XX – Donne da morire (Blu Ray)
Scritto da Luca Orsatti   
domenica 27 agosto 2017

Titolo: XX – Donne da morire
Titolo originale: XX
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 06 Luglio 2017.

Film
Antologia horror tutta al femminile composta da quattro racconti dark con protagoniste quattro killer.xx_blu_ray.jpg
Partiamo subito certificando che il film pur non essendo un capolavoro qualcosa di geniale ce l'ha. E si vede subito che non è il solito splatter per adolescenti, ma possiede in certa misura anche qualche ambizione.
A partire dalla simpatica idea di aver realizzato, a fungere da raccordo tra i quattro episodi nonchè da titoli di testa e di coda, tutto un sistema di oggetti animati (bambolotti, cassetti, carrettini etc per lo piu' riferiti a soggetti infantili e che producono un effetto straordinariamente inquietante). Complessivamente gli altri attori sono discreti ma nessuno particolarmente personale, in ogni caso tutti funzionali alle esigenze di un tv movie di buon livello.
Si tratta di storie tutte molto inquietanti e sctitte con una certa attenzione, sempre considerando il contesto non piu' di tanto imopegnativo. Vado a sunteggiarne il contenuto, anche se appena accennato per ovvi motivi.
Primo episodio. Una famigliola media americana per bene viene sconvolta da un "agente esterno" misterioso che ne decima i componenti costringendoli ad un digiuno forzato. Secondo episodio. Atra famiglia americana borghese pero' stavolta benestante. La mamma prprio mentre fervono i preparativi del conmpleanno della piccola figlia scopre per casa il cadavere del marito e si impegna a nasconderne il corpo.
Terzo episodio. Forse il più convenzionale. Due coppie di giovani americani in giro in roulotte sostano una notte in un paesaggio tra deserto e montagne rocciose, e qualcuno di loro subisce una contaminaziuone motruosa. Quarto episodio (il piu' interessante ma purtroppo particolarmente sacrificato e che avrebbe meritato un intero film per conto suo). Una donna in grave conflitto col figlio neo 18enne, deve fare i conti con un passato terribile attinente alle origini del figlio stesso. Passato che viene purtroppo solo accennato e che lascia perceire una storia indicibile di accoppiamenti diabolici. Ecco. Mi pare di aver reso l'idea di un horror forse "leggerino" ma comunque interessante. Che non indugia troppo su trovate splatter convenzionali ma preferisce puntare sul sofisticato....

Video
Il film edito da Koch Media per la nuova etichetta Midnight Factory viene presentato nel formato 2,35:1 con codifica a 1080 p. Come sempre per le uscite di pregio targate Midnight Factory la confezione è una bella Slipcase contenente l'amaray impreziosita da un bel artwork interno. Oltre al film in blu ray troviamo l'immancabile booklet realizzato da Manlio Gomarasca e Davide Pulici per Nocturno Cinema che analizza il film in ogni suo aspetto.
Il film è stato girato in digitale con varie telecamere, dalla classica Red Epic alla Arri Alexa usata per l'episodio "The Box” e tutto questo ha permesso alle immagini di trarne un certo beneficio specialmente nlle scene più luminose. Forte di un Bitrate medio importante, la qualità complessiva è buona e per tutta la durata del film le immagni risultano abbastanza nitide e con un livello di dettaglio discreto. Ciascuno degli episodi ha una propia caratteristica visiva e uno stile realizzativo proprio e questo porta a un netto stacco tra le varie parti che compongono il film che in parte può dare fastidio sotto l'aspetto puramente visivo.
Complessivamente il quadro video è buono, però nelle scene più buie o in penobra perde di verve, con un certo calo di dettaglio in parte dovuto a un livello di nero non perfetto. Comunque nulla di preoccupante.
Buoni i colori e gli incarnati, sempre riprodotti in modo naturale. Blu Ray nella media ma nulla di sfavillante!

Audio
Ottimo il comparto audio che ci offre un'esperienza sonora di grande impatto. Troviamo, come sempre, due tracce lossless in formato 5.1 DTS HD sia per la lingua originale che per il doppiaggio italiano. L'audio è particolarmente corposo e definito e riesce a rendere coinvolgente ogni scena del film. La qualità della traccia italiana è perfetta per il genere, riuscendo a rendere le atmosfere del film in modo ottimale. L'insieme, dei canali anteriori e posteriori, riesce perfettamente a creare un campo sonoro tetro e angoscioso che circonda lo spettatore. Sunwoofer sempre ben bilanciato e pronto a intervenire solamente nei momenti essenziali. Canale centrale presente che regala dialoghi cristallini abbinato ad un buon effetto di profondità.

Extra
Comparto extra sufficiente, troviamo oltre al solito trailer una breve featurette sul progetto del film (3′) e un'intervista alle quattro registe (18′) particolarmente interessante anche se con qualche passaggio di pura retorica.

Trailer