HOME arrow HOME VIDEO: arrow Horror arrow Slender Man (Blu Ray)
Domenica 26 Maggio 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
pet_sematary_160x600.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Slender Man (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Sorghini   
mercoledì 30 gennaio 2019

Titolo: Slender Man
Titolo originale: Slender Man

Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 09 Gennaio 2019.
Acquista l'edizione Blu Ray del film al miglior prezzo!

Il film.
In una piccola città del Massachussets, quattro ragazze liceali eseguono un rituale nel tentativo di sfatare laslender_man_blu_ray.jpg leggenda di Slender Man. Quando una delle ragazze scompare misteriosamente, iniziano a sospettare che anche lei è stata vittima dell'essere altissimo, magrissimo, dalle braccia lunghissime e senza volto protagonista di racconti spaventosi....
La struttura di un film dell’orrore, parte quasi sempre da una leggenda o da un racconto che nel tempo si è diffuso, come spesso accade, attraverso il passaparola che ne modifica il contenuto e ne arricchisce la trama. In merito a Slender Man, la leggenda narra che si sia un uomo altissimo dal volto indefinito e dalla carnagione piuttosto bianca, che ha l’abitudine di rapire bambini e ragazzini dai 5 ai 17 anni. Ora, seppur la trama della pellicola, sia stata capacemente incentrata intorno a tale leggenda, non si può dire che sia stata però efficacemente costruita. Sono diversi i vuoti di copione che si ripetono per tutto lo svolgimento del film, per non parlare dei personaggi di cui viene totalmente ignorata la storia. E, per quanto possa essere giustificata e comprensibile, la volontà del regista di concentrarsi totalmente sul reale protagonista assoluto, in alcuni casi, omettere totalmente la spiegazione di alcuni eventi o piuttosto evitare di ampliare la genesi di un personaggio, rischia, come in questo caso, di far percepire il film come incompleto. Inconsueta anche la scelta di utilizzare una fotografia piuttosto cupa, caratterizzata da ombre e da colori tendenti comunque al buio. Laddove non è specificato che l’entità maligna si manifesti solo in condizioni di oscurità, sembra evidente la volontà di Sylvain White di voler sfruttare la “paura del buio” che, in modo più o meno radicata, è presente in ognuno di noi. Ciò però comporta un calo di attenzione se, le condizioni di buoi vengono perpetrate per quasi tutta la durata della pellicola. I tratti negativi di cui sopra, finiscono per oscurare anche quelli postivi che comunque, ogni tanto, riescono a fare capolino.
E’ palese la capacità el regista di creare comunque attimi di concentrazione mista a quel senso di timore che è poi il punto forte di un film horror; ma tale caratteristica non è sfruttata al meglio. Un film mediocre, che enfatizza una leggenda e la rende più interessante di quanto realmente sia ma non è capace di trasferire sullo schermo la stessa potenza che sembra volergli attribuire.

Video.
Il film prodotto da Mythology Entertainment e Madhouse Entertainment viene distribuito da Universal Pictures e presentato nel formato di 2,39:1 con codifica a 1080 p. Il packaging, come da tradizione, è una semplice Amaray, bella graficamente ma priva di Artwork interno. "Slender Man" è stato interamente girato in digitale con telecamere Sony CineAlta F55 e Sony a7s Mark II . Successivamente riversato su un Master Intermediate 4K. Complessivamente il Blu Ray è ottimo e se consideriamo che quasi tutto il film gioca sulla penombra e il buio il risultato finale è appagante. Da un punto di vista puramente visivo, le immagini di "Slender Man" non offrono particolare varietà, questo perché tutto il film è pervaso da una colorazione bluastra, particolarmente fredda, che può,in alcuni momenti, fare quasi da filtro, anestetizzando leggermente la visione. Nal complesso comunque, dettaglio e nitidezza la fanno da padrone e nelle scene alla luce del sole i colori prendono vigore e corposità.
Solo in alcuni momenti ho riscontrato dei lievi problemi di compressione e alcuni artefatti di banding, ma nulla di particolarmente invasivo!

Audio.
Comparto audio composto
da tre tracce: Italiano e Inglese 5.1 DTS-HD Master Audio e Dolby Digital 5.1 per il Russo. La traccia in lingua italiana è squillante e dalla buona dinamica e riesce perfettamente a rendere coinvogente la visione del film, insinuando nello spettatore angoscia e timore. In tutte le scene riscontriamo precisi effetti di ambienza con un uso corposo di tutti i canali che intervengono repentinamente ricreando un campo sonoro avvolgente. L'uso del Subwoofer è buono e persistente riuscendo a enfatizzare le molteplici scene spaventose. Canale centrale buono che ci regala sempre dialoghi puliti.

Extra.
Extra latitanti, troviamo una breve featurette sottotitolata che ci illustra il cast femminile con immagini dietro le quinte e interventi del regista e parte della troupe (9,4′)

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
SeedingUp | Digital Content Marketing
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere