HOME arrow RECENSIONI:
Domenica 17 Ottobre 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Ultime recensioni inserite ordinate per data
Il giorno sbagliato PDF Stampa
Thriller1
Scritto da Ciro Andreotti   
venerdì 16 ottobre 2020

Il giorno sbagliato (Unhinged) USA 2020 Regia di: Derrick Borte Genere: Thriller Durata: 91' Cast: Russell Crowe, Jimmi Simpson, Lucy Faust, Gabriel Bateman, Caren Pistorius, Anne Leighton, Michael Papajohn. 
Nelle sale dal: 
24/09/2020
Recensione di: Ciro Andreotti Voto: 5
L'aggettivo ideale: rivedibile ...

 

loc_giorno_ sbagliato.jpg

Rachel Hunter, una donna da poco divorziata, si alza in ritardo per accompagnare il figlio Kyle a scuola e recarsi al lavoro. Lungo la strada s’imbatte nell'auto di Tom Cooper un uomo irascibile e violento, fra i due inizia un battibecco causato da una mancata precedenza a un semaforo, ma mentre per Rachel tutto sembra risolto per Tom invece è l'inizio di una caccia spietata.

Quando Un giorno di ordinaria follia incontra Duel il risultato è un inseguimento omicida che si sposta dal traffico di Los Angeles e dal deserto californiano al traffico altrettanto tentacolare della Louisiana.

Russell Crowe occupa il posto che fu di Michael Douglas assumendone il medesimo ruolo ma, al contrario di Bill Foster, Tom Cooper s’aggira per New Orleans in auto e non a piedi pur essendo vittima delle medesime allucinazioni causate da eventi esterni, e non importa che si tratti di un matrimonio terminato nel peggiore dei modi o di una giornata di lavoro finita con un licenziamento.

Rispetto alla pellicola d’esordio di Spielberg invece gli inseguimenti con agguati alle pompe di benzina e incidenti causati per uccidere, sono facili citazioni  mentre il viso di Russell Crowe incastona quello di Tom Cooper grazie a uno sguardo mefistofelico capace di donargli follia ma non un movente se non un’esagerata voglia d’ingiustificata vendetta.

Film trascurabilmente violento e idea già narrata in precedenza e che non lascia alcun segno.

 
Gundala - Il figlio del lampo (dvd) PDF Stampa
Fantascienza
Scritto da Luca Orsatti   
giovedì 15 ottobre 2020

Titolo: Gundala - Il figlio del lampo
Titolo originale: Gundala
Caratteristiche del dvd in vendita dal 04 Ottobre 2020.

Film
Arriva dall’Indonesia il nuovo eroe dei cinecomics: Gundala, capace di immagazzinare e rilasciare il potere dei fulmini. Presentato alla 22agundala-dvd.jpg edizione del FEFF, il film incuriosisce sin da subito gli amanti del filone supereroico Marvel e non delude le aspettative, confermando la fama del regista Joko Anwar, presente al festival anche con l’intrigante horror Impetigore, di essere uno dei più acclamati registi indonesiani contemporanei.

Gundala, basato sui fumetti di Harya “Hasmi” Suraminata, fa parte dell’universo Bumilangit, l’equivalente indonesiano di Marvel e DC, ed è il primo supereroe di questo universo ad approdare sul grande schermo; già protagonista di un film del 1981, Gundala Putra Petir, con Anwar rinasce a nuova vita e, si spera, a nuove, prossime, avventure.
Nel suo Gundala, il regista non si sofferma tanto sulle gesta eroiche del protagonista Sancaka, ma piuttosto va a fondo nella sua anima, gli crea una storia ed un vissuto che lo porteranno a diventare il paladino degli oppressi contro la corruzione e la disuguaglianza.

I riferimenti al mondo dei supereroi Marvel sono sottili e visibili solo agli occhi del cuore; per certo verso, Sancaka rimanda alla memoria il giovane Peter Parker che riceve i suoi poteri da un ragno radioattivo e che impara a sue spese che “da grandi poteri derivano grandi responsabilità”, ma allo stesso tempo la sua storia ricorda la più recente interpretazione del Joker data da Todd Phillips, sia per l’attenzione alla psicologia del personaggio che per i toni crudi e neri della storia di per sé. in un’Indonesia dominata dalla corruzione, il film si apre su una manifestazione di operai guidata dal padre del piccolo Sancaka; qui inizia la fine della sua infanzia, con la perdita prematura dei genitori proprio a causa delle ingiustizie sociali dominanti e l’inevitabile crescita per la strada, costretto a trovare un modo per sopravvivere.

