The Warlords – La battaglia dei tre guerrieri
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 19 gennaio 2015

Titolo: The Warlords – La battaglia dei tre guerrieri
Titolo originale: Tau ming chong
Cina, Hong Kong: 2007. Regia di: Peter Chan, Wai Man Yip Genere: Azione Durata: 126'
Interpreti: Jet Li, Andy Lau, Takeshi Kaneshiro, Jinglei Xu, Bao-ming Gu, Xiaodong Guo, Zhaoqi Shi, Dong Dong Wang, Kuirong Wang, Yachao Wang, Zongwan Wei, Bo Zhou
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: Inedito
Voto: 7,5
Trailer
Recensione di: Francesca Caruso
L'aggettivo ideale: Internazionale
Scarica il Pressbook del film
The Warlords – La battaglia dei tre guerrieri su Facebook

the_warlords_-_la_battaglia_dei_tre_guerrieri_leggero.png“The Warlords – La battaglia dei tre guerrieri” è disponibile in Dvd Minerva Pictures sul portale dei collezionisti di cinema www.dvd-store.it , dove si può trovare un folto numero di titoli in promozione.
Il regista Peter Chan racconta l’epica lotta di tre fratelli di sangue che da briganti –Er-Hu e Wu-Yang - diventano i signori della guerra. Il terzo è il generale Pang, che li convince ad arruolarsi nell’esercito Ching per sedare la ribellione dei Taiping e liberare la loro gente dall’oppressione altrui.
I tre uomini si guardano le spalle a vicenda durante i lunghi anni impiegati a sconfiggere i nemici. Sarà l’amore per una donna e la volontà di conservare il potere acquisito da uno di loro, che li porterà ad infrangere il patto.

Peter Chan mette in scena delle battaglie epiche prediligendo scontri di massa a quelli individuali, ma se all’inizio presenta i personaggi che determineranno gli eventi futuri e nella parte centrale si dedica alla spettacolarizzazione dei combattimenti tra le due fazioni, è nella parte conclusiva che si sofferma sui sentimenti, sulle ragioni e sull’emotività dei protagonisti, scoprendo i punti deboli e l’infrangersi di quello che fin dall’inizio è un desiderio impossibile da realizzare.
Ciò che il regista fa per tutto il tempo è mostrare quanto le buone intenzioni di tre individui possano essere nulle di fronte ad un Potere infinitamente più forte e grande di loro, che li usa alla stregua di marionette per i propri fini e poi se ne disfa. I tre ‘fratelli’ credono di combattere le sopraffazioni e le oppressioni del nemico, non accorgendosi che il nemico si annida in loro stessi.
Chan denuncia l’impossibilità di cambiare le cose e quanto sia vano lottare strenuamente per un ideale se lo status quo è la norma irreversibile. I tre signori della guerra non riescono neppure a mantenere saldo il patto di fratellanza stipulato con i migliori propositi, in quanto lungo il percorso intrapreso insieme cambiano gli obiettivi dei singoli.
La produzione ha scelto tre attori di richiamo per condividere il podio stellare: Jet Li veste i panni del generale Pang, Andy Lau quelli del capo dei briganti Er-Hu e Takeshi Kaneshiro quelli del giovane brigante Wu-Yang. I tre attori sono riusciti perfettamente a calarsi nelle rispettive parti, creando un sodalizio palpabile e infondendo vigore, passionalità e drammaticità al racconto.
In passato Jet Li è stato spesso una stella solitaria, in questa pellicola mette, invece, da parte la sua verve esplosiva e conferisce il giusto tono – sommesso e dismesso laddove serve – al generale Pang.
Per interpretare questo ruolo Li ha avuto 15 milioni di dollari, quasi un terzo del budget totale, che ammonta a 40 milioni.

La produzione ha fatto questa scelta perché la presenza dell’attore avrebbe garantito al film una distribuzione internazionale e di conseguenza introiti maggiori. Accolto positivamente da critica e pubblico, “The Warlords – La battaglia dei tre guerrieri” ai 27esimi Hong Kong Film Awards ha vinto otto premi su 10 candidature, tra cui quello per il Miglior Film, Miglior Regia e Miglior Attore (Jet Li).