Taken 2 - La vendetta
Scritto da Ilaria Mutti   
mercoledì 10 ottobre 2012

Titolo: Taken 2 - La vendetta
Titolo originale: Taken 2
Francia: 2012. Regia di: Olivier Megaton Genere: Azione Durata: 91'
Interpreti: Liam Neeson, Maggie Grace, Famke Janssen, Rade Serbedzija, Leland Orser, Luke Grimes, Aclan Bates, Laura Bryce
Sito web ufficiale: www.takenmovie.com
Sito web italiano: www.takenlavendetta.it
Nelle sale dal: 11/10/2012
Voto: 5,5
Trailer
Recensione di: Ilaria Mutti
L'aggettivo ideale: Ripetitivo
Scarica il Pressbook del film
Taken 2 - La vendetta su Facebook

Un sequel? No, quasi un remake: Neeson, il karate e Instabul!

taken2_leggero.pngUscito negli Usa il 5 ottobre è già ai vertici del box office.
Taken 2, sequel di “Io vi troverò” arriva in Italia l’11 ottobre, in concomitanza con altri film d’azione come Total Recall, Killer Joe e Iron Sky.
Nel primo episodio avevamo lasciato Bryan che era riuscito a liberare sua figlia Kim dalla malavita albanese, che voleva farne una schiava del sesso. Ora lo troviamo in vacanza in Turchia con ex-moglie e figlia al seguito.

Qui sono nuovamente presi di mira dal padre di uno dei rapitori che Bryan aveva ucciso nel primo episodio. L’uomo non ha più nulla da perdere e giura davanti alla bara del figlio che farà di tutto per portare a termine la sua vendetta.
Il figlio, infatti, è stato ucciso da Bryan barbaramente con degli spilloni conficcati nelle ginocchia e poi attaccati alla presa elettrica. L’azione - anima e corpo di Taken 2 - è sempre sul filo di diventare eccessiva e finisce per avere un risvolto comico nella scena in cui Bryan, per sfuggire ai cattivi di turno, guida la figlia dal sedile posteriore, per le tortuose strade di Instabul.

Sulla rete sono stati rilasciati numerosi trailer nei mesi scorsi e ultimamente anche un’applicazione per facebook, quindi la macchina commerciale ha posto delle ottime basi per il successo di un film che a tratti è scontato e pecca della mancanza di un ritmo uniforme.
Ci sono molte accelerazioni questo è vero, ma manca un guizzo alla regia. Oliver Megaton (Trasformer 3) che ha sostituito Pierre Morel, riesce a fare un buon compito, ma non “rischia” nulla.

Una regia algida che narra la storia con un occhio esterno, ma finisce con il riproporre le stesse immagini di tanti suoi predecessori. Liam Neeson ripropone le stesse caratterizzazioni del personaggio visto nel precedente Taken, karate e sguardo vigile, sangue freddo e pistola alla mano. Tra inseguimenti, esplosioni e proiettili il rapporto padre-figlia si salda…
E già si parla di Taken 3.