Domenica 26 Maggio 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
pet_sematary_160x600.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Surrounded PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 16
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
giovedì 17 luglio 2014

Titolo: Surrounded
Titolo originale: Surrounded
Italia.: 2013. Regia di: Federico Patrizi, Laura Girolami Genere: Horror Durata: 84'
Interpreti: Tatiana Luter, Daniel Baldock, Emanuela Birocchi, Sean James Sutton, Guglielmo Poggi
Sito web ufficiale: www.gabrielealbanesi.com/surrounded
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 03/07/2014
Voto: 5
Trailer
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Raffazzonato
Scarica il Pressbook del film
Surrounded su Facebook

surrounded_leggero.pngUn avvocato e la moglie, un insegnante in attesa di partorire, vivono per scelta in una villa isolata.
Il giorno che l’uomo si allontana per lavoro, nella donna si acuisce la convinzione di essere in compagnia di presenze provenienti dai suoi ricordi.
Riuscirà Maryann a rivedere il ritorno del marito?

Una prova d’esordio, quella portata sul grande schermo dal duo Patrizi e Girolami, che strizza l’occhio a varie pellicole del genere horror, prima di tutto i film del maestro dei thriller dei ‘70 e ’80: Dario Argento.
Alla fine il risultato riesce però a catturare solo parzialmente l’attenzione di un pubblico che non sobbalzerà di certo sulla poltroncina anche a causa di una recitazione molto raffazzonata da parte degli attori protagonisti, che sembra leggano un copione in fase di recitazione.

Il tema dell’isolamento poi viene eccessivamente esasperato al punto di portare verso un finale anche troppo prevedibile e scontato una pellicola che inizialmente era nata sotto i migliori auspici.
Astenetevi se avete uno splendido ricordo delle pellicole portate sul grande schermo da maestri del genere horror di casa nostra. La speranza certa è che questa prova di esordio sia invece una prima occasione purtroppo mancata da parte di un duo di registi di possibili belle speranze.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
SeedingUp | Digital Content Marketing
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere