Carlo! e Vent’anni: due film imperdibili in Dvd
Scritto da Francesca Caruso   
giovedì 03 ottobre 2013

Carlo! e Vent’anni: due film imperdibili in Dvd

carlo_leggero.pngÈ disponibile in Dvd Mustang Entertainment, distribuito dalla Cecchi Gori Home Video, il ritratto su Carlo Verdone realizzato da Fabio Ferzetti e Gianfranco Giagni. In “Carlo!” parlano di lui e del suo cinema colleghi e amici, che lo hanno vissuto e lo vivono giorno per giorno sul set e nella vita privata. Si vedono scorrere i volti di Margherita Buy – che racconta un’incredibile aneddoto successo sul set del film “Ma che colpa abbiamo noi” – Claudia Gerini, Toni Servillo, Pierfrancesco Favino, Marco Giallini e una carrellata di altri personaggi celebri, che con i loro racconti avvicinano ulteriormente l’artista al suo pubblico, un pò più di quanto lui stesso non faccia già. Si ascolterà Carlo parlare di Verdone: dei suoi personaggi, di quegli incontri che gli hanno cambiato la vita, dei momenti di stallo e del suo amore per il cinema e l’arte tutta che traspare da ogni frase e parola pronunciata.

Carlo Verdone ha saputo stare al passo coi tempi, cambiando, crescendo ed evolvendosi insieme al pubblico, regalandogli sempre qualcosa di nuovo e inaspettato. L’inatteso è arrivato con “Al lupo al lupo” in cui per la prima volta si scopre un Verdone più mesto, nostalgico e riflessivo, non capito pienamente dal suo pubblico, o il triste finale di “Sono pazzo di Iris Blonde”, che come lui stesso dice “ è la mia anima”.
Sono due esempi che denotano le tante sfaccettature che Verdone ha dentro di sé. Il pubblico si aspetta che i comici e gli attori di commedia facciano sempre quello: farli ridere, eppure molti di loro hanno un grande talento drammatico e Verdone ha dato modo di mostrare un’altra parte di sé ne “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino, in un ruolo completamente serio.
“Carlo!” è un film indirizzato agli estimatori di Verdone e a tutti coloro che nutrono il desiderio di conoscerlo un po’ di più.
Dopo averlo visto, vien voglia di gustarsi uno dopo l’altro tutti i suoi lavori, per ridere, sorridere e – perché no – emozionarsi.
Il regista/attore è da pochi giorni sul set del suo nuovo film “Vicini per caso” (uscita prevista a febbraio 2014), che racconta - con il tono agrodolce proprio di Verdone – il complicato rapporto padre/figlio.

venti_anni_leggero.pngIl film di Giovanna Gagliardo “Venti anni” è uscito in Dvd Cecchi Gori Home Video. È un mix tra un film documentario e un film di fiction. La regista utilizza la struttura del documentario per raccontare la storia individuale e di coppia di Giulio e Marta, che viene alternata dalla ricostruzione di parti essenziali della loro vita, dal 1989 ad oggi, attraverso la recitazione.

È un film che cattura immediatamente l’attenzione. Si inizia mostrando il giorno della caduta del muro di Berlino. Giulio e Marta hanno vent’anni e si conoscono in una circostanza in cui l’euforia, per quanto sta avvenendo, e la contagiosa voglia di libertà li avvicina più di quanto loro stessi si rendano conto all’inizio del loro viaggio, portandoli – oggi quarantenni – a vivere la loro storia appieno.

“Avevo vent’anni, ero appena stato ammesso all’università dei miei sogni e avevo avuto la fortuna di vedere con i miei occhi la fine del comunismo” spiega Giulio. Il percorso intrapreso quel giorno è fatto di mille esperienze e tanti incontri, ma l’uno per l’altra sono rimasti una costante in tutti questi anni, anni in cui hanno vissuto incontri fugaci e lunghe chiacchierate al telefono. Mentre Giovanna Gagliardo racconta la loro storia mette sotto i riflettori quanto sia cambiato il mondo del lavoro, le opportunità lavorative di due giovani ventenni e di due quarantenni, mostrando i percorsi intrapresi da Giulio e Marta.
“Venti anni” è un film che fa riflettere, fa porre delle domande, racconta una bella storia d’amore e di vita e soprattutto infonde positività e speranza di riuscita.

Francesca Caruso