Sabato 25 Novembre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Krull PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Samuele Pasquino   
sabato 24 gennaio 2009

Krull
Titolo originale:Krull
USA:1983. Regia di:Peter Yates  Genere: Fantasy  Durata: 118'
Interpreti: Ken Marshall, Lysette Anthony, Liam Neeson
Sito web: 
Nelle sale dal: 1984
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Samuele Pasquino

krull_leggera.jpgUn esercito di alieni, comandati da un terribile mostro, invade il pianeta Krull.
Nel giorno delle nozze la principessa Lisa (Lysette Anthony) viene rapita e portata nella fortezza nera, dimora degli invasori.
Il principe Colwyn (Ken Marshall), suo sposo, parte per liberarla, insieme ad un manipolo di uomini coraggiosi.
Il destino di Krull sarà deciso da questa grande impresa.  

Questo spettacolare film segna forse una tappa importante del genere fantasy.
Si possono trarre vari spunti da questa grandiosa avventura fantastica.
Colpisce prima di ogni cosa la semplicità della vicenda, che assume i connotati di una favola in piena regola: abbiamo un principe che deve salvare una principessa rapita da creature ostili.
La storia è costruita ad arte dal regista Peter Yates sia a livello strutturale che stilistico; il cineasta si avvale di effetti speciali in alcune sequenze palesemente artefatti, ma comunque molto validi e talvolta persino elaborati.
La sceneggiatura, come precedentemente detto, segue un lait motif fiabesco che costituisce il punto di forza di questo film.
Per taluni l'iter del racconto può sembrare apparentemente banale, invece svela un’originalità notevole sotto molteplici punti di vista: sia nell’ambientazione che nella creazione dei personaggi che si uniscono nel viaggio di Coldwyn verso la fortezza si possono riscontrare invenzioni assolutamente pregevoli, le quali hanno l'indubbia capacità di coinvolgere lo spettatore nell'avventura degli eroi impavidi.
Inoltre occorre elogiare un ulteriore aspetto nella sua unicità straordinario, cioè l'ibrida collocazione della storia in un dato periodo, non esistono in alcun modo riferimenti in grado di stabilire la dimensione temporale nella quale l'avventura ha luogo. Il tempo resta dunque indefinito, tale pretesto fornisce mistero e magia proponendo diversi motivi scenici interessanti.
Il viaggio, ricco di peripezie, dell’eroe protagonista appassiona, come del resto le scene strabilianti che riguardano la corsa con i cavalli per giungere alla fortezza.
Proprio quest'ultima sequenza, accompagnata da una straordinaria colonna sonora di James Horner, si rivela interessante da analizzare.

Il gruppo di guerrieri, con il principe Colwyn in testa, deve raggiungere la fortezza nera in un giorno coprendo una distanza di mille leghe.
Un'impresa del genere può essere compiuta soltanto grazie ai cavalli di fuoco, così chiamati per la loro capacità di correre veloce emettendo del fuoco
Gli eroi li catturano in una valle di pietra e poi partono verso la fortezza, tutti tranne il ciclope, che sceglie di rimanere per andare incontro al suo destino.
La corsa con i cavalli è fantastica, il gruppo attraversa pianure e montagne riuscendo persino a volare, giungendo a destinazione in poco tempo.
I cavalli sono dei magnifici esemplari Clydesdale, provenienti dalle terre di Scozia, mentre i luoghi in cui il film è ambientato appartengono all'Abruzzo.
Una volta arrivati alla fortezza, gli uomini cominciano a salire, ma i nemici, ben appostati, li costringono a ripararsi senza poter proseguire. In loro aiuto accorre il ciclope, che si vede arrivare in lontananza con uno dei cavalli di
fuoco. Il più saggio e forte del gruppo ha preso la sua decisione, scegliendo di andare incontro al proprio destino combattendo.
Tale scelta si rivelerà decisiva. Proprio per questa sua capacità di stupire con episodi avventurosi e tipicamente fantasy, "Krull" merita di essere visto e degnamente valutato.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere