Lunedì 26 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
The Road PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 10
ScarsoOttimo 
Scritto da Francesca Caruso   
giovedì 27 maggio 2010

The Road
Titolo originale: The Road
USA: 2009. Regia di: John Hillcoat Genere: Fantascienza Durata: 112'
Interpreti: Viggo Mortensen, Kodi Smit-McPhee, Charlize Theron, Robert Duvall, Guy Pearce, Michael K. Williams, Garret Dillahunt, Molly Parker, Brenna Roth, Bob Jennings, David August Lindauer, Jack Erdie, Jeremy Ambler, Nick Pasqual, Aaron Bernard, Mark Tierno, Amy Caroline, Matt Reese, Jared Pfennigwerth
Sito web: www.theroad-movie.com
Nelle sale dal: 28/05/2010
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Speranzoso
Scarica il Pressbook del film
The Road su Facebook

The RoadIl lavoro del regista John Hillcoat comprende progetti realizzati in America e in Australia.
La sua prima regia è stata “Ghosts … of the Civil Dead”, che ha anche co-sceneggiato, candidato a nove Australian Film Institute Award. Con The Road porta sullo schermo una storia tratta dal romanzo premio Pulizer omonimo di Cormac McCarthy, già autore del fortunato “Non è un paese per vecchi”, diventato un film dei fratelli Coen.

Lo scenario è post-apocalittico. Un misterioso cataclisma ha reso la Terra una landa desolata e invivibile. Si fa difficoltà a trovare acqua, cibo, vestiti e quant’altro anche solo per sopravvivere.
Gli esseri umani sopravvissuti sono nettamente divisi in due categorie i buoni, che cercano di sopravvivere spinti da un barlume di speranza, e i cattivi, che in mancanza di cibo si sono messi a mangiare i propri simili, a rubare e uccidere, senza avere più un’umanità.
Un padre e il giovane figlio, dopo il suicidio della madre, si sono messi in viaggio verso Sud, arrivare all’oceano sembra essere l’unica salvezza. Lungo il loro cammino incontreranno varie tipologie di disadattati, faranno fatica a sfamarsi, l’Uomo rivede spesso nei suoi sogni la sua amata e cosa l’ha portata ad arrendersi, faranno la conoscenza del vecchio Ely, che quando vede il Ragazzo pensa di essere morto. Resistere è ciò che conta.

Il film, come il romanzo, inizia quando il disastro è già avvenuto da parecchio tempo, senza specificare a cosa sia dovuto, se sia stato un evento naturale o causato dall’uomo. Ciò a portato non solo a non avere elettricità, cibo o acqua, la vegetazione è quasi scomparsa, gli alberi privi di linfa vitale cadono al suolo uno dopo l’altro, il sole non è più visibile, il grigiore invade il cielo in un perenne stato di assenza della luce solare, le notti sono buie, unica luce il fuoco che viene accesso per riscaldarsi la notte.
Per accentuare il senso della mancanza delle cose primarie, i realizzatori hanno dato vita a due individui vestiti con indumenti corrosi e invecchiati dal tempo, che si spostano con un carrello della spesa dove poter appoggiare i pochi utensili, strumenti e cibo che riescono a racimolare lungo la via.
Difficilmente trovano dell’acqua per potersi lavare. Sono tutte cose che infondono la percezione di trovarsi di fronte a dei senzatetto, come del resto lo sono tutti i sopravvissuti, tutti che si spostano con uno zaino sulle spalle o solo con i vestiti che si indossa, tutti con la voglia di vivere e vivere il più a lungo possibile. Questa è una tematica sottolineata con calore.
Il regista ha voluto dimostrare quanto un uomo possa essere attaccato alla vita, non solo la propria, ma soprattutto quella del figlio. A questo si allaccia un aspetto importante e basilare del film: l’amore che lega un padre a un figlio e viceversa. Il racconto di The Road vuole essere un’elegia dell’immenso amore e senso di protezione che prova un padre e di come il figlio corrisponda questi sentimenti profondi.

L’innata bontà del ragazzo, la sua compassione, il suo senso di meraviglia e di curiosità sono altri aspetti importanti che sono qui delineati, che ricordano all’uomo la ragione per cui si deve andare avanti. Il padre, col passare del tempo si è indurito, non ha fiducia in nessuna persona che incontrano sul loro cammino, così, quando in una sequenza, si vede derubato dei pochi averi che possedevano, raggiunge il ladro, lo fa spogliare dei pochi indumenti, lasciandolo nudo in mezzo al nulla, condannandolo a morte. Solo l’insistenza del bambino che prova compassione per questi, fa ritornare il padre sui suoi passi.
The Road mostra fino a che punto può arrivare un essere umano spinto dall’estremo bisogno, tratteggiando le due facce di una medaglia: la brutalità che porta alla disumanizzazione e l’amore che nutre la speranza e mantiene il proprio spirito.
Il film riflette una visione dark e una tristezza di fondo, accompagnata da un’esile speranza che lentamente sembra concretizzarsi, fino all’epilogo.
La sofferenza e la tristezza non appare solo dai volti, ma dalla Terra, personaggio che ha un’influenza sugli eventi.

La fotografia rende bene l’atmosfera di questi tempi oscuri e desolanti, priva del sole e dei colori che naturalmente si trovano in Natura. Il colore predominante è il grigio, dato dalle ceneri che si sono sparse nell’aria e ivi rimangono.
Tutti gli altri colori sono desaturati, il cielo, come l’oceano, hanno perso il loro blu o azzurro caratteristico.
Questa storia parla anche della reale possibilità di una catastrofe naturale dovuta all’abuso umano nei confronti del pianeta o indipendenti da esso, comunque fa nascere la seria riflessione di come l’uomo potrebbe trovarsi in un futuro, non poi così lontano.
Viggo Mortensen si è trasformato nell’Uomo, dandogli il giusto spessore e umanità. Lo stesso dicasi per tutti gli altri attori.
The Road riesce a far emergere vari tipi di sensazioni nello spettatore, catturato non solo dall’aspetto catastrofico, ma da sentimenti universali e condivisibili.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere