Guardiani della Galassia
Scritto da Ciro Andreotti   
lunedì 21 maggio 2018

Titolo: Guardiani della Galassia
Titolo originale: Guardians of the Galaxy
U.S.A.: 2014. Regia di: James Gunn Green Genere: Fantascienza Durata: 121'
Interpreti: Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Vin Diesel, Bradley Cooper, Lee Pace, Michael Rooker, Karen Gillan, Djimon Hounsou, John C. Reilly, Glenn Close, Benicio Del Toro, Laura Haddock, Ophelia Lovibond, Peter Serafinowicz, Melia Kreiling, Gregg Henry, Joelle Koissi, Ralph Ineson, Lloyd Kaufman, Sean Gunn, Enzo Cilenti
Sito web ufficiale: www.marvel.com/guardians
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 22/10/2014
Voto: 7,5
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Accattivante....
Scarica il Pressbook del film
Guardiani della Galassia su Facebook

guardiani_della_galassia_leggero.pngNel 1988 Peter Quill è un adolescente appassionato di musica rock e con la madre ricoverata in ospedale. Subito dopo la sua morte Peter è rapito da un astronave ritrovandosi dopo oltre tre decadi a essersi trasformato in un ladro mercenario meglio noto con il nome di Star-Lord.

Due anni prima dell’arrivo sul grande schermo del super eroe sui generis Deadpool, l’universo Marvel aveva seminato quei germogli di sana follia che in seguito si sarebbero trasformati nell’ultimo episodio degli Avengers. Le avventure di Peter Quill e della sua banda di guardiani della galassia, aggregati lungo il percorso, sono manna proveniente dal cielo per un’epoca cinematograficamente segnata da eroi che troppo spesso si prendono seriamente.

In questo caso il regista James Gunn, già noto ai fans del Marvel Cinematic Universe, riesce a confezionare un prodotto piacevole, ben sceneggiato, nel quale la passione di Star-Lord per la musica rock fa da sottofondo per le evoluzioni cine-comiche di un gruppo di personaggi dai quali probabilmente sarebbe opportuno prendere le distanze, perché avvolto da un’aurea di pressapochezza e faciloneria mischiata all’insano gusto per la battuta.

Il prodotto finale accolto a braccia aperte dal mondo adulto, dei più piccoli e dei critici, ha fruttato a Gunn la possibilità di portare a termine sia un secondo che probabilmente un terzo sequel. Ha offerto l’occasione a Chris Pratt di proseguire la sua ascesa portando al cinema il suo Star-Lord munito di un walkman proveniente direttamente dagli ‘80ies. Ha offerto a Bradley Cooper e Vin Diesel di farsi conoscere anche nel ruolo di doppiatori, sono loro le voci originali di Rocket, il procione e dell’uomo albero Groot.

Una pellicola che quindi merita d’essere vista per un intreccio accattivante - per gli appassionati di cinecomics si svela da dove provenga la prima delle sei gemme che saranno protagoniste in Avangers Infinity War- il tutto misto a una sana spruzzata di umorismo che non guasta.

Trailer;