HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Fantasy arrow Il drago del lago di fuoco
Domenica 12 Luglio 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
crawl_banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
luomo_invisibile_banner.jpg
Il drago del lago di fuoco PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
martedì 27 gennaio 2009

Il drago del lago di fuoco
Titolo originale: Dragonslayer
USA: 1981 Regia di: Matthew Robbins  Genere: Fantasy  Durata: 110'
Interpreti: Peter MacNicol, Ralph Richardson, Caitlin Clarke
Sito web:
Nelle sale dal: 1981
Voto: 5
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino

il_drago_del_lago_di_fuoco_leggera.jpgUn gruppo di fattori si reca dal mago Ulrich (Ralph Richardson) affinchè uccida il grande drago del lago di fuoco, al quale ogni solstizio ed equinozio viene sacrificata una vergine per sorteggio.
Il mago, però, viene assassinato, e spetterà quindi al suo apprendista Galem (Peter MacNicol) portare a termine l'ardua impresa.

Paramount pictures e disney collaborano per realizzare un fantasy ambizioso ma stilisticamente deficitario, nominato comunque per due Oscar al trucco e alla musica di Alex North.
Questa pellicola fantastica non dovrebbe avanzare nessun tipo di pretesa nei confronti del pubblico, il plot su cui si basa presenta svariate lacune originate da una sceneggiatura precaria e veramente troppo essenziale.
La storia è costituita da una tipica leggenda medievale riguardante draghi, maghi e cavalieri.
La potente alchimia di questo trittico elementare può essere ragionevolmente sfruttata qualora si ricorra ad un ben studiato piano di effetti speciali, tale gioco riesce tuttavia solo in parte.
L'ambientazione, francamente, regge, ma l'apoteosi della vicenda, cioè il drago, delude decisamente le aspettative, riducendosi ad un volante pupazzo di gomma sopra montagne rocciose di cartapesta.
L'impalcatura scenografica è destinata, quindi, a crollare sul finire del film, facendo naufragare i buoni propositi del regista Matthew Robbins, costretto ad utilizzare mezzi poco elaborati e non all'altezza.
Il fantasy risulta, di conseguenza, fuori misura sia per i bambini che per gli adulti, mostrandosi addirittura prolisso ed inevitabilmente noioso.
Qualche spunto interessante c'è, bisogna ammetterlo, il combattimento fra il giovane apprendista Galem e il drago, per esempio, costituisce una scena di tutto rispetto, ed il prologo è da considerarsi la parte migliore del film perchè introduce il mago Ulrich e la sua magia, lait motif dell'intera storia.
Il tono favolistico era l'unico che francamente si poteva adottare in tale contesto, ma come detto il risultato delude.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere