HOME arrow NEWS & RUMORS: arrow I nuovi “bigotti” di Hollywood: Ashton Kutcher inneggia al porno, Madonna colleziona baci lesbo…
Giovedì 26 Novembre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
operatore.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
I nuovi “bigotti” di Hollywood: Ashton Kutcher inneggia al porno, Madonna colleziona baci lesbo… PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
venerdì 09 maggio 2008


Pensano che siamo scemi. Pensano che non si sia capito il loro gioco, che puzza di marketing da una parte all’altra dell’oceano. Quasi nelle stesse ore Ashton Kutcher (meglio conosciuto come Mr. Demi Moore , essendone il giovane marito) e Madonna hanno sbandierato il loro istinto “trasgressivo”. Che, a questo punto, è trasgressivo quanto una puntata di “Domenica In”…

Il bell’Ashton, potendo contare su un avvenente fisico e dovendo comunque fare promozione per il suo ultimo film in arrivo nelle sale – la commedia romantica Notte brava a Las Vegas – ha pensato bene di muovere le acque con la rivelazione di cui sotto.

“Prima o poi farò un film porno”, questa la pensata di Ashton, che tra l’altro sarà presto protagonista come playboy da battaglia in una commedia sexy dal titolo abbastanza indicativo: Spread (letteralmente, ehm, “divarica”). E quale sarebbe il motivo di questa folgorazione sulla via del porno? Semplice come la risposta del Kutcher: “Perché si guadagna parecchio. Sono stato a Londra la scorsa settimana per lavoro e ho scoperto quanto è famoso laggiù il divo porno americano Ron Jeremy”.

Ovvio: tutti si chiedono quale possa essere l’opinione di mamma Demi, ops, volevamo dire della moglie Demi Moore. Ce la potremmo anche immaginare da qualche vecchio arrotino a limare le unghie, opportunamente rivestite di acciaio. Se non fosse che la sparata di Kutcher è talmente esagerata da essere stata probabilmente concordata con l’illustre consorte. Che certo non si rovinerebbe la faccia e il nome per le intemerate di un moccioso coi bicipiti, pronto a issare la propria bandiera (ahi) nei territori porno.

Secondo capitolo: Madonna. La popstar sempre più matura nell’età e sempre più immatura nelle sparate mediatiche ha pensato bene di lanciarsi in un secondo (o terzo? Abbiamo perso il conto) bacio lesbico. Non più con la collega più giovane Britney Spears, bensì con un anonima addetta al palco che, durante una pausa canora all’Olympia di Parigi, aveva il compito di portarle da bere.

L’arrapata Ms Ciccone l’ha mascolinamente afferrata per il collo e se l’è slinguata. La ragazza, dalle foto riportate, sembra che ci sia stata. Magari anche solo per educazione verso la “signora” del pop. E così Madonna ha ottenuto ciò che voleva: che si parlasse di lei e che tutto il pianeta riprendesse l’evento saffico da lei “ordito”.

Se però Ashton Kutcher prima, e Madonna poi, pensano che noi
a) ci scandalizziamo
b) ci arrapiamo
cascano veramente male.

Piuttosto ci viene da pensare che questo marketing “boccaccesco” è ormai scontato e indice di una realtà: che, cioè, la vera “bigotteria”, oggi, non è più quella classica, bensì quella opposta. Le star del jet-set sono letteralmente terrorizzate di non apparire “liberali”, trasgressive, pro-tutto (ammucchiate, omo, trans, lesbo, etc…). Il nuovo conformismo richiede questo.

Infine, la non più giovane Madonna sa come agganciare giovani star (tipo Spears qualche anno fa, o Timberlake oggi) per restare sulla cresta più alta dell’onda, ben sapendo che questi sono gli ultimi fuochi d’artificio per lei. Anche perché un tipo di musica come la sua, quando la silhouette sfiorirà, non potrà avvalersi certo di una voce tutt’altro che da fuoriclasse. O sei bonazza nei video, cara Ciccone, o addio.

Non penserai che qualcuno si metta ad ascoltare i due accordi in croce di brani come “4 Minutes” senza un adeguato corredo di videoclip, balletti e strusciamenti vari, vero? Mica sei Barbra Streisand o Judy Garland: quelle erano, e sono, voci che potevano vivere anche prive di un fisico palestrato intorno. Ecco, magari una Christina Aguilera, per dire una che la voce ce l'ha sul serio, potrà proseguire a cantare anche fosse in carrozzella e con il plaid sulle ginocchia. Ma tu…

Fonte: AttentiAlCine

 

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere