Boston Streets
Scritto da Ciro Andreotti   
martedì 09 febbraio 2021

Boston Streets (What Doesn't Kill You) USA, 2008 Regia di: Brian Goodman Genere: Drammatico. Durata: 100'. Cast: Mark Ruffalo, Ethan Hawke, Amanda Peete, Will Lyman, Brian Goodman, Donnie Whalberg, Brian Connolly, Jay Giannone Recensione di: Ciro Andreotti Voto: 6,5 L'aggettivo ideale: malfamato...

Brian e Paulie, cresciuti a South Boston e amici di vecchia data, sono da sempre al soldo del boss locale Pat Kelly che l’impiega come tuttofare per estorsioni, spaccio e rapine. Paulie, desideroso di vivere lontano dall’ombra del Boss, inizia a progettare colpi che dovrebbero consentire loro di chiudere definitivamente con il passato, ma Kelly non sembra del medesimo avviso.

Dai serial di successo ai film Indie fino a diventare un regista capace di narrare la propria vita per interposta persona, questa la storia personale e dietro la bella pellicola diretta da Brian Goodman, attore sfuggito alla strada e finito in carcere esattamente come i due protagonisti, ma che alla strada è tornato per raccontarci cosa significhi essere originario del lato più malfamato della metropoli e di come un’amicizia fra ragazzi possa valere ben di più di un congruo conto in banca. Ruffalo e Hawke, affiancati da Amanda Peet, nel ruolo di Stacy moglie di Brian, attraversano i loro ruoli donandogli spessore e carisma. Il primo nella parte di un uomo sposato ma infedele, dedito all’alcool e alle droghe e il secondo nel ruolo di uno scapolo con il grande desiderio di abbandonare l’ala protettrice del boss, parte che Goodman riserva per se stesso, che da sempre procura loro lavoro e affari e che da sempre li ha invischiati al punto di non farli più muovere.

Crime Movie indipendente e minimalista, mai arrivato nelle sale italiane e passato invece direttamente al circuito home video, dotato di una colonna sonora e una fotografia di primissimo livello, non basato sull’azione e molto sul lato prettamente psicologico dei protagonisti, capace di aggiungere alle ottime prove recitative un ulteriore protagonista ovvero la stessa south Boston solcata dall’autunno e dagli inverni gelidi con gli scorci imperdibili sulle costruzioni in pietra vista e gli edifici lignei, con i suoi locali fumosi, le birre consumate rigorosamente in compagnia. Da vedere se apprezzate uno scorcio, ovviamente malfamato, del vecchio New England.