HOME arrow HOME VIDEO: arrow Horror arrow Escape Room (Blu Ray)
Venerdì 22 Novembre 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
halloween_banner_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
the_field_guide_to_evil_banner.jpeg
Escape Room (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Ciro Andreotti   
martedì 30 luglio 2019

Titolo: Escape Room
Titolo originale: Escape Room

Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 17 Luglio 2019.

Il film.
A Chicago sei persone tra loro sconosciute: una studentessa universitaria, un agente di borsa, un camionista
escape_room_blu_ray.pngdisoccupato, una ex militare, il magazziniere di un supermercato e un appassionato di giochi di ruolo, ricevono l’invito per partecipare al Minos Escape Room Facility, un gioco di società che prevede, tramite l’uso di logica e il ritrovamento d’indizi, di riuscire a fuggire da una stanza nella quale si è prigionieri e che in tal caso risulta fra le più inespugnabili.

I sei iniziano a giocare ma immediatamente capiscono che il vero scopo del gioco è riuscire a sopravvivere. Mutuando l’idea di SAW – L’Enigmista e aggiungendovi componenti essenziali di The game di David Fincher, e Cube – Il cubo, successo del 1997 firmato dall’Italo - canadese Vincenzo Natali, il regista americano Adam Robitel, anch’egli in perenne bilico fra horror e fantascienza, riesce nell’impresa di spaventare con un gioco di gruppo che va attualmente per la maggiore e nel quale solo la logica applicata al lavoro di squadra può portare alla fuga dall’Escape Room.

Nemmeno un premio finale di molte migliaia di dollari rappresenta però la componente principale di una serata trascorsa fra indizi e combinazioni da indovinare, perché per ognuno dei sei prigionieri presenti nulla è lasciato al caso e tutti riusciranno a capire immediatamente come ogni indizio disseminato lungo il percorso che li porterà a morte quasi certa è disegnato esattamente per loro.
Il prodotto, per il quale è già in rampa di lancio un sequel introdotto da un finale aperto, funziona grazie a un ritmo serrato esattamente come le riprese claustrofobiche che lo contraddistinguono e non certo grazie all’abilità degli attori che svolgono semplicemente il loro compito senza particolari sussulti.

Il tutto mentre l’epopea del sadico pupazzo sul triciclo Jigsaw, arrivata all’ottavo episodio, pare aver ormai esaurito una linfa vitale che progressivamente è andata affievolendosi ma che può essere prontamente sostituita da questa nuova possibile serie di film creata grazie a poche idee applicate ad un‘attenta visione dei classici del genere. Piacerà molto a chi è legato ad un mondo del cinema horror sadico e da palpitazioni al cuore ultra veloci. Consigliamo di astenersi a tutti gli altri.

Video.
Il film prodotto da Sony Pictures e distribuito da Universal Pictures viene presentato nel formato di 2,39:1 con
codifica a 1080 p. La confezione presa in esame è una semplice Amaray, dalla copertina accattivante ma priva di Artwork interno. Il film è stato girato in digitale per poi essere riversato in un Master Intermediate 2K.
Il risultato finale è di un Blu Ray che deborda qualità e che ci offre immagini ricche di dettagli e dai colori intensi.
Troviamo fondamentalmente due tipi di tavolozze di colori durante la visione, una fredda dalle dominanti grige, blu e argento, e l'altra più calda, con colori primari. Quando il gruppo è nella prima stanza, i riscaldatori e le luci si accendono di un rosso intenso virante a un arancione/giallo illuminando lo schermo in una intensità debordante. Quindi il gruppo si sposta in un ambiente freddo con neve e ghiaccio, e qui i colori virano dal bianco al grigio. All'interno della sala da biliardo capovolta, le insegne al neon illuminano piacevolmente i tavoli da biliardo verdi e i pavimenti in legno scuro. I livelli di nero sono sempre gestiti perfettamente e gli incarnati risultano naturali.
Ci troviamo davanti a un quadro video gratificante che più di un'occasione risuta ricco e pungente. Tutto questo evidenzia un lavoro particolarmente curato in fase di encoding che ha permesso di ottenere un disco di qualità.

Audio.
L'udio, è ottimo. Una pista sonora, che ci riesce a regalare un'esperienza d'ascolto molto coinvolgente e precisa. Troviamo due tracce in formato 5.1 DTS HD Master Audio per l'inglese e l'italiano e un più canonico 5.1 Dolby Digital per Ceco, Hindi, Polacco, Russo, Turco, Ucraino e Ungherese. La traccia in italiano riesce a riprodurre ogni pur piccolo rumore e a ricreare molteplici effetti di ambienza che ci coinvolgono durante la visione. I dialoghi, che risultano importanti, risultano sempre estremamente chiari e vengono perfettamente integrati con la colonna sonora che ci accompagna. Subwoofer che interviene con estrema nelle situazioni più opportune.

Extra.
Comparto Extra soddisfacente, con circa trenta minuti di materiale da visionare:
"Scene eliminate" (19,02) Oltre alle scene eliminate troviamo un finale alternativo interessante.
"Lo farai mai"(1,58) Viene chiesto agli attori se parteciperanno in futuro a delle Escape Room.
"Gioco, set, partita" (4,55) Featurette dove attraverso interviste agli attori, regista e sceneggiatore, ci raccontano il film e la sua realizzazione.
"Gli unici sopravvissuti" (4,19) Featurette con varie interviste sulla progettazione delle stanze e sulla preparazione degli attori alle varie scene senza controfigura.
"Trailer vari"

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere