Sabato 26 Novembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
[Rec]3 Génesis PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 57
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
giovedì 09 agosto 2012

Titolo: [Rec]3 Génesis
Titolo originale: [Rec]3 Génesis
Spagna: 2012. Regia di: Paco Plaza Genere: Horror Durata: 80'
Interpreti: Leticia Dolera, Javier Botet, Diego Martín, Carla Nieto, Alex Monner, Mireia Ros, Ismael Martínez, Claire Baschet, Ana Isabel Velásquez, Xavier Ruano, Itziar Castro, Emilio Mencheta, Blai Llopis
Sito web ufficiale: www.recoficial.com
Sito web italiano: www.magnetreleasing.com/rec3
Nelle sale dal: 17/01/2013     
Voto: 6,5
Trailer
Recensione di: Dario Carta
L'aggettivo ideale: Divertente
Scarica il Pressbook del film
[Rec]3 Génesis su Facebook

rec3_leggero.pngPresunto prequel dei due episodi precedenti - discutibile ipotesi,dal momento che in una scena del film scorrono in TV le immagini della prima pellicola - "Rec 3,Genesis" segna una scossa al sistema di Plaza e Balaguerò,registi in tandem del franchise del culto gore spagnolo.
La formula originale si scombina in una soluzione alternativa nel terzo film della serie,diretto dal solo Plaza,coautore della sceneggiatura con Luis Berdejo,compagno di scrittura di Rec,un lavoro che scompagina le fila degli aficionados della saga,divisi nelle opinioni su un titolo che stona nel coro dei due che lo precedono.
La scelta è provocatoria,certamente non casuale e inoltre stimolante per riflessioni sulla discutibilità di qualsivoglia pregiudizio sulla standardizzazione dell'inventiva del catalogo horror. La piattaforma di "Rec 3" poco si adatta alle funzioni svolte dai capitoli che lo precedono e i segnali che fornisce sono di tutt'altra natura rispetto a quelli emessi dai "Rec 1" e "Rec 2".

Plaza decide di modificare il registro e organizza un abile trucco di cinema,disorientando attese e aspettative e imbastendo dietro un titolo celebrato,una commedia nera fittamente lusingata da un faceto umorismo dark.
Ma Plaza ha la giusta intuizione e per fare questo,dopo una breve introduzione,abbandona la modalità POV e si dedica ad un più tradizionale sistema di regia,più disponibile a trasmettere quello che il regista vuole dire e in che modo lo vuole fare.

Lasciatisi alle spalle i claustrofobici corridoi e le stanze buie delle prime due storie,Plaza inizia a parlare di un matrimonio,una festa in una grande villa con parco,per celebrare le nozze di Clara (Leticia Dolera) e Koldo (Diego Martin). La regia delle riprese viene affidata al cugino Adrien e al tecnico visivo Atun,coautori del cinema-veritè di prassi,il tipico girato in abito cerimonial-popolare,fissato dall'occhio soggettivo delle steadycameras dei due incaricati.
Il filmato cesereccio non sforna le oppressive immagini rubate alle livide tenebre delle case infettate dai virus,ma si incarica del compito di introdurre la verve grottesca di una pellicola che vuole raccontare lo splatter senza credere per nulla al dramma e dar troppa confidenza al raccapriccio. L'incipit resta fedele al found footage e i personaggi,l'ambiente,le situazioni,gli spazi vengono catturati in pochi minuti di macchina a mano frenetica e intenzionalmente farraginosa e approssimativa,come in un filmato amatoriale e festaiolo frastornato da uno score pop/folk.

Quando si capisce che lo zio non è stato morso da un cane e comincia a vomitare sangue in faccia agli invitati scatenando il finimondo,il meccanismo scenico e narrativo cambia aspetto,con l'immagine dell'occhio della telecamera rotta e caduta a terra che si spegne,non senza aver prima lanciato un occhiolino alla scena finale di "Terminator".
Qui il regista,con brillante disinvoltura,inserisce i titoli di testa del film,che procederà con il tradizionale metodo di ripresa in oggettiva e che narrerà come Clara e Koldo,persosi di vista,potranno ritrovarsi sfuggendo agli zombi. "Rec 3" sdoppia la propria identità,interpolando elementi provvisori della matrice splatter con la timbrica di una comicità surreale che guizza nel racconto con le immagini della satira beffarda.

Farsa e canzonatura danzano sul palcoscenico del sangue,che di rosso ha solo il colore e lasciano che le armature di San Giorgio del drago brillino più delle zanne degli invasati cui scappa da ridere. Il teatrino grottesco di "Rec 3" chiede infine solo di ridere con una paura innocua e scherza serioso fra fantasie morbose per finta e facezie d'orrore,con trastulli di mostri e figurine che stizzano l'occhio ai giochi macabri di Sam Raimi,agli eccessi rocamboleschi di Tarantino e alle bizzarrie di Tim Burton,con i sinceri saluti del melodramma shakesperiano di Giulietta e Romeo e le note dell' Eloise di Barry Ryan.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere