HOME arrow Libri & Cinema arrow Libri e Cinema arrow Prenditi cura di lei
Mercoledì 20 Settembre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Prenditi cura di lei PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesca Caruso   
giovedì 19 settembre 2013

Prenditi cura di lei

prenditi-cura-di-lei.jpg“Prenditi cura di lei” è il romanzo della popolare scrittrice sudcoreana Kyung-sook Shin, che in patria ha venduto oltre 1 milione di copie, raccogliendo consensi entusiastici in tutti i paesi in cui è stato tradotto e pubblicato. Edito in Italia dalla Neri Pozza, “Prenditi cura di lei” lascia una traccia profonda nell’anima del lettore.
Park So-nyo va a trovare i figli a Seul col marito. La coppia decide di prendere la metropolitana, che è talmente affollata da far fatica ad entrare in una carrozza. Quando il marito volge lo sguardo si rende conto che la moglie non è più dietro di lui, nelle mani stringe solo la sua borsa.

Park So-nyo si ritrova sola e smarrita – senza soldi né documenti – in mezzo a un via vai continuo di persone. I figli si attivano nelle ricerche, ma la mamma non è più la stessa da un po’ di tempo. Ora è lei ad aver bisogno di loro.
La prima cosa che colpisce è la singolare tecnica narrativa utilizzata dall’autrice. Ogni capitolo parla del rapporto di un componente della famiglia con la mamma/moglie. Si impara a conoscerla attraverso i loro ricordi, ma l’autrice adopera il “tu”, rivolgendosi ai diversi personaggi con tono di rimprovero per come ognuno di loro si è comportato con la protagonista.

Tutti hanno dato – chi in un modo, chi in un altro – per scontato quanto facesse quotidianamente Park So-nyo: quali e quanti sacrifici.
Nessuno ha mai tenuto conto dei suoi bisogni, o ha mai meditato su quali potessero essere i suoi desideri, sono stati egoisti ed egocentrici, senza fermarsi a pensare al loro comportamento spesso freddo e scontroso nei suoi confronti.
Solo quando scompare fanno un’analisi su quanto siano stati ingrati con l’unica persona che è stata loro sempre vicino: li ha ascoltati, dato una parola di conforto e aiutati in ogni modo da lei conosciuto.
C’è chi ha sempre pensato che le piacesse la vita che conduceva fin da giovane, come lo stare in cucina e preparare i pasti per la famiglia. Sarà lei stessa – rivolgendosi alla figlia maggiore – a sottolineare che “se fai solo quello che ti piace, chi vuoi che faccia quello che non ti piace” e poi “se fai sempre la stessa cosa a volte non ne puoi più”, ma quando guardava mangiare i suoi bambini capiva di non volere altro al mondo.

“Prenditi cura di lei” esprime l’amore di una madre e il suo annullarsi per i figli e il marito, riuscendo a tenere in piedi una famiglia che senza di lei si sarebbe sgretolata da tempo. È la storia di una donna tenace, che ha sopportato i tanti atteggiamenti d’indifferenza, di superficialità, di intrattabilità e ruvidezza dei suoi familiari.
Shin dà l’occasione ad ognuno di loro di guardarsi allo specchio e accorgersi di non aver capito quanto la mamma e moglie avesse bisogno di tutti loro.
È una lettura che penetra dentro, commuove e fa capire – se ancora ce ne dovesse essere bisogno – quale donna straordinaria sia la mamma e quanto si dia da fare per la famiglia.
“Prenditi cura di lei” accompagna i pensieri del lettore per lungo tempo, lasciando delle emozioni che trovano un posticino incancellabile nel cuore.

Prenditi cura di lei
Titolo originale: Omma rŭl Put’akhae
Autrice: Kyung-sook Shin
Traduzione: Vincenzo Mingiardi
Casa editrice: Neri Pozza, 2011
Pagine: 223
Prezzo: € 16,50

Francesca Caruso

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere