The Night Watchmen (Blu Ray)
Scritto da Davide Sorghini   
martedì 16 luglio 2019

Titolo: The Night Watchmen
Titolo originale: The Night Watchmen
Caratteristiche del Blu Ray in vendita dal 11 Luglio 2019.

Film
Quattro inetti guardiani notturni, aiutati da una giovane e bellissima giornalista senza paura, combattono unathe_night_watchmen_blu_ray.jpg battaglia epica per salvare le loro vite. Una ronda sbagliata scatena infatti un'orda di vampiri affamati e all'improbabile gruppo spetterà il compito di fermare un flagello che non minaccia solo loro ma l'intera città di Baltimora.... The Night Watchmen è cinema popolare, ma di quello fatto bene, costato forse pochi euro ma che sembra invece avere miliardi alle spalle, baciato da recitazioni perfette, caratteristi azzeccati, situazioni sceme ma non in fragranza di vilipendio all’intelligenza dello spettatore e quel gusto da film anni 80 che piace sempre.The Night Watchmen ci regala i vampiri più strambi della storia del cinema, creature implacabili e sanguinarie che possono ricordare le analoghe dell’iconico "Vampires" di Carpenter, ma che appena trafitte da improvvisati paletti di frassino cominciano a scoreggiare come fossero divoratori messicani di fagioli. D’altronde davanti ad un film come questo o si è propensi alla risata dissacrante, alla cazzata non sense o è meglio lasciar perdere.
Fermo restante che la sceneggiatura è abbastanza abile nel non scadere nel demenziale o nella parodia anche quando le situazioni sono assurde. Tanti i momenti folli come la prova di ballo per dimostrare di non essere vampiri o l’assalto dei pagliacci non morti al ritmo di una musica heavy metal potente, questo un tuffo nel passato emotivo ai grandi horror italici musicati da Simon Boswell da Argento a Lamberto Bava. Come comparse spiccano la trometta Tiffany Shepis, splendida alla soglia dei 40 anni, e l’ex guerriero della notte James Remar. The Night Watchmen è una visione sicuramente consigliata, una di quelle che ci avrebbe fatto felici da ragazzini ai tempi di Zio Tibia su Italia uno, un amarcord, forse consapevole, forse no, di un cinema amato, seppellito e vivo solo nei nostri ricordi nostalgici....

Video
Il film coprodotto da Contender Films, Studio BOH, Indie Entertainment e Orama Filmworks viene distribuito da Koch Media per l'etichetta Midnight Factory e
presentato nel formato 2,35:1 con codifica a 1080.
Come ormai siamo abituati, per le uscite di prestigio, targate Midnight Factory la confezione è una bella Slipcase contenente l'amaray impreziosita da un gradevole artwork interno raffigurante i volti di alcuni dei protagonisti. Oltre al film in Blu Ray troviamo l'immancabile booklet, di dodici pagine, realizzato da Manlio Gomarasca e Davide Pulici per Nocturno Cinema che analizza l'opera in ogni suo aspetto. Il film, pur non avendo fonti certe, è stato con tutta probabilità girato in digitale e presumibilmente riversato in un Master Intermediate 2K. Il risultato finale è ottimo, con immagini ricche di dettagli e dai colori sgargianti. Le riprese di notte riescono, grazia anche a un Bitrate medio generoso, a evidenziare un buon numero di particolari, sia in primo che secondo piano, rendendo sempre gradevole la visione. Solo in alcuni sporadici casi possiamo percepire un certo rumore video di fondo, ma nulla di drammatico. Ci troviamo davanti a un quadro video gratificante che più di un'occasione risuta ricco e pungente. Tutto questo evidenzia un lavoro particolarmente curato in fase di encoding che ha permesso di ottenere un disco di qualità.

Audio
L'udio, come da tradizione Midnight Factory, è ottimo. Una pista sonora, che ci regala un'esperienza d'ascolto sempre coinvolgente e precisa. Troviamo due tracce lossless in formato 5.1 DTS HD per l'inglese e l'italiano.
La traccia in italiano riesce a rendere piacevole la visione e permette allo spettatore di cogliere tante informazioni all'interno di un campo sonoro ben strutturato. I dialoghi, che risultano principali e importanti, risultano sempre estremamente chiari e vengono perfettamente integrati con la colonna sonora che ci accompagna. Subwoofer che interviene con estrema determinazione.

Extra
Comparto extra assente. Troviamo solo il trailer. Peccato.