HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Horror 1 arrow Un lupo mannaro americano a Londra
Domenica 5 Luglio 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
crawl_banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
jumanji2-728x140.png
Un lupo mannaro americano a Londra PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 22
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
domenica 08 febbraio 2015

Titolo: Un lupo mannaro americano a Londra
Titolo originale: Gemma Bovery
USA, Gran Bretagna: 1981 Regia di: John Landis Genere: Horror Durata: 97'
Interpreti: Jenny Agutter, Griffin Dunne, David Naughton, Brian Glover, John Woodvine, Lila Kaye, Don McKillop, Paul Kember, Joe Belcher, David Schofield, Rik Mayall, Sean Baker, Paddy Ryan, Anne-Marie Davies, Frank Oz
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 19/12/1981
Voto: 7,5
Trailer
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Agrodolce
Scarica il Pressbook del film
Un lupo mannaro americano a Londra su Facebook

un_lupo_mannaro_leggero.pngJack e David, due giovani studenti americani in viaggio nella brughiera Gallese, nel corso di una notte vengono assaliti da una creatura che sbrana Jack e ferisce David, quest’ultimo viene soccorso e ricoverato presso un ospedale di Londra dove farà la conoscenza di Alex, un’infermiera della quale si innamora.
Le notti seguenti al ricovero David viene accompagnato da numerosi incubi nel corso dei quali appare regolarmente lo spirito dilaniato di Jack che lo mette in guardia sul suo futuro.

John Landis alla sua terza prova di grande successo dopo l’iniziale e indispensabile tirocinio, ad appena un anno dall’uscita di The Blues Brothers e a soli tre da quella di Animal House porta sullo schermo uno dei classici per antonomasia della commedia horror di ogni epoca; un mix fra un film comico e una serie di incredibili e truculenti, per l’epoca, parliamo dei primi anni ’80, effetti speciali e trucco, per i quali Rick Baker vinse l’oscar nel 1982.

I giovani Noughton e Dunne, quasi spariti in seguito dalle scene cinematografiche, offrono allo spettatore una serie di scene esilaranti fatte di corse nude nella gelida e invernale Londra, fra cadaveri in via di decomposizione; con chiacchiere tardo adolescenziali sul senso del crescere e sul desiderio di fare della propria vita qualche cosa di indimenticabile e eccezionale, una vita che nel caso di Jack si spezzerà molto, anzi per meglio dire, troppo presto.

Completano la pellicola una serie di scene girate non senza poche difficoltà: ricreando angoli del Galles, il celeberrimo pub “l’agnello macellato” nel villaggio di East Proctor così come l’ennesima scena composta da un incidente di dimensioni inaudite già caro al Landis di The Blues Brothers.
La colonna sonora aggiunge una ulteriore particolarità al film dato che risulta composta da una e una sola canzone o quasi; ovvero l’indimenticabile Blue Moon (de)cantata in ogni modo e maniera e deriva di genere; dal soul fino al rockabilly dei The Marcels.


 
< Prec.

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere