HOME arrow HOME VIDEO: arrow Horror arrow I morti non muoiono (Blu Ray)
Domenica 17 Novembre 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
halloween_banner_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
la_llorona_728x120_top.jpeg
I morti non muoiono (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Luca Orsatti   
venerdì 18 ottobre 2019

Titolo: I morti non muoiono
Titolo originale: The Dead Don't Die

Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 02 Ottobre 2019.

Il film.
Nella sonnolenta cittadina di Centerville qualcosa non va come dovrebbe. La luna splende più del solito, le ore di i_morti_non_muoiono_blu_ray.jpgluce del giorno diventano imprevedibili e gli animali cominciano a mostrare insoliti comportamenti. Nessuno sa bene perché. Le notizie sono spaventose e gli scienziati sono preoccupati ma nessuno di loro prevede la piaga, strana e pericolosa, che in breve tormenta Centerville: i morti non muoiono! Uscendo dalle loro tombe, attaccano i viventi e li trasformano nei loro banchetti. I cittadini dovranno combattere come possono per sopravvivere....
Commedia zombie incredibile, piena di satira politica e umorismo nerissimo. Un film che di sicuro si prende poco sul serio, ma che fa riflettere come poche altre commedie uscite negli ultimi anni.
"I Morti non Muoiono" è la nuova commedia horror di Jim Jarmusch, regista di film magnifici come "Paterson" o "Solo Gli Amanti Sopravvivono". Questo film è stato giudicato da molte persone un filmetto deludente e senza momenti veramente divertenti. Non concordo su questo giudizio, ma posso capire chi la pensa così, in quanto questa pellicola non è adatta a tutti. Il ritmo è volutamente lento e calmo e l'umorismo non sovrasta mai l'atmosfera della pellicola. Inoltre i momenti dove gli zombi vengono uccisi sono goffi e anti-climatici, perchè Jarmusch non ha come obiettivo divertire lo spettatore. Il film di Jarmusch è una pellicola completamente anti-commerciale, dove il sangue non è mai mostrato in maniera fine a se stessa, i momenti di dialogo sono superiori a quelli d'azione e dove gli attori più conosciuti dai giovani (che potrebbero quindi attirarli in sala) vengono liquidati a un ruolo marginale e a una fine alquanto miserabile. Il film prende spunto dai capolavori di George Romero per quanto riguarda la struttura narrativa e la presentazione dei personaggi, ma poi si discosta completamente dai classici, risultando così uno dei film di zombi più originali usciti negli ultimi anni. Fin dall'inizio però si capisce come il tema principale della pellicola non siano gli zombi, ma la critica sociale che Jarmusch vuole fare. Attraverso essa il regista prende di mira tematiche come l'ambiente, la politica americana e il consumismo, sviscerandole senza alcuna pietà. Gli zombi ripropongono in maniera comica le azioni che ripetevano da vivi, in quanto legati a parte della loro vita passata. Col passare del tempo però non si ride più per questa particolarità, in quanto ci si rende conto come in questo film gli zombi non siano altro che una metafora dell'uomo stesso, che vende la sua anima in nome di valori fini a se stessi come l'estetica o la possessione di oggetti di valore. Gli unici a salvarsi saranno infatti l'eremita interpretato da Tom Waits e i bambini, le uniche persone pure in un mondo ossessionato da cose futili e che si dimentica delle cose realmente necessarie. La parte più divertente della pellicola risulta invece il fatto che i protagonisti si rendano subito conto dell'invasione zombi che si sta verificando, in quanto abituati da tutti i film di successo con gli zombi. Il regista offre quindi una visione opposta rispetto a quella di film come Shaun Of The Dead, dove i protagonisti ci mettono un po' prima di capire cosa sta succedendo, in quanto la loro routine gli impedisce di notare i cambiamenti del mondo. Verso la fine il film diventa la follia più completa e arriva a rompere ogni schema, facendo capire allo spettatore come quello che sta guardando è solo un film, ma che la vita reale in fondo non è così diversa. L'uomo compierà sempre gli stessi errori e non imparerà mai da essi. Tutto questo può essere riassunto nella canzone scritta apposta per il film dal grande Sturgill Simpson, "The Dead Don't Die", che vi invito ad ascoltare. In conclusione: un grande film che pochi possono apprezzare veramente....

Video.
Il film cooprodotto da Animal Kingdom e Film i Väst viene distribuito da Universal Pictures e presentato nel formato di 1,78:1 con
codifica a 1080 p. La confezione presa in esame è una semplice Amaray, dalla copertina accattivante ma priva di Artwork interno. Il film è stato interamente girato in digitale con camera Arri Alexa LF e poi riversato in un Master Intermediate 2K. Il risultato finale è di un Blu Ray di ottima qualità che ci offre immagini ricche di dettagli ma che non arrivano mai a bucare lo schermo. Il quadro video, grazie anche a un Bitrate medio di oltre 32 Mbps, è molto pulito e complessivamente ricco di informazioni riuscendo a gestire in modo egregio gli oggetti in primo e secondo piano. Le riprese alla luce del sole risultano particolarmente gradevoli per l'occhio, ma mai taglienti, tipiche di altre produzione. Nelle inquadrature con poca illuminazione o di notte, non si hanno particolari cedimenti, ma un leggero calo di dettaglio. Perfetti i colori, sempre realistici e mai artificiosi con una paletta virante verso le tonalità calde. Buoni gli incarnati resi sempre in modo naturale!

Audio.
Comparto audio composto da due tracce DTS-HD 5:1 Master Audio per l'Italiano e l'Inglese. La traccia in italiano è sostanzialmente simile a quella originale e risulta ottima sotto tutti gli aspetti. La qualità sonora è appagante anche se l'uso dei canali surround è meno intenso rispetto ad altre tracce, ma in linea con il film che prediligi i dialoghi. L'uso del Subwoofer è minimale, intervenendo in rari momenti. Da rimarcare il canale centrale sempre presente che regala dialoghi cristallini, abbinato a leggeri effetti di ambienza.

Extra.
Comparto Extra risicato, con circa 10 minuti di materiale da visionare:
"Bill Murray: Star della caccia agli zombie" (2,00)
"Non scomponetevi" (3,00)
"Dietro le quinte di: I morti non muoiono" (5,00) Breve dietro le quinte suddiviso in sei capitoli.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere