Giovedì 6 Ottobre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Quella casa nel bosco PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 8
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
lunedì 14 maggio 2012

Titolo: Quella casa nel bosco
Titolo originale: The Cabin in the Woods
USA: 2012. Regia di: Drew Goddard Genere: Horror Durata: 95'
Interpreti: Kristen Connolly, Chris Hemsworth, Anna Hutchison, Fran Kranz, Jesse Williams, Richard Jenkins, Bradley Whitford, Brian J. White, Amy Acker
Sito web ufficiale: www.discoverthecabininthewoods.com
Sito web italiano: www.quellacasanelbosco.it
Nelle sale dal: 18/05/2012
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Dario Carta
L'aggettivo ideale: Furbo
Scarica il Pressbook del film
Quella casa nel bosco su Facebook
Mi piace

quella_casa_nel_bosco_leggero.png"Quella casa nel bosco" è una curiosa danza macabra attorno al totem di un cinema sornione che,per una volta,sa sottrarsi alla configurazione stantia di un genere che negli ultimi tempi tende a declinare ogni invito a proporre spettacolo serio.
Il regista Drew Goddard,autore di "Cloverfield" e qui cosceneggiatore con Joss Whedon,tesse una furba ossessione,dribblando i canoni dell'horror di sola immagine e veicola,con uno scaltro occhiolino,una faceta ironia nelle ossa di un lavoro fitto di guizzi e finte paure.

"Cabin" svicola dalle declinazioni dell'horror da festival e si accomiata dalle lusinghe imbastite dai rovesci gore,qui accennati solo per sostenere un titolo che fra un sorriso diabolico e un'inpennata di sospetto sociale,fa vela verso lidi più importanti.
Forse è difficile dare una definizione al gergo cinematografico del lavoro di Goddard,ma non sfugge il senso ilare di fantasie satiriche che sembrano ballare al ritmo dark del peggiore incubo di questo lato di Elm Street.

Cinque amici,studenti nello stesso college,saltano in macchina e si dirigono verso i boschi per passare il fine settimana in una capanna presa in affitto nella foresta.
La lista è completa di ogni archetipo. Curt (Chris Hemsworth) è il fusto,Dana (Kristen Connolly) è la brava ragazza,Jules (Anna Hutchison) è la spregiudicata,Marty (Fran Kranz) il fumato di turno,e Holden (Jesse Williams) il ragazzo a posto. Quando il gruppo sosta per fare benzina,l'uomo della stazione di servizio lo mette in guardia sul destino che li attende,ma gli amici non se ne curano e arrivano a destinazione.
Nulla rivela che sotto le cantine della capanna si apre un enorme laboratorio con a capo due tecnici (Richard Jenkins e Bradley Whitford),impiantato per portare a termine un diabolico esperimento scientifico.

Ovunque,ai piani superiori nell'interno della capanna e fuori nel bosco circostante,sono fissate delle telecamere in grado di riprendere ogni istante della giornata dei ragazzi. Il progetto è quello di offrire agli amici le opportunità per sfuggire - o portare a compimento - il proprio destino. Va dato a Goddard il merito di privilegiare dell'ossessivo gusto per un sarcasmo raffinato e tagliente,termine costante in tutto il film,che sorride gongolante a ogni clichè di genere che qui si trasfigura in uno sfuggente senso di meraviglia,fissata nella perplessità per uno spettacolo irriverente e canzonatorio.
Più "Armata delle tenebre" che "La casa",il film sfoglia ogni pagina del catalogo degli horror della reverenza,da "Halloween" ai "Venerdì",da "Hellraiser" a "Hostel",da "Saw" al "Texas Massacre",senza dimenticare di salutare gente come Argento,Tarantino o i registi della paura asiatica.
Ma lo fa con lo sfrontato garbo della parodia o,meglio,della berlina del brivido. Il titolo non dia consiglio,è bene architettato anche questo. Non si resti coinvolti dall'apparenza di una banalità che va ben oltre. Fin dall'incipit,la natura del film sgancia un sorrisetto malizioso a chi assiste ad un'apertura omaggiante il cinema low budget dei '70,con tanto di palette,caratteri dei titoli di testa e montaggio.
Più in là segue il doveroso ingresso alla stazione di servizio sporca e deserta,Colonne d'Ercole fra la certezza e l'ignoto,persa nel nulla,rigorosamente chiusa ed abitata dall'onnipresente redneck rozzo provinciale sbavante,che mette in guardia i ragazzi da quello che da sempre è il pericolo fuori dalle mura metropolitane d'America ("Un tranquillo week end di paura"),al di fuori di ogni giurisdizione sociale.
Poi arrivano gli indizi sparsi come leggeri suggerimenti che spostano il punto di osservazione,come il falco (digitale) che entra nel campo visivo,ripreso in quota e porta l'attenzione dai ragazzi in strada al suo volo,che finirà in un disintegrarsi contro una invisibile barriera elettrica.

Quando il film offre la sua prima svolta,la prospettiva cambia direzione. E' il momento in cui "gli agnelli varcano il cancello ed entrano nel mattatoio",diventando "gli zimbelli degli dei",per cui andranno purificati dai peccati e dall'ignoranza.
Il senso del mistero si riversa in una surreale commedia dark,cui nulla si fa negare grazie ad un umorismo affilato e a un taglio narrativo sconcertante e insolente. Prende forma un'identità sfuggente ma innegabilmente concreta,brillante dello smalto di una narrazione fitta e timbrata da un ritmo sempre in crescendo.
Tutto entra in scena in ordine sparso e nel rigore più assoluto di un 'anarchia satirica e irriverente:diari antichi,rivelazioni arcane,segreti esoterici,deviazioni fideistiche e spiriti risvegliati,su un palcoscenico di farneticanti scommesse,destini giocati,tecnologie,previsioni e improbabili statuti.
Allora "Quella casa" assume le grottesche fattezze di un affascinante incubo surreale,una curva nello spettacolo d'ordinanza,uno scherzo semiserio sul viaggio oscuro nel peccato d'onnipotenza e nel residuo umano,che si dibatte fra magia,divinità pagane,adoratori del dolore e non morti.

E' discutibile ipotizzare una sottotraccia polemica e il sospetto di un'accusa sociale da parte del regista.
Quando "Quella casa nel bosco" si chiude,resta il tangibile senso di sconcerto per un film che diverte spiazzando e che,senza fare la voce grossa,sa cosa dire e in quale modo,facendosi capire con un linguaggio di cinema ficcante e ironico,dove idee,sangue,paure,zombie,uomini e burattinai scrivono una faceta formula per la paura che diverte.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere