Martedì 19 Ottobre 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Borderland PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 23
ScarsoOttimo 
Recensioni film - Horror
Scritto da Anna Maria Pelella   
venerdì 26 settembre 2008

Borderland
Titolo originale: Borderland
USA, Messico: 2007 Regia di: Zev Berman Genere: Horror Durata: 104'
Interpreti: Brian Presley, Martha Higareda, Jake Muxworthy, Rider Strong, Damián Alcázar, Sean Astin, Marco Bacuzzi, Humberto Busto
Sito web:
Nelle sale dal: 19/06/2009
Voto: 4
Trailer
Scarica ora Borderland con eMule Official - per velocizzare il download usa Speed Downloading!
Recensione di: Anna Maria Pelella

borderland_leggero.jpgTre ragazzi americani passano la frontiera col Messico in cerca di sesso. Uno dei tre sparirà la sera del primo giorno e gli altri si metteranno sulle sue tracce.
Nel frattempo facciamo la conoscenza di un poliziotto impazzito e di una setta di santeri che pratica il Palo Mayombe e il cui capo ha degli scopi assai particolari.

Anni fa, in un saggio sulla criminalità organizzata, lessi di un gruppo di spacciatori messicani che, attraverso l'utilizzo del Palo Mayombe si erano convinti di essere invulnerabili alle pallottole. Ora è pur vero che chiunque è libero di coltivare le convinzioni che ritiene più suggestive, ma questa mi pareva assai vicina a quella di chi si convince di esser Napoleone. Certo, stando ai manuali di stregoneria, per costruire un Nganga efficace ci vogliono moltissimi materiali, ma nessuno nomina mai nè occhi di poliziotti e neanche sangue di americani. Dev'essere una moda recente.
Ma procediamo con ordine. Abbiamo tre giovani americani che passano la frontiera col Messico in cerca di sesso facile. Come se in Texas le prostitute scarseggiassero. Poi c'è uno psicopatico, che somiglia assai da vicino ad un gay travestito da Andy Garcia, che capeggia un gruppo di psicolabili e li induce in suo nome e prelevare parti del corpo di esseri umani mentre sono ancora vivi.
Ovvio che, chiunque abbia almeno visto il primo "Hostel", sa che uno dei ragazzi, in genere il più fesso del gruppo, sparirà senza lasciare traccia. E che gli altri, invece di scappare via come il vento, si metteranno a cercarlo. Con la solita grazia degli americani all'estero, cioè urlando in faccia a poliziotti che non parlano, nè direi che sarebbero tenuti a farlo nel loro paese, la sacra lingua inglese. E colpendo a casaccio un'auto piena di cattivi con una spranga di ferro. Così tanto per rendersi simpatici anche nei paesi dove non si è ancora deciso di esportare la democrazia.
La ricerca del socio scomparso non potrebbe esser più ovvia, con gli amici preoccupati che nel frattempo fraternizzano amichevolmente con le ragazze del luogo, e i cattivi che li incrociano qua e là nei bar e per le strade.
Un poliziotto, reso pazzo da un incontro precedente con la setta degli spacciatori scoppiati, aiuterà i ragazzi, visto che la polizia neanche lo ascolta più, adesso che si è ridotto a farneticare di cadaveri prelevati dai cimiteri e di evocazioni imminenti.
L'unica ragazza che non è una prostituta si innamorerà dell'americano eroico, il quale la vuole salvare da un maleducato avventore che la credeva esattamente quello che tutti gli americani pensano che siano le ragazze messicane, bravi proprio quello!
E, infine un certo numero di nuovi candelabri combinanti con materiali deperibili, del tipo braccia umane, come le appliques di un vecchio film di Totò, farà la sua comparsa nella casa della suddetta brava ragazza di buon cuore, che sceglie di aiutare i nostri eroi, ecc, ecc.

La faccenda precipiterà nel solito copione da telefilm, e neanche le urla dei poveretti sottoposti all'uso di armi da taglio di varia misura riuscirà a svegliare lo spettatore addormentato.
Duole vedere il vecchio Sam che dalla contea del "Signore degli Anelli" finisce in questo buco, cosa non si fa per pagare il conto del supermercato!
Il film è anche presentato come tratto da una storia vera, che se davvero lo fosse ci darebbe seriamente da pensare circa la salute mentale degli spacciatori messicani.
Ma quello che mi preoccupa maggiormente è, in questo momento, la salute mentale di chi decide la distribuzione dei film nelle nostre sale. Come è mai potuto accadere che un telefilm degno di esser proiettato al massimo in seconda serata su una rete nazionale, possa invece venire distribuito nelle sale?
Che cosa è accaduto ai milioni di bellissimi film che ogni anno escono in tutto il mondo civilizzato tranne che in Italia, dove invece vediamo solo gli scarti delle grosse produzioni?
Forse sarebbe il momento di invocare un bello sciopero degli spettatori, così tanto per chiarire ai distributori che le cavolate ce le vediamo in tv, se proprio non se ne può fare a meno, ma che almeno al cinema vorremmo qualcosa che non venga rimosso automaticamente all'accendersi delle luci in sala.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere