Stasera in tv: Hereafter di Clint Eastwood su Rete 4
Scritto da Redazione   
venerdì 18 aprile 2014

Stasera in tv: Hereafter di Clint Eastwood su Rete 4

Rete 4 quest'oggi propone in prima serata "Hereafter", dramma del 2010 diretto da Clint Eastwood e interpretato da Matt Damon, Cécile de France e Bryce Dallas Howard. (La nostra recensione)

La trama
Hereafter racconta le storie di tre persone che vengono toccate dalla morte in modi diversi. George (Matt Damon) è un operaio americano che ha un rapporto speciale con l’aldilà, Marie (Cécile de France) una giornalista francese un’esperienza tra la vita e la morte che ha sconvolto le sue certezze, Marcus (George McLaren e Frankie McLaren) uno studente londinese che ha perso la persona che gli era più vicina e cerca disperatamente delle risposte.
Le loro storie finiranno con l’intrecciarsi, le loro vite verranno cambiate da quello che credono esista, o debba esistere, nell’altro mondo.


Considerazioni
Clint Eastwood torna dietro la macchina da presa e dopo aver toccato l’argomento morte con lo struggente Million Dollar Baby, in cui si esplorava la sofferenza di una vita forse “non vita” e i lancinanti dubbi dell’eutanasia, sconfina per la prima volta oltre il labile confine tra scienza e spiritualità, alla ricerca di risposte che come spesso capita finiscono per trasformarsi in domande.
Eastwood affronta la paura che l’aldilà rappresenti solo la fine di un naturale e fisiologico ciclo biologico, ma anche la la flebile speranza che quella che definiamo morte non rappresenti realmente la fine, ma solo il principio.

E’ indubbio che Eastwood ha raggiunto una maturità artistica tale che gli permette di affrontare argomenti così complessi e tortuosi senza paura di scivolare nella retorica e fruendo di una poetica che va oltre il grande schermo nel senso lato del termine, in realtà sembra che il regista abbia voluto condividere i propri dubbi e le tante perplessità con lo spettatore rischiando al contempo di non trovare dall’altra parte la giusta connessione empatica che inneschi il medesimo dubbio che sovrasta il percorso dei suoi tre protagonisti.
Sequenze come quella dello tsunami e la performance di Matt Damon toccano corde profonde, trasmettono emozioni forti e questo è già un risultato, forse questo non sarà il miglior Eastwood in assoluto, ma senza dubbio “Hereafter” regala non poche emozioni e soprattutto invita alla riflessione su una tematica spinosa che fa parte di quelle grandi domande universali a cui difficilmente si riuscirà mai a dare una risposta.

Curiosità
- Il film co-prodotto da Steven Spielberg ha ricevuto un David di Donatello come Miglior film straniero, un Nastro d’argento come Miglior film extraeuropeo ed è stato candidato al Premio Oscar per i migliori effetti speciali.

- Il film è stato ritirato dalle sale in Giappone dopo il devastanti terremoto e lo tsunami del 2011.

- Le riprese sono state sospese per un mese nel dicembre 2009, per permettere a Matt Damon di girare I guardiani del destino.

- Per un momento è sembrato che Matt Damon non sarebbe stato in grado di apparire nel film a causa del suo impegno sul set de I guardiani del destino così ha suggerito a Clint Eastwood di considerare al suo posto Christian Bale, Casey Affleck, Hayden Christensen e Josh Brolin. Invece Eastwood è stato in grado di regolare la pianificazione delle riprese in modo che Damon apparisse in entrambi i film.

- L’attrice Sarah Jane O’Neill (Paziente in Rehab) afferma di essere una vera sensitiva.

- Il film costato 50 milioni di dollari ne ha incassati worldwide circa 105.