Fuori orario
Scritto da Mariana De Angelis   
sabato 01 dicembre 2007

Fuori orario
Titolo originale: After Hours
USA: 1985. Regia di: Martin Scorsese Genere: Drammatico Durata: 96'
Interpreti: Griffin Dunne, Rosanna Arquette, Verna Bloom, Tommy Chong, Linda Fiorentino, Teri Garr, John Heard, Dick Miller, Cheech Marin, Catherine O'Hara, Will Patton, Robert Plunket, Bronson Pinchot, Rocco Sisto, Larry Block, Victor Argo, John P. Codiglia, Murray Moston, Victor Bumbalo, Bill Elverman, Joel Jason, Rand Carr, Clarence Felder, Henry Judd Baker
Sito web:
Voto: 7
Recensione di: Mariana De Angelis

fuoriorario_leggero.jpgNon sembra esserci via di scampo per il timido Paul Hackett (Griffin Dunne), costretto, per una serie di circostanze incredibili, a trascorrere un段ntera notte a Soho, stravagante quartiere newyorchese nel quale l段nnocente programmatore di computer deve vedersela con i suoi surreali abitanti. Tutto ha inizio con l段ncontro di una bella ragazza, Marcy (Rosanna Arquette) che lo avvicina in un pub e lo invita a casa sua. Accettando l段nvito, il giovane si ritrova in una sorta d段nferno, un abisso popolato da bizzarri personaggi, perversi ed ambigui: una scultrice masochista, una cameriera sola e disperata che manifesta segni di follia, rapinatori senza scrupoli, un punk che vorrebbe tagliargli i capelli. Accusato di essere un ladro e inseguito dai residenti del quartiere, il timido Paul, per fuggire, sar costretto a nascondersi all段nterno di un段nquietante scultura di cartapesta. Solo la mattina successiva, dopo una notte da incubo, Paul si riapproprier della sua vita, soddisfatto della tranquilla seppur monotona quotidianit. Nella New York di Fuori Orario non sembra esserci posto per personaggi ordinari e comuni, almeno che questi non compiono un sacrificale viaggio d段niziazione, all段nsegna della follia e della violenza che sembra imperversare nella metropoli americana degli anni Ottanta. Paul esce dal labirinto claustrofobico di Soho con una nuova consapevolezza, quella di appartenere ad una societ paranoica, alienata in cui incombe il caos e l段ncomunicabilit.
Ci che caratterizza la filmografia di Martin Scorsese la ricca presenza di pellicole che sono un evidente omaggio alla citt di New York. Lo sguardo del regista italo americano, profondamente legato alle sue origini uno sguardo che seppur affettuoso non nasconde mai le vergogne, le atrocit della metropoli in cui cresciuto. Com定 possibile non ricordare la New York corrotta di Taxi driver o quella terribilmente brutale di Quei bravi ragazzi? Anche il kolossal Gangs of New York che pure intende celebrare le origini della Grande Mela racconta con estrema crudelt le ostilit tra le bande rivali per il dominio della giovane citt. L弾t dell段nnocenza, incantevole melodramma denuncia, seppur in maniera implicita, le ipocrisie e la spietatezza dell誕lta societ newyorchese della prima met del Novecento.
Una New York moderna e delirante quella invece di Fuori Orario, abilissima commedia nera e grottesca dal ritmo incalzante che autorizza lo spettatore a sorridere amaramente sull弛rrore metropolitano.