Mercoledì 13 Novembre 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
halloween_banner_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
la_llorona_728x120_top.jpeg
John Herbert Dillinger PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Bassi   
giovedì 03 maggio 2007

Era meglio stare a casa....

john_dillinger.jpg 

John Herbert Dillinger

John Herbert Dillinger (Indianapolis, Indiana 22 giugno 1903 - Chicago, Illinois 22 luglio 1934)

Dillinger è stato un pericoloso rapinatore di banche negli anni della Grande Depressione.
Insieme a una banda di spietati gangster rapinava gli istituti di credito proprio nel momento in cui la crisi economica spazzava via i risparmi di tutta una vita della povera gente. E per i suoi crimini si fece un bel po' di anni in prigione.
Dopo che riusci a evadere nel 1934, riprendendo a fare rapine, la Divisione investigativa del dipartimento della giustizia degli Stati Uniti (che poi diventerà l'FBI) lo indicò come il Pericolo pubblico numero uno, con una taglia di 10.000 dollari.
Dillinger  riuscì a guadagnarsi la fama di moderno Robin Hood del crimine quando, al termine delle rapine, prese l'abitudine di dare alle fiamme i registri su cui erano annotati  debiti e le ipoteche, riuscendo ad attirare su di sé la riconoscenza di molti clienti a corto di denaro in quegli anni di grande crisi economica e si guadagnò la simpatia di buona parte dell’opinione pubblica.
Il 22 luglio 1934 Dillinger pensò bene di andarsene al Biograph Theater di Chicago a vedere Le due strade, un film di gangster con Clark Gable, William Powell e Myrna Loy.
Dillinger era insieme alla sua fidanzata Polly Hamilton e con loro c'era anche  Anna Sage (o Anna Campanas, aseconda delle versioni), una tenutaria di bordello, che aveva molti problemi con l'ufficio immigrazione.
La stessa Sage avrebbe fatto la soffiata alla polizia.
Quando i tre uscirono dal cinema, gli agenti aprirono il fuoco e uccisero John Dillinger con cinque colpi d'arma da fuoco.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere