Metti la nonna in freezer
Scritto da Gabriele Marelli   
domenica 11 marzo 2018

Titolo: Metti la nonna in freezer
Titolo originale: Metti la nonna in freezer
Italia 2018 Regia di: Giancarlo Fontana, Giuseppe Stasi Genere: Commedia Durata: 108'
Interpreti: Fabio De Luigi, Miriam Leone, Lucia Ocone, Marina Rocco, Francesco Di Leva, Susy Laude, Carlo Luca De Ruggieri, Maurizio Lombardi, Eros Pagni, Barbara Bouchet
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 15/03/2018
Voto: 6,5
Recensione di: Gabriele Marelli
L'aggettivo ideale: Audace....
Scarica il Pressbook del film
Metti la nonna in freezer su Facebook

metti_la_nonna_in_freezer.jpgSono passati quasi 30 anni dall’uscita al cinema di “Weekend con il morto”, commedia nera cult, nella quale due amici devono far credere a tutti, che il cadavere del loro capo sia ancora vivo, cosi come un cadavere da far sparire è il perno principale su cui ruotano le vicende di “Metti la Nonna In Freezer, black comedy degli esordienti Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi. Oggi la crisi culturale, economica ed anche umana, ha reso labili e sottili i confini tra lecito e illecito, tra morale ed immorale, in un realtà dove passare dal lato dei criminali è più semplice che vivere nell’onestà.
Tuttavia “Metti la Nonna in Freezer”, non vuole essere un film di denuncia, preferendo esplorare e mettere in scena i desideri, le debolezze e le emozioni di due personaggi, che cercano entrambi una rivalsa, contro la burocrazia e contro i corruttori che sempre vincono.

Troviamo quindi Claudia (Miriam Leone), una giovane restauratrice, che possiede e mantiene una società insieme alle inseparabili amiche (Lucia Ocone, Marina Rocco), grazie alla pensione della nonna (Barbara Bouchet), aspettando da tempo di essere pagata dallo stato per il suo lavoro. Quando improvvisamente la nonna muore, Claudia si ritrova costretta ad escogitare, insieme alle amiche, una truffa per continuare ad incassare la pensione della nonna.
Tuttavia i piani di Claudia vengono intralciati dall’incorruttibile e maldestro Simone Recchia (Fabio De luigi), maresciallo della finanza, le cui vicende, fra equivoci e situazioni paradossali lo porteranno a conoscere Claudia. Nonostante tutto il filone delle black comedy a cui Metti la Nonna in Freezer strizza chiaramente l’occhio, (da arsenico e vecchi merletti a ladykillers per citarne un paio), c’è l’intento di creare un’atmosfera ed uno stile tutto proprio.

La regia si discosta dalle odierne commedie italiane, anzi, si dimostra brillante e ben pensata per tutto il film, così come il montaggio, veloce, reattivo, con cambi di scena curati nei minimi dettagli. Miriam Leone si trova a suo agio nel ruolo, nonostante questo sia il suo primo vero ruolo da protagonista in un commedia, ben interpreta le insicurezze, la sottile perfidia, e la propensione all’inganno con la quale cerca di sopravvivere.

Perfino Fabio De Luigi riesci a distaccarsi dai suoi soliti ruoli comici, grazie ad un riuscito mix tra il Simone finanziere, uomo d’azione, severo e scrupoloso, e il Simone innamorato, timido, fragile ed imbranato. Azzeccata anche le scelta di puntare su Barbara Bouchet, una delle più famose sex simbol del cinema italiano degli anni 70’, per il ruolo della nonna tedesca.
Meno azzeccata è stata tuttavia la scrittura in sé, soddisfacente nel complesso, ma infarcita dei soliti cliché della commedia italiana, con qualche forzatura sparsa qua e là, anche se nonostante ciò il risultato finale è molto apprezzabile, soprattutto grazie agli aspetti tecnici ed estetici che lo fanno risaltare rispetto alla maggior parte delle contemporanee commedie nostrane.

Trailer