HOME arrow IN DVD: arrow Horror arrow Hagazussa: La strega (dvd)
Lunedì 30 Novembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
operatore.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Hagazussa: La strega (dvd) PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Sorghini   
martedì 10 novembre 2020

Titolo: Hagazussa: La strega
Titolo originale: Hagazussa
Caratteristiche del dvd in vendita dal 16 Settembre 2020.

Film
Nel XV secolo, Albrun vive nelle Alpi prendendosi cura di una mandria di capre da quando sua madre è morta, vent’anni prima.hagazussa.jpg
Un giorno, però, Albrun si rende conto di come nelle profondità del bosco si nasconda una presenza sinuosa che trasformerà la sua realtà in un incubo.

Il giovane Feigelfeld, austriaco, classe 1988, al di là della riuscita o meno di questo misterioso “Hagasuzza”, è un talento. Questo film sfiora a tratti la videoarte di Grandrieux, per esempio, e il nostro trentenne riesce a tenere le briglia di un prodotto certamente ambizioso e coraggioso. Complimenti. Detto questo, entrando nel merito di “Hagazussa”, dico subito che è un film ostico e fin troppo misterioso. Che concede pochi appigli e lascia che siano i simbolismi e l’estetica a far sì che, alla fine, sia un film molto interessante. Difficile pure metterlo in qualche categoria, anche se certamente l’horror, sui generis, è la casella più semplice da riempire.

Le Alpi Austriache, un medioevo suggerito dalla peste e dai costumi, la natura preponderante e decisiva, e il racconto di una crescita, quella di Albrun, isolata con la madre, presunta strega, in un casolare in mezzo ai boschi. Film diviso in quattro parti, “Ombra”, “Corno”, “Sangue” e “Fuoco”, di cui la seconda è decisamente la migliore e il perno centrale dell’opera. Un Cinema, se si vuole, differente per ogni segmento, arrivando fino all’allucinazione delle ultime due sezioni, quelle decisamente più complesse.

Un’opera affascinante e gotica, paludosa e sensuale, scura e disperata, dove i paesaggi dominano sulle pulsioni, sulle credenze popolari e sulla fede. Pochissimi dialoghi, molta materia sul fuoco che brucia lento, forse troppo. Non tutto è centrato, Feigelfeld si affida troppo ai simbolismi e al folklore, ma quando la notte si schiarisce, la luce brilla molto intensa. Non per tutti.

Video
Il film prodotto da Deutsche Film viene distribuito per il mercato Home Video da Blue Swan e presentato nel formato cinematografico di 1,39:1 anamorfico. La confezione presa in esame è una semplice Amaray, bella graficamente ma priva di Artwork interno. Siamo di fronte a un dvd di ottima fattura che testimonia la cura in fase di encoding. Le immagini risultano sempre definite e brillanti con una paletta cromatica naturale. Le riprese tra la neve godono di una luminosità entusiasmante, corpose e ricche di dettagli. Fedeli gli incarnati. Dvd di qualità!

Audio
Comparto audio ben sfruttato. Troviamo due traccie in Dolby Digital 5.1. in lingua originale e Italiano. Analizzando la pista sonora in Italiano possiamo constatare che ci troviamo di fronte a una traccia di qualità, dalla buona dinamica e ricca di dettagli in linea con il tipo di codifica.
Il campo sonoro è ben realizzato e ci permette di immergerci nelle nelle varie scene e di ascoltare dialoghi sempre chiari per tutta la durata del film.

Extra
Comparto extra assente. Peccato!.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere