Giovedì 9 Luglio 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
crawl_banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
jumanji2-728x140.png
Ghost Rider PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 23
ScarsoOttimo 
Scritto da Vittorio Castagna   
giovedì 15 marzo 2007

Ghost Rider
USA: 2007. Regia di: Mark Steven Johnson Genere: Fantasy Durata: 110'
Interpreti: Nicolas Cage, Raquel Alessi, Angry Anderson, Arthur Angel, Wes Bentley, Laurence Breuls, Eva Mendes, Peter Fonda
Sito web: www.sonypictures.com/movies/ghostrider/index.html
Voto: 5,5
Recensione di: Vittorio Castagna

ghostrider.jpgDefinito “goffo e insensato” da testate del calibro di New York Post, Chicago Tribune e Boston Globe, Ghost Rider non ha decisamente colpito gli occhi della critica americana. Le motivazioni di questo pesante giudizio sono da addurre sia alla recitazione che alla sceneggiatura, giudicate scadenti e capaci di essere sopraffate dagli effetti speciali. In un intreccio tra patti col Diavolo, secessione del regno del male e leggende, la storia di Johnny Blaze (Nicolas Cage) è segnata da un destino. “Fai una scelta o le scelte faranno te” gli dice il padre, che in un certo senso è la chiave di lettura del film. Johnny, un promettente motociclista stunt-man, per salvare il padre dal cancro vende la sua anima a Mephistopheles (Peter Fonda) tra l’incredulità e l’inganno. Il giovane stunt-man scoprirà di essere ingannato quando il giorno dopo assiste sia alla guarigione di suo padre che alla sua morte. Il giovane ragazzo non appartenendosi più è anche conscio che non ha più nulla da condividere, neppure con Roxanne (Eva Mendes), la ragazza che ha sempre amato. Johnny, errante nello spirito e nel corpo, raccoglie un successo dopo l’altro divenendo una star tipicamente americana, ma la notte dell’anima è nuovamente illuminata da Roxanne, ormai giornalista e ancora segnata dall’addio senza motivo. Purtroppo proprio mentre Johnny sembra riprendersi la sua vita Mephistopheles lo richiama a obbedire al patto, chiedendogli di eliminare suo figlio Blackheart (Wes Bentley), che nutre un piano per sostituirsi al padre. Immerso nella lotta del governo sul mondo e trasfigurato in un demone può giungere a una seconda possibilità, quella che lo renderà il celebre Ghost Rider della Marvel.. Il male si combatte con il male sembra la filosofia di Ghost Rider, che facendo rivivere il dolore come uno specchio, spegne le vite dei malfattori. Abituati al binomio bene-male e alla loro perenne lotta, siamo un po’ condizionati nel collocare Ghost Rider tra gli uni o gli altri, ma forse bisogna pensarlo come un male necessario per un bene maggiore, di cui il Diavolo possiede l’anima ma non lo spirito. Egli è vittima del destino ma aperto a una seconda possibilità, attratto dall’amore che non potrà mai vivere in modo integrale, votato al bene ma con le vesti del male. Come è già stato sottolineato dalla critica americana la recitazione non è brillante e coinvolgente, tanto che Nicolas Cage sembra l’ombra di sé stesso, soprattutto quando deve rivelare alla ragazza il mistero che l’ha avvolto in tutti questi anni. Questo non vale per tutti, per esempio sia Donal Logue e Sam Elliott, seppur in ruoli marginali, sono veramente bravi, soprattutto Sam Elliot che incarna il cowboy in ogni cromosoma del suo DNA. Nel complesso la prossima volta che si spendono 120 milioni di dollari per un film (New York Post) auspichiamo almeno che si punti non solo sugli stipendi del cast e sugli effetti speciali.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere