thierry, Lambert Wilson, Mark Strong, Michelle Yeoh, Jérôme Le Banner, Charlotte Rampling, Joel KirbyDepardieu, Melanie Thierry
Sito web: www.babylonadmovie.com
Nelle sale dal: 24/10/2008
Voto: 5
Trailer
Recensione di: Piergiorgio Ravasio

babylon_ad_leggero.jpegCon un lampante riferimento (nel titolo) alla biblica città simbolo del vizio e della perdizione, l'ultima fatica di Kassovitz crediamo si possa associare più facilmente all'accezione contemporanea di questo termine: un qualcosa che assomma a sé quanto di negativo ci possa essere.
Ebbene sì. Perchè una tale confusione, per fortuna, non si vede scorrere tutti i mesi sui grandi schermi delle nostre sale.
Una giovane donna con dei poteri sovrannaturali. La necessità di spostarla dal convento in cui è reclusa da 18 anni. Alle sue calcagna un gruppo di personaggi dai connotati alquanto indefiniti. Una congregazione, chiamata i "Noeliti", che non si capisce più di tanto che cosa vogliano fare. Un guazzabuglio di idee che spesso lasciano allo spettatore l'ingrato compito di mettere assieme il puzzle di questa storia, senza chiedersi troppi perchè e trovando lui stesso le spiegazioni che gli sembrano più convincenti.Ma andiamo per gradi. In una metropoli del futuro, gravata da tumulti e disordini di ogni specie, il mercenario Toorop (il classico Vin Diesel che veste i consueti abiti dello spietato, dal carattere molto spigoloso e con la morale lasciata dietro alle spalle) riceve un incarico dalla mafia che controlla l'Europa dell'est. Deve proteggere la giovane Aurora nel suo spostamento dal convento in Mongolia (dove è sempre stata) per condurla nella città di Manhattan.

Ci vorrà poco per capire che si tratta di una ragazza speciale: controllata a vista in maniera ossessiva da una suora, a due anni parlava ben diciannove lingue ed ora ha sviluppato facoltà divine che le consentono di prevedere le cose.
La missione si dimostrerà più difficile del previsto poiché qualcuno la ostacolerà in tutti i modi possibili.
Dopo aver lasciato il segno con pellicole di ben altro spessore (basta citare "L'odio" nel 1995, "I fiumi di porpora" nel 2000e "Gothika" nel 2003), la genialità di questo cineasta sembra essere finita in qualche cassetto e le chiavi gettate in qualche angolo buio
della stanza.

Liberamente ispirato al best seller “Babylon Babies”, del francese Maurice Dantec, considerato un grande thriller futuristico e romanzo che aveva la reputazione di essere inadattabile, Kassovitz scrive la sceneggiatura traendone solo l'ispirazione. Scrive nuove scene, taglia alcune parti, aggiunge nuovi elementi, dipinge un futuro che vorrebbe assomigliare a quello di "Blade runner" o di "Mad Max" ma che ha poco di fantascientifico (il look del film viene definito dal regista low-tech. "Un film di fantascienza a bassa tecnologia, cioè ambientato nel futuro ma dove la tecnologia non è sviluppata come la vediamo nei normali film di fantascienza").
Trama poco incisiva, punti oscuri, tagli in fase di montaggio, finale talmente improvvisato e brusco che non ha senso nemmeno commentare.
Tutti aspetti che ci fanno dimenticare anche i pochi lati positivi del film quali fotografia e scenografia (le immagini sulla neve girate in
Svezia, il sottomarino che emerge dal ghiaccio, il convento disperso tra le montagne) o le comparse del mafioso  Gérard Depardieu e della malvagia sacerdotessa Charlotte Rampling.

"Babylon A.D. Tratta temi che mi affascinano, in particolar modo il tema della fede. Molte persone hanno necessità di credere. C'è chi usa
la religione per cercare di guarire le anime, mentre altri la sfruttano per fare soldi.
Mi interessava la denuncia del film nei confronti di questo fenomeno.", si è sbilanciato il cineasta.
Se per recuperare la fede bisogna sorbirsi un simile pastrocchio che fa acqua da tutte le parti, risulta ancora più efficace la messa domenicale con il sermone del buon vecchio parroco.


 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_home_1.png twitter_home_1.png facebook_home_1.png Site-Book


dvdstore_banner.png


Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Box Office
1) Terminator: Genisys € 1.043.959
2) Ted 2 € 343.260   
3) Jurassic World € 296.730
4) Predestination € 154.642   
5) Poltergeist € 150.204
I Blu-Ray di giugno
Taken 3 - L'ora della verità
Birdman
Jupiter - Il destino dell'universo
The Gambler
Si accettano miracoli
Whiplash
Kingsman - Secret Service
Il settimo figlio
Nessuno si salva da solo
Sei mai stata sulla luna?
John Wick
Noi e la Giulia
Archivio per genere
Sondaggi
Il prezzo dei biglietti aumenta, cosa ne pensi?