HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Fantascienza arrow L'alba del pianeta delle scimmie
Mercoledì 28 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
L'alba del pianeta delle scimmie PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 26 settembre 2011

L'alba del pianeta delle scimmie
Titolo originale: Rise of the Planet of the Apes
USA: 2011. Regia di: Rupert Wyatt Genere: Fantascienza Durata: 105'
Interpreti: James Franco, Tom Felton, Freida Pinto, Andy Serkis, Brian Cox, John Lithgow, Tyler Labine, David Hewlett, David Oyelowo, Makena Joy, Kevin O'Grady, Tammy Hui, Rufus Dorsey, Jeb Beach, Jesse Reid
Sito web ufficiale: www.apeswillrise.com
Sito web italiano: www.microsites3.foxinternational.com/it
Nelle sale dal: 23/09/2011
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Realistico
Scarica il Pressbook del film
L'alba del pianeta delle scimmie su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

L'alba del pianeta delle scimmie“L’Alba del Pianeta delle Scimmie” segna il raggiungimento di un altro traguardo tecnologico molto importante: la realizzazione delle riprese degli effetti visivi e della performance capture alla luce del sole, in ambientazioni reali, al di fuori di un teatro di posa controllato.
Il film ha alla base un mix di scienza e fantascienza. Gli avvenimenti prendono il via dagli esperimenti di ingegneria genetica che fanno sviluppare nelle scimmie l’intelligenza.

Will Rodman lavora per una casa farmaceutica, che sta sperimentando un nuovo farmaco, l’Alz-112, sugli scimpanzè. L’uomo sta cercando una cura contro l’Alzheimer e gli investitori un farmaco sfacciatamente lucroso.
Quando la sperimentazione viene interrotta, Will si ritrova a doversi occupare di un cucciolo di scimpanzé, Cesare, la cui madre aveva dato segni positivi al farmaco. Cesare diventa sempre più intelligente crescendo - destinato a grandi cose.
“L’Alba del Pianeta delle Scimmie” è un film evento, che fonda l’idea primigenia sul film originale “Il Pianeta delle Scimmie” (1968) di Franklin J. Shaffner (pietra miliare del cinema), per raccontare come tutto è iniziato in un’ambientazione contemporanea.

È forte sia per la qualità della narrazione, che per la profondità con cui vengono descritti i personaggi. Inoltre viene messo in primo piano uno spettro emotivo variegato dal quale lo spettatore viene coinvolto.
La pellicola ha in sé una vitalità, un’energia e un’azione trascinante per tutta la sua durata. La musica di Patrick Doyle contribuisce molto a far accrescere l’adrenalina fino all’esplosione finale, con un crescendo emozionale.
Il film è ben articolato nell’espressione delle emozioni umane e del conflitto che da esse ne deriva. Lo sguardo di Cesare, in ogni situazione in cui si ritrova, possiede una profondità e una trasparenza emotiva, che fa protendere a parteggiare per lui, smuovendo l’animo di colui che guarda.
La narrazione viene raccontata dal punto di vista dello scimpanzé, focalizzando l’attenzione su come lui crescendo vede l’essere umano. Se da piccolo impara a conoscere l’affetto e la bontà dell’uomo, da grande comprende come ci siano uomini meschini, aggressivi e dall’animo nero.

Le tematiche affrontate da “L’Alba del Pianeta delle Scimmie” sono sicuramente articolate, ma saltano subito agli occhi. In primis parla della nostra civiltà, che raggiunge un punto di non ritorno, nel momento in cui l’uomo si oppone alla natura.
Quando l’uomo si pone nella posizione di voler incarnare Dio, spingendosi oltre i limiti, gli eventi precipitano e gli si ritorcono contro.
A ben guardare quella raccontata è anche una storia tra padri e figli e il rapporto che si instaura tra loro: ciò che un figlio (Will) può fare per suo padre (Charles) e ciò che un padre (Will) può dare a suo figlio (Cesare).
Il regista Rupert Wyatt attraverso il film delinea una delle paure primordiali dell’uomo, ovvero quella di essere soppiantati da un’altra specie che gli sottrae il ruolo.

Per dare vita allo scimpanzé la produzione ha fortemente voluto il maggiore artista specializzato in performance capture, l’attore Andy Serkis, “per infondere in Cesare le sfumature, le emozioni, l’anima, il giudizio e il cuore”. Serkis si ricorda per l’acclamata interpretazione di Gollum (nella trilogia de “Il Signore degli Anelli”) e Kong in “King Kong”, realizzando uno splendido lavoro anche con Cesare.
“L’Alba del Pianeta delle Scimmie” incarna il giusto mix tra spettacolarità e narrazione/personaggi, mettendo gli effetti visivi al servizio di quest’ultimi. Wyatt ha realizzato un film ricco sotto molti punti di vista, che attrae.

 

Commenti  

 
+1 #1 Recensioni à go-go 2011-09-28 14:02
E ci sono riusciti pienamente. E più guardi il risultato più ti chiedi perché Serkis non possa avere un Oscar solo perché coperto da qualche puxel
Citazione
 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere