HOME arrow HOME VIDEO: arrow Horror arrow The Bride (Blu Ray)
Lunedì 10 Dicembre 2018
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
jurassic_world_il_regno_distrutto_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prossimamente
The Bride (Blu Ray) PDF Stampa E-mail
Scritto da Davide Sorghini   
mercoledì 18 luglio 2018

Titolo: The Bride
Titolo originale: Nevesta
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 12 Luglio 2018.

Film
Moderna ragazza di città, Nastya è follemente innamorata di Ivan. Manca solo il matrimonio per coronare la lorothe_bride_blu_ray.jpg fiaba d'amore. La famiglia di Nastya è però molto legata alle tradizioni e alle abitudini della Russia imperiale del XIX secolo. Per il suo Ivan, Nastya è però pronta a sottoporsi anche a una misteriosa cerimonia che risale ai secoli più bui della storia del cristianesimo, non sospettando quali ragioni (e conseguenze) si celino dietro il rito..... Ispirato da fatti realmente accaduti, in grado essi stessi di far gelare il sangue nelle vene, il film si spinge su un terreno molto particolare. Alle origini della fotografia, qualcuno, vedendo nella tecnica di riproduzione qualcosa di più di un fatto meccanico, era convinto che oltre alla luce l'obiettivo della macchina catturasse anche l'anima, ossia lo spirito dei defunti. Così, cercando negli annali della fotografia, ci si può imbattere in fotografie davvero spaventose, quelle dei morti. I "cari estinti", prima di essere consegnati alle tenebre della tomba, venivano messi in posa, opportunamente vestiti e acconciati in una beffarda e molto inquietante parodia degli atteggiamenti e posture tenute quando ancora in vita. A rendere ancora più preoccupante il fenomeno, contribuiva poi la moda di tingere le palpebre come se gli occhi fossero spalancati. "The bride" è un vero film horror. Non quindi circostante al genere o, come spesso accade, Thriller mascherato da horror. No. Qui di "fantasmi" e di "ritornanti" si racconta. Qui la morte ha un brutto aspetto e, pur non essendo la classica figura da "triste mietitrice", veste da sposa e ha il viso ricolmo di rughe. Peggio: aspetta la sua preda per poi restituire alla vita una larva, ovvero una diabolica creatura che, volendo vederla in metafora, rappresenta il mito del vampiro, in questo caso non alimentato dal sangue, ma dalla gioventù e dalla purezza. Le sepolture premature e gli occhi sanguinanti sono un evidente omaggio che il cineasta russo declina a favore di Lucio Fulci e al suo "Paura nella città dei morti viventi": ragione in più per aggiungere un pallino a favore di questa pellicola ottimamente realizzata. Oltre alla perfetta prestazione dell'intero cast artistico, l'abile regista può contare sulle suggestive location che la Russia garantisce e su un tecnico della fotografia che affianca tonalità calde (con prevalenza di toni rossi ed arancioni) ad altre fredde e quasi cimiteriali (blu spento, grigio e nero) facendo uso di faretti e luci soffuse in grado di dare un taglio quasi pittorico alle scene con macchina fissa. "The bride" è un bel film, che avrebbe però potuto raggiungere miglior esito se chi lo ha scritto avesse mantenuto i tempi e i ritmi del primo tempo, introdotto da un incipit da antologia.
Il secondo tempo, purtroppo, con la frenetica tendenza all'esasperazione di messa in scena offusca l'originalità di una sceneggiatura che non è pienamente valorizzata sul versante "suggestivo". Talvolta gli effetti speciali smorzano la suspense e avviliscono il clima, attenuando il pathos, l'atmosfera e la credibilità della storia. Peccato: un masterpièce, mancato per poco...

Video
"The Bride" prodotto da Force Media e edito da Koch Media per l'etichetta Midnight Factory viene
presentato nel formato 2,35:1 con codifica a 1080. Come consuetudine, per le uscite di prestigio, targate Midnight Factory la confezione è una bella Slipcase contenente l'amaray impreziosita da un gradevole artwork interno. Oltre al film in Blu Ray troviamo l'immancabile booklet, di sei pagine, realizzato da Manlio Gomarasca e Davide Pulici per Nocturno Cinema che analizza l'opera in ogni suo aspetto. Il film è stato girato in digitale con telecamera Arri Alexa e lenti Zeiss Super Speeds e questo ha giovato al risultato finale. Grazie a un Bitrate medio che si attesta su 27 Mbps, le immagni risultano estremamente convincenti con un livello di dettaglio appagamte. Considerando che molte scene sono girate in condizioni di scarsa luminosità la resa è eccellente e il rumore video è ridotta al minimo e mai invasivo. Tutto questo evidenzia un lavoro accurato svolto in fase di encoding che ha permesso di ottenere un disco privo di difetti significativi. Gli oggetti in primo e secondo piano vengono sempre riprodotti in modo fedele. Belle le tonalità, tendenti al pastello dei colori, e gli incarnati, sempre estremamente naturali. Promosso!

Audio
L'udio, come da tradizione Midnight Factory, è ottimo, preciso e squillante. Una pista sonora che ci regala un'esperienza d'ascolto coinvolgente per tutta la durata del film. Troviamo solo la tracce lossless in formato 5.1 DTS HD per la lingua italiana. La qualità è molto valida, definita e con un uso dei canali surround intenso. Ottimi gli effetti di ambienza che ci avvolge costantemente. Il Subwoofer è bilanciato e interviene in modo egregio nelle scene importanti. Canale centrale sempre presente che regala dialoghi cristallini. Un ottima traccia audio!

Extra
Comparto extra minimale. Troviamo altre all'immancabile Trailer, un breve "Dietro le quinte" (7,09) che, attraverso interviste a attori e regista, ci spiega l'idea su cui si basa il film.

Trailer

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Non ci resta che vincere
Tito e gli alieni
Perfetti sconosciuti
Il sacrificio del cervo sacro
Orecchie
Searching
Una vita spericolata
E' nata una stella
La terra dell'abbastanza
Dante va alla guerra
BlacKkKlansman
The Infiltrator
La profezia dell'armadillo
Sulla mia pelle
Gotti – Il Primo Padrino
Il tuttofare
The End? L'inferno è fuori
Ride
Io sono tempesta
Io c'è
Stronger, io sono più forte
Schegge di paura
Broadway Danny Rose
Il giovane Karl Marx
Come un gatto in tangenziale
La truffa del secolo
La truffa dei Logan
Monitor
Dogman
Un sogno chiamato Florida
Ippocrate
End of Justice - Nessuno è innocente
Ogni maledetta domenica
Paterno
Made in Italy
Rimetti a noi i nostri debiti
Abracadabra
Benvenuto in Germania
Avengers: Infinity War
I segreti di Wind River
Molly's Game
Il premio
Tonya
Strange Days
Omicidio al Cairo
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere