Lie to Me
Scritto da Ciro Andreotti   
mercoledì 03 gennaio 2018

Lie to Me

Il Lightman Group è una società alla quale ci si può rivolgere per ottenere consulenze mirate a scoprire se qualcuno ci mente.
Il socio fondatore, il dottor Cal Lightman, vi accoglierà con un’apparente diffidenza e molta voglia di farvi innervosire.
Il professor Lightman, studioso delle scienze comportamentali e delle espressioni facciali, saprà però dire con quasi assoluta certezza se la persona che sta analizzando stia mentendo e quale sensazione o sentimento stia provando in quel preciso istante.

lie_to_me.pngAptica e prossemica, due parole sconosciute alla maggioranza dei lettori ma che nelle mani di un esperto di scienze comportamentali come Tim Roth, alias Cal Lightman, possono diventare il grimaldello per capire quale sia il pensiero della persona che stiamo osservando, il tutto senza che questi proferisca anche solo una parola.
Le gesta del professor Ekman, studioso delle espressioni facciali, al quale è ispirata la serie, e che giudica quest’ultima un’eccellente trasposizione delle proprie scoperte, è impiegata per narrare la vita di uno staff di scienziati, con difficoltà personali e scelte a volte anche scomode e impopolari.

La serie riesce a mantenere incollati alle poltrone gli spettatori con casi di suicidio e omicidio, intrighi internazionali sullo sfondo di una Washington ove si muove il Dottor Cal Lightman, l’attore inglese Tim Roth, famoso per la lunga collaborazione con Quentin Tarantino.
Lightman altri non è che un finto burbero dal cuore d’oro, innamorato del suo lavoro, della figlia Emily e probabilmente della sua ex moglie Zoe, Jennifer Beals nel ruolo molto distante da quello che la rese celebre in Flashdance. La serie si sofferma generalmente su due casi per puntata, sempre affrontati grazie a una profonda conoscenza della materia; basti pensare che la sigla iniziale, firmata dal folk singer Ryan Star, presenta immagini che fanno chiari riferimenti alle micro espressioni facciali realmente analizzate nel corso degli episodi.

Una serie fermata nel 2011 solamente da un calo di ascolti che ridusse la terza stagione a soli tredici episodi, rispetto ai ventidue attesi. Una decisione che però non tolse nulla a una narrazione che seppur inevitabilmente romanzata per necessità di copione seppe affrontare lo studio del comportamento umano in una maniera decisamente molto credibile.

Titolo Originale: id.
Ideatore: Samuel Baum
Musiche: Doug DeAngelis
Nazione: USA
Anno: 2009 – 2011
Genere: drammatico, poliziesco
Durata: tre stagioni per un totale di 48 episodi, da 42’ circa l’uno
Cast: Tim Roth, Kelli Williams, Brendan Hines, Monica Raymund, Hayley McFarland, Mekhi Phifer
Uscita: La prima stagione è stata trasmessa negli Stati Uniti, sul canale FOX, il 21 gennaio 2009. L’ultima puntata è stata trasmessa il 31 gennaio 2011. In Italia la prima stagione è stata trasmessa sul canale FOX a partire dal 7 settembre 2009, l’ultimo episodio è stato trasmesso il 6 giugno del 2011.
Produzione: Jeffrey Downer per la Imagine Television, 20th Century Fox Television
Distribuzione: FOX TV
Voto: 8,5

Ciro Andreotti