HOME arrow Recensioni Blu Ray arrow Horror arrow Scare Campaign (Blu Ray)
Mercoledì 23 Agosto 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prossimamente
Scare Campaign (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Sorghini   
lunedì 05 giugno 2017

Titolo: Scare Campaign
Titolo originale: Scare Campaign
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 25 Maggio 2016.

Film
Il popolare show televisivo "Scare Campaign" ha divertito il pubblico negli ultimi cinque anni grazie al suo mix discare-campaign-blu-ray.jpg paure vecchio stampo e telecamere nascoste. Una volta entrati in una nuova era di tv on line, i produttori si ritrovano di fronte alla volontà di realizzare una serie web dal taglio molto più duro, che rende il loro show ancora più caratteristico e singolare. Per loro, è arrivato il momento di alzare la posta in gioco e di rendere il terrore ancora più tremendo, finendo però con lo scegliere come vittima la persona sbagliata.....
Diretto e sceneggiato dai fratelli Cairnes il film sfrutta una tematica attuale, inserendo l’orrore all’interno di uno show televisivo, in questo caso una candid camera nella quale un ignaro protagonista viene attirato in un luogo isolato e qui fatto oggetto di scherzi spaventosi.
L’idea del mockumentary localizzato all'interno di uno studio televisivo è interessante e viene sviluppato dai due registi in modo da rendere lo spettatore coinvolto a 360 gradi. La telecamere diventano l’occhio indiretto che segue una vittima prescelta, inconsapevole di far parte di un gioco studiato appositamente per il morboso voyeurismo del pubblico.
Per fronteggiare un brusco calo di ascolti, il team del programma decide una soluzione drastica: ambientare la vicende in una location veramente spaventosa, un ex ospedale psichiatrico nel Queensland, in Australia.
Il luogo in questione si dimostra solo il contorno di un crescendo di eventi sempre più spaventosi, perché il concorrente invitato per l’occasione rivela un comportamento ambiguo e pericoloso: questo però è solo il principio di una nuova serie di colpi di scena che scompongono il film letteralmente in mille pezzi, come se all’interno di una scatola ne trovassimo altre più piccole.
I registi, pur lavorando con un budget limitato, riescono a fare centro proprio spostando le risorse in fase di sceneggiatura, creando un plot che a un certo punto inizia a mescolare le carte sul tavolo fino al twist decisivo ancora più sconvolgente di quelli precedenti. “Scare Campaign” evita di scadere nel banale, intrattenendoci per neppure ottanta minuti nei quali la parola noia non esiste, pure se bisogna comunque fare i conti con dialoghi e interpretazioni appena sufficienti e con una fotografia volutamente televisiva, scelta a cui ci si abitua subito proprio per il contesto nel quale si sviluppa l’opera. Il tema della morte come strumento da mostrare in diretta per aumentare gli ascolti non è certo nuovo, ma la matrice concettuale qui scivola via col il passare dei minuti in favore di un gioco al massacro legato per giunta al lato oscuro di tale aspetto, quello che chiama in causa gli snuff movie.
Questa fatica dei due fratelli australiani è la prova ulteriore che il cinema horror può essere gestito con le idee più che con i soldi e grazie a Koch Media il film è riuscito ad approdare nelle uscite home video italiane.
Consigliato a chi è alla ricerca di una piccola boccata di aria fresca.

Video
"Scare Campaign" edito da Koch Media per la nuova etichetta Midnight Factory viene presentato nel formato 2,35:1 con codifica a 1080 p. Come sempre per le uscite Midnight Factory la confezione è una bella Slipcase contenente l'amaray. Oltre al film in blu ray troviamo l'immancabile booklet realizzato da Manlio Gomarasca e Davide Pulici per Nocturno Cinema che analizza il film in ogni suo aspetto. Il film è stato interamente girato in digitale con telecamera Arri Alexa e questo ne ha portato dei benefici per qualità e definizione delle immagini. Forte di un Bitrate medio molto generoso, che si attesta su 35 Mbps, la qualità delle riprese è eccellente.  Le immagini sono sempre rese al meglio sia in interni che in esterni, dove il livello di dettaglio risulta più tagliente. Se vogliamo essere pignoli, in alcune inquadrature all'interno dell'ospedale psichiatrico, troviamo un'immagine leggermente velata che con tutta probabilità è una scelta precisa in fase di post-produzione. Ottimi i colori che si contraddistinguono da una base pastello dove spicca il rosso del sangue, il tutto per creare un forte stacco emotivo. Sempre perfetti gli incarnati, resi in modo naturale.

Audio
Il comparto audio del Blu Ray è di ottimo impatto e riesce a regalare un'esperienza sonora coinvolgente. Troviamo due tracce lossless in formato 5.1 DTS HD sia per la lingua originale che per il doppiaggio italiano. L'audio è corposo e definito e riesce a rendere coinvolgente ogni momento del film. La qualità sonora è elevata e l'uso dei canali surround nei momenti più concitati è ottimale a creare un effetto di ambienza adrenalinico e pauroso.
Sunwoofer sempre ben bilanciato e pronto a intervenire costantemente. Canale centrale sempre attivo che regala sempre e comunque dialoghi cristallini abbinato ad un buon effetto di profondità.

Extra
Comparto extra insufficiente, infatti oltre al trailer troviamo un brevissimo Making Of (4,26) sottotitolato.

Trailer

 

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere