Giovedì 23 Novembre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Scare 2 die PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Anna Maria Pelella   
domenica 29 giugno 2008

Scare 2 die
Titolo originale: Hark sei nei
Hong Kong: 2008. Regia di: Cub Chien Kong-On Genere: Horror Durata: 98'
Interpreti:  Elanne Kong Yeuk-Lam, Sam Lee Chan-Sam, Tommy Yuen Man-On, Lawrence Chou Chun-Wai, Derek Tsang Kwok-Cheung, Raymond Wong Ho-Yin, Candy Hau Woon-Ling
Sito web:
Voto: 6
Recensione di: Anna Maria Pelella

scare2die_leggero.jpegTre episodi collegati da un unico tema: la paura. Nel primo, Gambling man Sam Lee è un giocatore indebitato fino al collo che trova una misteriosa moneta, la quale gli consente di vincere per tredici volte consecutive. Ma il prezzo è ovviamente altissimo. Nel secondo episodio, Running girl Elanne Kong è una giovane donna che si sveglia in quello che sembra un incubo di Romero. Nel terzo, Dying boy Tommy Yuen è un disoccupato che decide di partecipare ad un reality dal titolo "scare you to death " e quello che gli accadrà è in perfetta linea col titolo del gioco.
E' di paura che si parla in questo film. Non la semplice angoscia che prende di fronte all'inspiegabile, bensì il panico atavico che colpisce chi è testimone di cose che vengono dall'Oltre. Ed è questo un luogo altro rispetto al nostro piano temporale, dove si trova chi ha già travalicato la barriera che ci separa dalla morte, e non solo non ha nessuna intenzione di andare, ma avverte un irrefrenabile desiderio di mettere le mani addosso, possibilmente intorno al collo di chi è ancora da questa parte.
I riferimenti sono molti e tutti abbastanza evidenti. La simbolica utilizzata è di forte impatto e la regia, seppur in alcuni momenti leggermente grossolana, è efficacissima.
La continua rappresentazione in movimento di oggetti o persone che non dovrebbero in verità muoversi affatto, rende ansiogeno un corridoio e spaventosi gli antri che si aprono alla luce debole dei neon traballanti.
Se è pur vero che è possibile intuire quello che capiterà al povero giocatore posseduto dalla sua moneta, non è certo facilissimo immaginare la forma che il ritorno prenderà, per lo sfortunato possessore di un oggetto diabolico. Mentre il secondo episodio ha un taglio leggermente più onirico, e la protagonista vive fino alla fine un terribile incubo, di quelli che a raccontarli sembrano stupidi ma che, ben rappresentati regalano una bella notte insonne all'incauto spettatore. Il terzo episodio appare ad un primo sguardo come una satira di quello che la gente è disposta a fare pur di apparire in televisione e, possibilmente accaparrarsi un pò di soldi.
Il contratto che il giovane disoccupato si trova a firmare contiene alcune piccole anomalie, apparentemente innocue che, però si riveleranno fatali. Ad esempio, sappiamo da sempre che una cosa da non fare assolutamente mai è mettere per iscritto, comunicando così a terzi, le nostre più intense paure.
E già che ci siamo se si finisce col firmare casualmente con una goccia del proprio sangue, forse non è del tutto casuale il fatto che chi ci propone il contratto zoppichi un pochino, o no?
Vogliamo poi parlare dei famosi ascensori orientali, solitamente assai più abitati dei condomini di cui fanno parte?
Presente come attore in alcuni film dei fratelli Pang, Cub Chien Kong-On praticamente è alla sua prima opera, dal momento che per il suo precedente ed unico film come regista , See you in Youtube, figura solo tra i produttori. Se questa regia risulta vagamente impersonale, è pur vero che il risultato finisce per avvincere proprio a causa di una certa ingenuità nella rappresentazione. Cub Chien Kong-On utilizza al meglio tutto l'apparato da film horror asiatico, mettendoci in più un buon uso delle luci e una tensione solitamente più occidentale che, combinata al sapore asiatico di provenienza riesce a condire appieno un piatto che rischiava di finire per diventare la solita minestra riscaldata. 

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere