The Fighter
Scritto da Francesca Caruso   
giovedì 24 febbraio 2011

The Fighter
Titolo originale: The Fighter
USA: 2010. Regia di: David O. Russell Genere: Drammatico Durata: 115'
Interpreti: Mark Wahlberg, Christian Bale, Amy Adams, Melissa Leo, Jack McGee, Jenna Lamia, Bianca Hunter, Dale Place, Erica McDermott, Salvatore Santone, Chanty Sok, Jeffrey Corazzini, Anthony Molinari, Sue Costello, Bo Cleary, Paul Locke, Sean Patrick Doherty, Kenn Medeiros, James Shalkoski Jr, Robert Wahlberg, Barry Ace, Caitlin Dwyer, Jeremiah Kissel, Jackson Nicoll, Melissa McMeekin, Billy "V" Vigeant, Steven Barkhimer, Joe Lupino, Dendrie Taylor
Sito web ufficiale: www.thefightermovie.com
Sito web italiano: www.thefighterilfilm.it
Nelle sale dal: 04/03/2011
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Entusiasmante
Scarica il Pressbook del film
The Fighter su Facebook

The FighterIspirato alla storia vera dei fratelli Micky Ward e Dicky Eklund, era da parecchio tempo che si pensava a una trasposizione cinematografica dell’inaspettata e straordinaria ascesa sul ring di Ward.
La storia si svolge a cavallo tra gli anni ’80 e ’90. Dicky è l’orgoglio di Lowell, un pugile che in passato è riuscito a mettere al tappeto Sugar Ray Leonard. Ora vive della fama di allora, tanto che una troupe televisiva gli propone un film sulla sua vita. Il fratello Micky, pugile come lui, si presta a numerosi incontri nel tentativo di sfondare.
La madre, Alice, gli fa da manager e pur di ricevere il denaro promesso fa combattere a Micky un incontro iniquo, che gli fa rischiare la pelle. Charlene, la sua ragazza, lo persuade a mettere da parte la sua famiglia e farsi allenare e organizzare gli incontri da persone più affidabili.
Quando Micky riceve la proposta di combattere per il titolo, capisce che ha bisogno di tutto l’aiuto possibile, soprattutto quello del fratello.

Il primo obiettivo di David O. Russell è stato quello di realizzare un film sincero e realistico, che mostrasse l’anima e il cuore dei suoi protagonisti, portando lo spettatore il più vicino al ring, ai personaggi e all’ambiente in cui vivono.
“The Fighter” è una storia che parla di famiglia, nel bene e nel male. Sottolinea come a volte la propria famiglia possa essere non solo ingombrante, ma che cerchi anche di far vivere la vita che lei ha scelto per il proprio figlio, facendo sentire costantemente in debito. Nonostante ciò è pur vero che con la propria famiglia si instaura un legame che difficilmente si spezza e Micky, dopo tante incomprensioni, riesce a farsi ascoltare e accettare per quello che è.
Gli altri aspetti messi in luce riguardano le relazioni interpersonali che un individuo costruisce nella sua esistenza: l’amore, la fratellanza, l’onestà intellettuale con cui ci si rapporta col prossimo. L’amore che unisce Micky e Charlene è intenso e sincero e il legame tra i due fratelli è talmente forte da essere simbiotico. Micky è conosciuto per essere una persona leale, determinata, disciplinata, l’opposto del fratello, che si è lasciato trascinare giù dalla droga.

È anche una storia di rivalsa, che mostra che col coraggio e la determinazione, si possono superare le avversità e uscirne vincenti. Certo non tutto e subito, le scorciatoie non sono contemplate, bisogna che ci sia sacrificio e impegno e allora si godrà appieno del risultato. Il regista inanella una serie di momenti teneri e comici, dolorosi e scoraggianti, affiancandoli ad altri ricchi di adrenalina e di entusiasmo (nelle sequenze degli incontri di boxe). Russell amalgama con abilità la sofferenza sportiva al dramma familiare, rendendo ogni incontro sempre più avvincente fino all’esplosione dell’incontro finale.

“The Fighter” è stato girato in 33 giorni e come location è stata scelta quella originale in cui si è svolta la storia: Lowell (Massachusetts). La città ha tutta una sua storia, che dà modo di capire perché intere generazioni di giovani si davano alla boxe, ricoprendo un ruolo di primo piano nel film tanto quanto i corrispettivi umani.
Lowell è stata per lungo tempo una città manifatturiera, fino a quando, a causa di un periodo di forte crisi, la maggior parte delle industrie hanno chiuso e il ring è diventato l’unico luogo dove i ragazzi potevano sperare di guadagnare e fare carriera.
Molto dell’atmosfera che si respira nel film è dovuta al direttore della fotografia Hoyte Van Hoytema, che ha profuso intimità e dinamismo al momento più opportuno e ha conferito autenticità alle immagini. Il lavoro degli attori è stato favoloso: Christian Bale, candidato agli Oscar 2011 come Miglior Attore, si è trasformato in Dicky Eklund.
Fisicamente è dimagrito 12 chili e nella gestualità e nel modo di porsi ha smesso di essere l’attore, scomparendo completamente. Mark Walberg, che da tempo aveva voglia di impersonare il pugile che ammirava, è riuscito a catturare le tante sfaccettature dell’animo di Micky Ward. “The Fighter” è un film entusiasmante, sincero e che arriva dritto al cuore dello spettatore.