Fin da bambino, Sancaka ha paura dei fulmini, che sembrano cercarlo ovunque si trovi; una volta adulto, riceverà da questi il suo potere di supereroe, per combattere la corruzione e la violenza che hanno sempre intaccato la sua esistenza e quella della povera gente comune attorno a lui. Il villain da combattere è il crudele Pengkor, un cattivo segnato da un’infanzia traumatica come lo stesso Sancaka, ma che, come Joker, ha scelto la strada della vendetta; sfigurato da un’incendio doloso dopo aver assistito impotente all’assassinio dei propri genitori, cresciuto in orfanotrofio, ben presto si riprenderà potere e ricchezza e diverrà capo di un esercito di orfani pronti ad uccidere per lui. Lo scontro tra i due non è solo fisico, ma anche e soprattutto morale; essere guidati da una retta morale è infatti l’insegnamento in nuce dell’eroe indonesiano. Ma Anwar non dimentica lo spettacolo: in particolare spicca la cura delle coreografie dei combattimenti corpo a corpo, infuse della pratica del silat, l’arte marziale indonesiana, ma anche i costumi, la scenografia, la fotografia, sono di ottima qualità. Il finale di Gundala, risolutivo ma con nuove, inattese, aperture, apre la porta ad un secondo episodio; lo aspettiamo con gioia. Consigliato!

Video
Il film prodotto da Screenplay Films, Bumilangit Studios, Legacy Pictures e Ideosource Entertainment, viene distribuito per il mercato Home Video da Blue Swan e presentato nel formato cinematografico di 2,39:1 anamorfico. La confezione presa in esame è una semplice Amaray, bella graficamente ma priva di Artwork interno. Il lavoro svolto in fase di encoding è ottimo e ha permesso di ottenere un dvd che gode di un qualità video all'altezza se pensiamo al tipo di supporto. Le immagini risultano sempre definite e brillanti con una paletta cromatica estremamente naturale. Le riprese con scarsa luminosità risultano prive di artefatti. Fedeli gli incarnati. Dvd di qualità!

Audio
Comparto audio classico. Troviamo due traccie in Dolby Digital 5.1. in lingua originale e Italiano. Analizzando la pista sonora in Italiano possiamo constatare che ci troviamo di fronte a una traccia di qualità,  dinamica e ricca di dettagli in linea con il tipo di codifica. Il campo sonoro è sempree e ci permette di immergerci nelle nelle varie scene e di ascoltare dialoghi sempre chiari per tutta la durata del film.

Extra
Comparto extra assente. Peccato!.

 
Game night - Indovina chi muore stasera? PDF Stampa
Drammatico1
Scritto da Ciro Andreotri   
lunedì 12 ottobre 2020

Titolo: Game Night - Indovina chi muore stasera? (Game Night) USA: 2018. Regia di: Jonathan Goldstein, John Francis Daley Soggetto: Mark Perez Sceneggiatura: Mark Perez Genere: Commedia, Azione Durata: 100' Cast: Jason Bateman, Rachel McAdams, Kyle Chandler, Billy Magnussen, Sharon Horgan.
Nelle sale dal: 01/05/2018
Recensione di
: Ciro Andreotti Voto: 7
L'aggettivo ideale: di corsa

Max e Annie sono una coppia conosciutasi nel corso di una serata trascorsa in un bar a giocare ai più famosi giochi da tavolo. Poco tempo dopo i due si sposano e continuanolocandina_game_night.jpg a giocare ai più celebri giochi assieme al loro gruppo di amici. Una sera Brooks, il fratello di Max, da poco tornato in città, invita tutti nella sua nuova villa dove per l’occasione ha inscenato un nuovo gioco: un finto rapimento al termine del quale i più abili fra i presenti dovranno scoprire dove sia stata portata la vittima. Tutto sembra sotto controllo fino a quando …

Film diretto curiosamente a quattro mani dai due registi e attori brillanti Goldstein e Delay e che dietro un titolo degno di un film dell’orrore cela una nuovo commedia brillante alla quale Jason Bateman, Come ammazzare il Capo 1 & 2, ci ha felicemente abituati da molto tempo a questa parte.

