HOME arrow HOME VIDEO: arrow Horror arrow Jukai - La foresta dei suicidi (Blu Ray)
Mercoledì 20 Giugno 2018
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
the_midnight_man_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Il circolo Pickwick News
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Jukai - La foresta dei suicidi (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Sorghini   
venerdì 09 febbraio 2018

Titolo: Jukai - La foresta dei suicidi
Titolo originale: The Forest
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 18 Gennaio 2018.

Film
La foresta di Aokigahara, in Giappone, detta dai locali anche Jukai (letteralmente, mare di alberi), porta le personejukai_la_foresta_dei_suicidi_blu_ray.jpg che si perdono al suo interno al suicidio. Sara (Natalie Dormer) una ragazza americana, ha saputo che la sorella gemella Jess è stata vista per l’ultima volta andare verso quella direzione. Sara decide di andare ai piedi di monte Fuji per cercare di scoprire che fine abbia fatto la sorella: lei sente, infatti, che è ancora viva.... Il film dell’esordiente Jason Zanda è un Horror-Thriller ambientato in una location suggestiva che però non sa sfruttare fino in fondo le sue potenzialità. La foresta di Aokigahara, non solo esiste veramente, ma è davvero la foresta dei suicidi: ancora oggi, molte persone scelgono questo posto per andare a suicidarsi, tanto che il governo giapponese ha messo all’ingresso alcuni cartelli che invitano i viaggiatori a ripensarci. La fotografia risulta ottima, ma purtroppo il film non riesce a convincere fino alla fine. Nonostante la bravura della Dormer nei ruoli drammatici, il film non riesce a trasmettere il pathos e la suspance necessari a inquietare lo spettatore. Per scelta stilistica del regista, non sono stati utilizzati effetti speciali al computer, ma gli attori sono stati truccati alla vecchia maniera. In realtà, lo scopo era di creare un film a metà strada fra il genere horror occidentale e quello giapponese e pur apprezzando questa scelta, che denota una certa visione poetica della regia, le facce degli yurei non riescono a spaventare. E sono loro i veri protagonisti della storia, molto più della Dormer o di Taylor Kinney, che interpreta il personaggio di Aiden, a metà strada fra un giovane esploratore del National Geographic e un rimorchiatore da bar. Gli yurei giapponesi non sono dei semplici fantasmi, ma degli spiriti che sfruttano la tristezza degli esseri umani per rivoltarla contro di loro e portarli al suicidio. La stessa Sara, prima di entrare nella foresta, viene avvertita dalla saggia guida Michi (Yukiyoshi Ozawa) a non entrare perché troppo triste.
Il concetto, molto interessante, non è sviluppato a sufficienza a livello psicologico, nonostante promettesse bene da questo punto di vista. Peccato per l'occasione persa.

Video
"Jukai - La foresta dei suicidi " edito da Koch Media per la nuova etichetta Midnight Factory viene presentato nel formato 1,78:1 con codifica a 1080. Come per tutte le uscite top targate Midnight Factory la confezione è una Slipcase contenente l'amaray impreziosita da un bel artwork interno che ci mostra l'immagina della locandina originale Oltre al film in blu ray troviamo l'immancabile booklet, di sei pagine, realizzato da Manlio Gomarasca e Davide Pulici per Nocturno Cinema che analizza il film in ogni suo aspetto. "Jukai - La foresta dei suicidi" è stato interamente girato in digitale con telecamera Arri Alexa XT Plus e lenti Cooke S4 e, successivamente riversato su un master Digital Intermediate. Con premesse di questo tipo ci si aspetta un prodotto di alta qualità. Grazie anche un Bitrate medio corposo che tocca vette di oltre 35 Mbps, le immagni risultano ricche di informazioni e con un livello di dettaglio profondo. I colori tendenzialmente neutri vengo riprodotti perfettamente e anche nelle scene con poca illuminazioni le tinte sono sempre fedeli. Gli oggetti in primo e secondo piano all'interno di ogni scena sono riprodotti in modo fedele, con tanti dettagli facilmente visibili. Solo in rare circostanze, particolarmente buie, abbiamo un nero leggermente opprimente. Particolarmente naturali gli incarnati. Un Blu Ray ottimo!

Audio
Audio potente, come da tradizione Koch Media, che riesce sempre a cinvolgerci. Troviamo, come sempre, due tracce lossless in formato 5.1 DTS HD sia per la lingua originale che per il doppiaggio italiano. L'audio è particolarmente squillante e con un uso dei canali anteriori preponderante. La qualità della traccia italiana è sempre valida e corposa. L'uso del Subwoofer è ottimo e quando interviene lo fa con estremo vigore, a enfatizzare le scene più drammatiche. Canale centrale sempre presente che regala dialoghi chiari.

Extra
Comparto extra risicato, composto da un breve dietro le quinte e varie interviste palesemente tagliate. Peccato!
Trailer
B-Roll (4,41)
Intervista al regista Jason Zada (3,31)
Intervista a Natalie Dormer (1,42)
Intervista a David S. Goyer (1,51)
Intervista a Taylor Kinney (1,38)
Intervista a Eoin Macken (0,49)

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere