Martedì 17 Ottobre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Sanshiro PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesca Caruso   
lunedì 03 marzo 2014

Sanshiro

sanshiro.jpgÈ grazie alla casa editrice Marsilio che nel 1990 fa la sua apparizione in Italia il romanzo di Natsume Sōseki “Sanshirō” (Sanshirō, 1908) - primo capitolo della trilogia che comprende “E poi” e “La porta” - oggi giunto alla decima edizione.
La Marsilio ha dedicato un’intera collana ai classici giapponesi – denominata Mille Gru – dando l’opportunità di conoscere grandi opere ammirate a livello mondiale.

Sanshirō si trasferisce dalla provincia a Tokyo per frequentare l’università. Il primo giorno di lezioni fa amicizia con Yojiro, che gli farà conoscere il professor Hirota.
Questi diventa un mentore per i due ragazzi. Sanshirō rimane colpito dalle tante cose di cui i suoi nuovi amici hanno nozione, ma soprattutto rimane abbagliato da Mineko, conosciuta a casa del professore, della quale si innamorerà.
Ciò che rende i tre romanzi una trilogia è certo la tematica della ricerca di sé, dell’individualismo che si fa avanti in una società che si sta modernizzando, ma altrettanto importante, se non principale, è la maturazione di un uomo e la sua crescita emotiva e sentimentale.
Nel leggere la trilogia si avverte la sensazione di trovarsi di fronte ad un unico protagonista e ai vari stadi della sua vita. È tratteggiato il passaggio da giovane inesperto del mondo (Sanshirō) a giovane uomo che lotta tra desiderio e dovere (Daisuke), a uomo maturo appagato dal suo amore (Sōsuke). Sōseki ne fa un magnifico ritratto, tre romanzi, tre personaggi che si fondono in uno solo, con le loro scelte nelle faccende di cuore e nel rapportarsi con una società che cambia e nella quale si sentono il più delle volte soli, alienati.
In “Sanshirō” l’autore combina di pari passo lo sviluppo del racconto all’estensione del contenuto.
Quest’ultimo si genera attraverso i discorsi dei personaggi che girano intorno a Sanshirō, che permettono al ragazzo di fare nuove esperienze e di arricchirsi di mille cose a lui sconosciute e a Sōseki di parlare di ciò che più ama spaziando tra la pittura, il teatro, la modernità e la tradizione, del suo pensiero sull’Occidente e sull’Oriente e molto altro.

“Credo che noi, giovani dei tempi nuovi, stiamo vivendo il momento propizio per cercare una nuova grande libertà, la libertà della mente” sostiene l’amico di Sanshirō, e il professor Hirota gli spiega in maniera superba come siano diversi i giovani d’oggi rispetto a quelli del passato. L’individualismo è imperante, i giovani hanno preso consapevolezza di sé e l’egoismo ha preso piede nei pensieri e nei comportamenti (passando in definitiva da un eccesso all’altro).
Si rimane catturati dalle opinioni espresse, pensieri e considerazioni senza tempo, nelle quali ci si identifica anche oggi a distanza di oltre un secolo.
I contenuti esposti da Sōseki sembrano essere formulati per la società odierna, il lettore si sente preso in causa, in quanto le osservazioni dei suoi personaggi colpiscono l’animo, tanto quanto le pene d’amore del suo protagonista.
Sanshirō è combattuto tra il voler essere dinamico e la sua naturale staticità, che lo porta a non agire con la giusta incisività in diverse occasioni.

Sanshirō, Daisuke e Sōsuke sono caratterizzati da una staticità pressoché totale, tranne nel momento cruciale della loro vita, quando è l’amore a guidarli. Sono personaggi con un lato romantico, che intenerisce il cuore femminile.
Il punto di vista è quello maschile, tanto quello di Sanshirō, quanto quello degli amici con i quali conversa. Le due donne rappresentate sono viste con gli occhi degli uomini, ma Sōseki ne fa un ritratto moderno, descrivendo delle giovani con un pensiero autonomo e che decidono per sé.
“Sanshirō” è un libro necessario quanto l’intera trilogia, che ci proietta in un universo fatto di tante sfaccettature abilmente espresse.

Sanshiro
Titolo originale: Sanshirō
Autore: Natsume Sōseki
Traduzione: Maria Teresa Orsi
Casa editrice: Marsilio, 2013
Pagine: 336
Prezzo: € 19,00

Francesca Caruso

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere