Babycall
Scritto da Marco Fiorillo   
venerdý 28 settembre 2012

Titolo: Babycall
Titolo originale: Babycall
Norvegia: 2011. Regia di: Pal Sletaune Genere: Thriller Durata: 96'
Interpreti: Noomi Rapace, Kristoffer Joner, Vetle Qvenild Werring, Torkil Johannes Swensen H°eg, Maria Bock, Stig R. Amdam, Henrik Rafaelsen, Bj°rn Moan
Sito web ufficiale: www.babycall-film.no
Sito web italiano: www.nomadfilm.it/cinema/babycall
Nelle sale dal: 31/08/2012
Voto: 7
Trailer
Recensione di: Marco Fiorillo
L'aggettivo ideale: Contrastante
Scarica il Pressbook del film
Babycall su Faceboo

babycall_leggero.pngTrasferitasi in un isolato palazzone di periferia, la giovane mamma Anna dedica ogni attimo della propria esistenza al figlio Anders, scappato insieme a lei dalla violenza del marito.
Anna non lascia che Anders vada a scuola, che esca, che dorma da solo ma rimane vigile ogni momento fino a perdersi nei meandri della propria mente.

Se con una mano Pal Sletaune, il regista, tiene la macchina da presa, con l'altra stringe quella dei suoi spettatori per guidarli in un viaggio.
Un viaggio nella mente distrutta di una madre cui non Ŕ rimasto niente se non la disperazione di un ricordo che la trasporta in un incubo senza sonno.
La sceneggiatura da il senso d'una psiche in difficoltÓ, i contrasti scenografici luci/ombre descrivono i contorni di quest'incubo, fino a quando Ŕ lo stesso spettatore a perdersi insieme ad Anna.
Proprio dell'interpretazione di Noomi Rapace va fatto discorso a parte.
Tolti i piercing di Lisbeth Salander, eroina della trilogia letterario e cinematografica "Uomini che odiano le donne", ma prima di finire sulla "Prometheus" di Ridley Scott, l'attrice svedese da nuovamente prova di tutto il suo talento con un'interpretazione corposa ma sempre bilanciata e, per questo, estremamente sincera.