Black Mass – L’ultimo gangster
Scritto da Ciro Andreotti   
lunedì 02 novembre 2015

Titolo: Black Mass – L’ultimo gangster
Titolo originale: Black Mass
USA 2015 Regia di: Scott Cooper  Genere: Thriller Durata: 122'
Interpreti: Johnny Depp, Benedict Cumberbatch, Juno Temple, Kevin Bacon, Dakota Johnson, Corey Stoll, Joel Edgerton, Peter Sarsgaard, Jesse Plemons, Adam Scott, Julianne Nicholson
Sito web ufficiale: www.blackmassthemovie.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 08/10/2015
Voto: 6,5
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Cattivo
Scarica il Pressbook del film
Black Mass – L’ultimo gangster su Facebook

Tratto dal romanzo inchiesta "Black Mass: The True Story of an Unholy Alliance Between the FBI and the Irish Mob" scritto nel 2001 da Dick Lehr e Gerard O'Neill.

blackmass_leggero.pngBoston 1975. L’amicizia d’infanzia che univa l’agente FBI John Connolly e James Bulger, leader della Winter Hill Gang, sfocia in una collaborazione fra i due che porterà quest’ultimo a dominare su tutta Boston negli anni a venire.

Johnny Depp porta sul grande schermo le gesta nefaste del più spietato gangster della storia americana, peggio di Capone e Gotti, più pazzo di qualunque internato in un manicomio criminale. Non v’è difatti nulla di epico o onesto nel comportamento di ‘Withey’ Bulger, dimenticate infatti Vito Corleone e la sua saggezza, tenete presente che non potete fidarvi mai di quel che crediate Whithey possa pensare; nel mezzo vedrete la caduta negli inferi di uomini di legge: la connivenza fra un ufficiale dell’FBI, amico di infanzia di Bulger, interpretato in maniera efficace da Joel Edgerton e di una città intera; e un fratello senatore, Benedcit Cumberbatch, che non vuole conoscere le gesta di quel galeotto di James.

Depp dipinge un personaggio difficile da identificare sia in termini di stabilità mentale che di profilo psicologico, in maniera a dire poco perfetta, aggiungendo una vena di follia che attraversa le lenti a contatto con le quali ha variato il proprio sguardo; reggendo su di sé una pellicola che non verrà probabilmente ricordata in termini di originalità o bellezza, per quanto ben sceneggiata e molto ben interpretata dal cast intero; ma di certo per la pesante e pensante interpretazione di Whithey Bulger, prossima probabilmente a venire candidata alla notte degli Oscar.

Da vedere quindi se amate Depp; non illudetevi però di avere a che fare con una storia di gangster differente da quelle che l’hanno preceduta.

Trailer