Live! - Ascolti record al primo colpo
Scritto da Francesca Caruso   
mercoledì 04 marzo 2009

Live! - Ascolti record al primo colpo
Titolo originale: Live!
USA: 2007 Regia di: Bill Guttentag Genere: Drammatico Durata: 96'
Interpreti: Eva Mendes, David Krumholtz, Eric Lively, Katie Cassidy, Jeffrey Dean Morgan, Rob Brown, Jay Hernandez, Monet Mazur, Andre Braugher
Sito web:
Nelle sale dal: 06/03/2009
Voto: 8
Trailer
Scarica ora Live!-Ascolti record al primo colpo con eMule Official - per velocizzare il download usa Speed Downloading!
Recensione di: Francesca Caruso

liveascoltirecordalprimocolpo_leggero.jpegDopo un numero interminabile di reality in tv, anche il cinema subisce il fascino del reality show. Live! si spinge oltre il limite facendo porre la questione di cosa sia etico e morale. Mostra fino a che punto ci si può spingere per ottenere un’alta percentuale di share, popolarità e fama. Essere ricordati per aver fatto qualcosa di grande semplicemente apparendo in video.
La dirigente televisiva Katy Courbet è ossessionata dalla competizione con gli altri network. Durante l’ennesima riunione col suo team per trovare un idea originale e innovativa, qualcuno fa un accenno alla roulette russa.
Katy prende sul serio l’idea e farà di tutto perché questa diventi un programma tv. 6 concorrenti, 5 milioni di dollari, un solo proiettile. La sorte deciderà la morte in tv per uno di loro.


Il realizzatore di documentari Bill Guttentag si cimenta in una pellicola carica di adrenalina e vi porta il suo stile documentaristico, riprendendo ciò che accade alla protagonista dietro le quinte.
Mostra l’impegno e la dedizione che impiega per convincere i pubblicitari a investire nel progetto, il capo a darle carta bianca e il legale del network ad ottenere l’approvazione dell’agenzia governativa che regola i programmi tv. Katy è una donna di successo che vuole essere ricordata per aver fatto qualcosa che rimanga nel futuro, che abbia un incidenza forte. Non ha scrupoli, remore o dubbi. Non le passa per la testa che quella possibilità su sei sia concreta. Katy presenta le sue ragioni, si assolve e alla fine ci si ritrova a fare il tifo perché riesca a mettere in piedi questo spettacolo.
Il regista Rex che la segue ovunque per realizzare il suo documentario, rappresenta l’integrità artistica, possiede una morale. Poi Rex accetta la mela che Katy gli offre, allo stesso tempo non gliela restituisce ma continua a mangiarla.
Questa metafora delinea i rapporti futuri. Katy riesce a stravolgere questa integrità, nel momento in cui gli offre l’opportunità di dividere il successo con lei. Rex supera il limite senza via di ritorno, diventando spietato e una parte attiva degli ingranaggi anche in futuro.
Il tema principale è la fascinazione della morte, intesa come un qualcosa di spettacolare, che attrae le persone. Esiste ed è innata nell’uomo. Lo si afferma anche nel film, le folle hanno sempre assistito in epoche diverse alle esecuzioni, impiccagioni.
Lo spettacolo della morte esiste da secoli e l’uomo ne rimane sempre affascinato.
La domanda, che sta al di sopra di tutte, è chi sia da considerarsi il peggiore tra le persone schierate in campo. La dirigente televisiva e il suo team, i concorrenti e coloro che si sono presentati ai provini, i telespettatori che fanno totalizzare allo show oltre il 50% di share si possono dare battaglia.
I realizzatori hanno voluto fare un film che fosse fonte di riflessione e allo stesso tempo fa satira sulla tv di oggi. La protagonista sberleffa la società americana televisiva.
Katy in un paio di occasioni tiene una mazza da golf prima, una mazza da baseball dopo, giocherellandoci e ponendole in mezzo alle gambe. Esplicita allusione sessuale, a Katy sembra mancare un compagno.
Nel suo lussuoso appartamento è sola. Realizzata a lavoro, ma non nell’intimo e questo la sprona ad arrivare in cima.
Il regista ha saputo mescolare più generi, rendendo “Live!” un film accattivante e sincero.