Domenica 25 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
The Signal PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 6
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
domenica 26 aprile 2009

The Signal
Titolo originale: The Signal
USA: 2007. Regia di: David Bruckner, Jacob Gentry, Dan Bush Genere: Horror Durata: 101'
Interpreti: Anessa Ramsey, A.J.Bowen, Justin Welborn, Scott Poythress
Sito web: www.doyouhavethecrazy.com
Nelle sale dal: In dvd inedito
Voto: 7
Trailer
Scarica ora The Signal con eMule Official - per velocizzare il download usa Speed Downloading!
Recensione di: Dario Carta

signal_leggero.jpegLa città di Terminus cade nel caos di una dilagante violenza,quando un misterioso segnale audio entra nelle case ed invade la mente delle persone che ne restano come iponotizzate.
Nei tre spezzoni che compongono la struttura portante del film si assiste alle vicende composite di un gruppo di persone che si agita in preda allo spasmodico manifestarsi di episodi di rabbia e pazzia.
Un disequilibrio distribuito nei singoli casi descritti nell'incipit del primo episodio,dai contorni appositamente sfumati,allinea subito l'animo dello spettatore all'incertezza delle immagini che sembrano pescare a caso tra accadimenti di persone colte in diverse condizioni delle rispettive vite.
Nella prima delle tre frazioni del film,diretta da David Bruckner,un'animosa inquietudine fa da comune denominatore agli eventi narrati ed i preamboli esplodono nella violenza che sorreggerà l'intero corso della pellicola. Lunghi silenzi,pause nei dialoghi,inquadrature prolungate,intervallano scene di violenta realtà omicida liberata da un segnale elettronico che si interfaccia con la follia umana. In una narrazione di timbro quasi documentaristico,che sembra raccogliere le modalità espressive del cinema degli anni '70,il rapporto fra il quotidiano convivere e la violenza metropolitana esaspera una visione già oggi vista in termini di un'Apocalisse sociale,disseminata di cadaveri e vittime di un eccesso demenzialmente tecnologico.
L'antitesi fra la forma espositiva della prima parte del film,che riporta ad una classificazione retrò del cine-distruzione e lo stereotipo di una tecnologia nefasta e dilagante,fa la forza d'impatto di questa prima parte,ove follìa,amore,morte e aggressione si mescolano nell'umano preda di un'incontrollabile destino.
Rabbia e sentimento trovano sfogo nell'animalità dell'uomo,che sfugge al controllo della ragione e che deflagra,liberata da un elemento esterno che si inietta nell'esistenza degli individui,privi di ogni possibilità di difesa.
Il passaggio al secondo segmento della pellicola,vede il regista Jacob Gentry rovesciare i presupposti del primo capitolo ed ambientare il racconto,anzichè sotto il cielo aperto di una città preda al furore,all'interno di una villetta dei sobborghi,ove una moglie prepara la casa per una festa,con tanto di palloncini e decorazioni.
La narrazione sarà interamente raccolta fra le mura dell'appartamento e non mostrerà mai un minimo indizio di una realtà esterna alla porta di casa.
All'ingresso di un primo ospite,segue un flashback che mostra come la felice moglie avesse poco prima massacrato il marito,folgorato alla follìa da una visione di un segnale sul monitor della televisione.
Il nuovo venuto,da parte sua,racconta alla donna come,a sua volta,abbia posto fine alla vita di un altro personaggio,incontrato nel primo episodio.
Ironia,gore,strampalate situazioni colloquiali,si impattano in un mood narrativo che sfiora il sarcasmo al vetriolo di Tarantino ed il racconto dei fatti procede in una grottesca serie di eventi scanditi da bizzarre fantasie.
Splendida è l'esplosione esplicativa dell'ospite sulle ragioni della follìa dilagante,in uno straripare di delirante terminologia di mirabile effetto,sbrodolata con maestrìa in un intarsio di raro umorismo surreale.
Situazioni divertenti in vesti quasi teatrali,tessute in una parodia alla Monty Python,susseguirsi di personaggi e fatti,alternarsi di eventi e relativi protagonisti,raccolti dall'episodio precedente,fra i quali l'uomo alla ricerca ossessiva della moglie e vortici di flashback,collimano perfettamente a dare un collage di immagini disorientanti ma di rara efficacia traboccanti di sardonica ironìa.

Dan Bush ha il compito di interpolare i fatti narrati nei due primi episodi e portarli a compimento nel terzo capitolo del film,cercando di mantenersi coerente agli schemi tracciati nei due capitoli precedenti e portare un senso compiuto ad una pellicola non facile da classificare in canoni standard.
Ogni aspetto vagliato nelle pagine introduttive,l'ironia sociale,la splatter-comedy,l'incoerenza visiva di un horror multidirezionale,si soluzionano nell'episodio conclusivo in un'opaca follìa esasperata,nel deterioramento dei rapporti umani,nel disconoscimento dei legami con la ragione,sciolti dal segnale inviato da un evento esterno alla mente dell'uomo,dal quale questo si deve guardare e difendere,pena la sua stessa esistenza.
E' il concetto del male che non è nell'uomo ma va nell'uomo e lo conduce alla demenza che induce distruzione.
Pur nella ricerca del suo amore che non vuole perdere,Lewis,l,'uomo che per tutto il film cerca la moglie perduta, si perde davanti al mostro che lo deruba della ragione,risucchiandolo nel nulla di una vacua follìa.
Il catarsi ipnotico indotto dalle immagini sullo schermo che affronta i protagonisti,sono il segnale che se la trasmissione informatica supera i valori della ragione,consumando le difese dell'individuo vinto e svuotato,non può esistere più nulla che si erga a sua protezione e l'effetto della forza mediatica non è più contenibile.
Ottimo esempio di un horror indipendente,capace di sfruttare canali sgombri dai luoghi comuni per impostare la propria valenza mescolando con arte la carte in gioco e vagliando ingredienti alternativi che consentono di mutare l'abituale prospettiva da cui vedere un genere cui spetta riconoscere a questo titolo un valore di inconsueta novità.

Accedi con eMule Official alla lista di tutti i film che vuoi scaricare gratis e usa Speed Downloading per velocizzare tutto!

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere