Lunedì 30 Novembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
operatore.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Train to Busan (dvd) PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesca Caruso   
martedì 19 dicembre 2017

Titolo: Train to Busan
Titolo originale: Train to Busan
Caratteristiche del dvd in vendita dal 25 Ottobre 2017.

Film
Ci vogliono solo 3 minuti per capire che gli zombie sono tornati, e questa volta sono in Corea. Questa pregevoletrain_to_busan.jpg pellicola, diretta da Yeon Sang-ho, ha messo d’accordo critica e pubblico, posizionandosi al primo posto al box office dei film usciti nel 2016 in Patria e raccogliendo consensi ovunque sia stata presentata. Seok-wu è un manager finanziario che, separatosi dalla moglie, vive con la figlia Su-an, la quale però si sente trascurata dal padre, concentrato troppo sul proprio lavoro. Come regalo di compleanno Su-an vuole andare a Busan dalla madre e a nulla vale il tentativo da parte di Seok-wu di rimandare il viaggio. Di fronte all’insistenza della figlia alla fine cede. Sul treno per Busan sale all’ultimo istante una ragazza con delle strane ferite. I passeggeri, ignari del pericolo, si troveranno a dover fronteggiare ciò che mai avrebbero immaginato: prima ancora degli zombie, il nemico dentro se stessi. “Train to Busan” è un film ricco d’azione, dal ritmo serrato e che lascia spazio alla riflessione, tutto reso in maniera armonica. Non è solo un film d’intrattenimento, che pone lo spettatore in una posizione di inquietudine per il pericolo “esterno” e preoccupazione per i personaggi che ha cominciato a conoscere e per i quali parteggia fino alla fine, ma delinea anche un quadro duro e crudele – più che mai veritiero e autentico – di una società, di un collegio di individui che di fronte ad una minaccia che li accomuna, mettendoli “sulla stessa barca”, rendendoli uguali da qualsiasi punto di vista li si guardi, mostrano il loro egoismo e cinismo, una totale mancanza di solidarietà e di non avere un’anima, alla stregua degli zombie, dai quali si nascondono. Parallelamente Yeon sfoggia in maniera superba il lento, ma importante e fondamentale, cambiamento di Seok-wu, un padre che inizialmente sgrida Su-an in quanto si preoccupa per gli altri, dicendole che nella situazione in cui si trovano deve pensare a se stessa. Successivamente, con l’evolversi dell’intreccio, grazie anche all’esempio della figlia, l’uomo comprende il valore dell’aiutare chi ci circonda, preoccupandosi dell’incolumità e della salvezza di Su-an in maniera toccante ed esemplare. Molto bello il flashback dove Seok-wu ricorda il momento in cui tiene tra le braccia Su-an per la prima volta. Il suo è uno sguardo di amore totale.
È una scelta azzeccata, che sigilla l’ultimo tassello del cambiamento interiore del protagonista. Bravissimo nell’interpretarlo è Gong Yoo, attore poliedrico e talentuoso, che nel corso degli anni ha saputo variare, scegliendo personaggi sempre diversi, ma con un denominatore in comune: sono tutti uomini d’azione, individui che scelgono di agire, non rimangono a guardare. I suoi occhi, la sua mimica facciale, la sua voce sono in ogni momento artefici dell’immersione emotiva dello spettatore, che ne rimane avvinto. Nel 2016 ha partecipato al toccante “A Man and a Woman”, poi allo zombie-movie “Train to Busan”, allo storico-politico “The Age of Shadows” e al drama fantasy “Goblin”. In aggiunta non si può non citare lo spettacolare action, ottimamente realizzato, “The Suspect”(2013), che segue le orme di Jason Bourne.

Video
La Limited Edition è costituita da 2 Dvd + Booklet (o in alternativa da 2 Blu-ray + Booklet) - comprendenti “Train to Busan” e il prequel animato “Seoul Station” - prodotta da Midnight Factory e Tucker Film, distribuita da Koch Media e viene presentata nel formato 1.85:1 anamorfico. Un ottimo lavoro è stato fatto dal direttore della fotografia, Lee Hyung-deok, che ha saputo creare la giusta atmosfera per ogni passaggio emotivo. La luce che illumina i personaggi appare naturale, lo stesso dicasi per l’incarnato dei volti. Ottimo anche il make-up degli zombie. Yeon li fa muovere sul treno che va da Seoul a Busan e con un’abilità da maestro riesce a tenere l’azione interamente sul treno – dal momento in cui i personaggi principali vi salgono – e sulle rotaie della stazione, fino all’inquadratura finale, avvincendo lo spettatore, che se ne rende conto solo quando i titoli di coda scorrono. Ciò che succede nel resto della Nazione lo si può vedere per alcuni istanti nelle Tv del treno o sentire dalle persone al cellulare. La Limited Edition è confezionata in un’Amaray trasparente e possiede un Artwork interno, sul quale è impressa un’immagine tratta dal film a tutto campo. Ottima la scelta della doppia cover per “Train to Busan” da un lato e “Seoul Station” dall’altro. Quest’edizione è inserita in una slip-case, custodia cartonata, sulla quale è impressa l’immagine del poster ufficiale, scelto in quasi tutti i paesi in cui è uscito il film.

Audio
Il dvd “Train to Busan” possiede un comparto audio che va incontro a diverse esigenze: un vigoroso 5.1 DTS in italiano, un 5.1 Dolby Digital per il doppiaggio italiano e per la lingua originale, con i sottotitoli in italiano da aggiungere. Gli effetti sonori e ambientali sono ben calibrati e contribuiscono alla giusta resa narrativa.
I dialoghi sono puliti e perfettamente articolati tanto nella lingua originale quanto nel doppiaggio italiano.
La scelta della voce italiana non è male, peccato sia un po’ troppo “giovanile” e di conseguenza meno profonda del necessario, al contrario di quella di Gong Yoo. Il dvd “Seoul Station” possiede la lingua coreana originale 5.1 Dolby Digital, con i sottotitoli in italiano da aggiungere.

Extra
Il primo dvd della Limited Edition, contenente “Train to Busan”, è arricchito da appaganti contenuti speciali, quali un B-Roll, che mostra come sono state girate alcune scene, il Making of e il Trailer. Il secondo dvd contiene il lungometraggio d’animazione prequel di Train to Busan, “Seoul Station”, comprensivo di Making of e Trailer.


Francesca Caruso

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere