La tela di Carlotta
Scritto da Stefano Del Signore   
giovedì 08 marzo 2007

La tela di Carlotta
USA - 2006. Regia di: Gary Winick Genere: Commedia Durata: 113'
Interpreti: (voci) Dakota Fanning, Julia Roberts, Oprah Winfrey, Steve Buscemi, Kathy Bates, John Cleese, Thomas Haden Church, Robert Redford, Cedric the Entertainer, André Benjamin, Jennifer Garner
Recensione di: Stefano Del Signore

charlottesweb.jpgSono passati 11 anni da quando il maialino parlante Babe convinse pubblico e critica ad appassionarsi alla sua commovente storia. Oggi sul grande schermo è la volta di un suo simile, il tenero Wilbur, frutto della fantasia dello scrittore E.B. White che già lo aveva reso protagonista di "La tela di Carlotta", da più di cinquant'anni favola amatissima dai bambini di tutto il mondo. Proprio la storia della dolce e singolare amicizia tra il gentil porcellino con i giorni contati e un ragno dal forte spirito materno (la Carlotta del titolo) è al centro del bucolico racconto che il regista Gary Winick ("30 anni in un secondo") ha deciso di portare sul grande schermo per farla conoscere alle nuove generazioni, per sensibilizzare e al tempo stesso incantare grandi e piccini con quella che si può definire una delicata parabola sull'intramontabile valore dell'amicizia e su quanto importante sia lo spirito di sacrificio. La bambina prodigio Dakota Fanning nonostante la giovane età è abituata a recitare con star del calibro di Tom Cruise, Michelle Pfeiffer e Robert De Niro, ma per la prima volta se la deve vedere con partner del mondo animale, dato che interpreta Fern, la piccola che vive con la famiglia in una classica fattoria che più classica non si può e che, "adottando" il maialino Wilbur, lotta disperatamente per sottrarlo ad un crudele ma inevitabile destino. L'iniziale diffidenza con cui il nuovo arrivato viene accolto dagli altri "inquilini" della stalla (potete immaginare di chi stiamo parlando: pecore, mucche, un cavallo e due oche!) presto si trasforma in spirito di solidarietà, grazie al coinvolgimento che "tesse" con il suo prodigioso filo il ragno Carlotta, sensibile da subito alla causa del dolce Wilbur, ignaro di poter diventare di lì a breve una succulenta pietanza del desco natalizio. Con la valida collaborazione di Templeton, sorcio paffuto cui spetta il compito di far ridere con le sue comiche battute e la sua goffa ingordigia (ma uno spassoso duo di corvi non gli è da meno), l'originale tentativo di salvataggio di Carlotta porterà naturalmente ad un felice epilogo, non privo di qualche sana lacrimuccia di commozione. Gli straordinari effetti speciali e i passi da gigante compiuti nel live-action permettono allo spettatore di dimenticare sin dal primo fotogramma che a parlare, anzi ..a recitare, siano un affiatato team di animali domestici, doppiato per l'occasione da un prestigioso stuolo di premi Oscar e non (Julia Roberts, Robert Redford, Kathy Bates, John Cleese, Steve Buscemi). Quello che forse manca a questo pur onesto prodotto per famiglie è un pizzico di coraggio e di inventiva che davvero lo avrebbe fatto volare più in alto. Invece l'impressione è che la cifra stilistica di una sin troppo dichiarata linearità del racconto renda schematico qualche passaggio (non è ad esempio ben spiegato quale in effetti sia la scintilla che scateni il moto d'affetto di Carlotta nei confronti di Wilbur) e opacizza con qualche prolissità di troppo uno snodarsi degli eventi francamente un pò piatto e prevedibile. Solo un dubbio si insinua nella mente di chi scrive: e se a fare la recensione fosse stato il mio nipotino di cinque anni, forse il cambio di prospettiva ne avrebbe tratto vantaggio?