Lo sceneggiatore Mark Perez offre all’attore noto per le sue incursioni nelle serie TV degli anni 80 l’opportunità per confrontarsi ancora una volta con una commedia mascherata da thriller, ove il David Fincher di The Game viene rivisto in chiave comica per mezzo di un cast perfettamente affiatato in cui Rachel McAdams si cala nel ruolo di Annie, appassionata di gioco e competitiva esattamente quanto suo marito Max, e Kyle Chandler, anche lui proveniente dal mondo delle serie televisive, che invece interpreta il ruolo del fratello di Max e creatore di una serata di gioco molto particolare. Fra un colpo di scena e il successivo e una trama divertente e mai banale il film giunge al termine trasformandosi in una piacevole sorpresa colpevolmente passata in sordina perché non adeguatamente sostenuta in fase post produttiva.

 






 
Megalodon (dvd) PDF Stampa
Fantascienza
Scritto da Luca Orsatti   
giovedì 08 ottobre 2020

Titolo: Megalodon
Titolo originale: Magalodon
Caratteristiche del dvd in vendita dal 05 Agosto 2020.

Film
Un sottomarino russo intento in operazioni di spionaggio e scavi in acque territoriali americane libera per errore un Megalodon e viene megalodon-dvd.jpgattaccato. Una nave della marina americana scova il sottomarino e, ignara del pericolo, manda una squadra di recupero per capire cosa stessero facendo lì. Salvati alcuni membri dell’equipaggio russo, anche loro si troveranno faccia a faccia con il famelico predatore dell’oceano, e dovranno essere salvati a loro volta.

L’uscita di The Meg (o Shark – il Primo Squalo se preferite il titolo italiano) mi aveva esaltato per la possibilità di dare nuova linfa al genere dei film di squali. Fortunatamente The Meg ha avuto un discreto successo, e quindi il genere sicuramente è ancora vivo e vegeto e pronto a partorire decine e decine di film di squali tutti uguali, per la mia enorme gioia.
Il diretto Mockuster targato The Asylum di The Meg però è stato una vera delusione dato che il Megalodon in questo film è solo di contorno, per il resto siamo davanti a pura spazzatura di propaganda americana.
Quello che dovrebbe vendere il film è la presenza di Michael Madsen, che in realtà appare in un ruolo marginale che potrebbe aver interpretare un qualsiasi barbone preso fuori dagli uffici della Asylum.

Il film inizia con questi russi in un sottomarino intenti a fare qualcosa di losco che vengono interrotti dal Megalodon che distrugge il loro sottomarino e li lascia in avaria. E pensi “a ecco, questo è il film dove dei cazzoni stranieri vengono salvati dagli eroi della marina americana“. No, il film è anche peggio. Arriva il sottomarino di salvataggio, carica i russi e l’atteggiamento della comandante della squadra di recupero è fastidiosissimo con le sue domande da interrogatorio del tipo “che avete fatto per far incazzare lo squalo?” proprio mentre il loro sottomarino di recupero viene inghiottito. Ed anche questa parte potrebbe essere promettente perché i nostri protagonisti sono dentro la pancia dello squalo.

E invece niente, il film è un continuo parlarsi alla radio e capire come uscire per poi partorire un piano noioso e banale che riporterà tutti (o quasi) in salvo. Ma questa era la parte divertente del film. Subito dopo infatti la scena si sposta all’interno della nave della marina, dove abbiamo altri interrogatori seguiti dalla fuga dei russi quindi abbiamo il solito film della Asylum con spot alle forze militari americane e con una enorme dose di patriottismo. Spero sinceramente che la difesa USA li finanzi in qualche modo. E il Megalodon? Ogni tanto riappare, ma giusto per una scenetta nella quale ingoia due pescatori e per far sacrificare uno dei protagonisti con una frase ad effetto ed una immancabile esplosione. Questo non è un film di squali ma un film sulla marina militare USA.
Peccato per l'occasione mancata.

Video
Il film prodotto per la tv nel 2018, viene distribuito per il mercato Home Video da Blue Swan e presentato nel formato cinematografico di 1,78:1 anamorfico. La confezione presa in esame è una semplice Amaray, bella graficamente ma priva di Artwork interno. Il dvd gode di un quadro video nella media se pensiamo al tipo di supporto. Le immagini risultano  discrete anche se in più di un occasione troviamo una perdita di definizione. I colori sono naturali. Le riprese con scarsa luminosità risultano sufficienti. Ottimi gli incarnati.

Audio
Comparto audio classico. Troviamo due traccie in Dolby Digital 5.1. in Inglese e Italiano. Analizzando la pista sonora in Italiano constatiamo una buona dinamicità e una sufficiente ricchezza di dettagli in linea con il tipo di codifica. Campo sonoro sempre pulito che ci permette di immergersi nelle nelle varie scene e di ascoltare dialoghi sempre chiari per tutta la durata del film.

Extra
Comparto extra assente. Peccato!.

 
La vita straordinaria di David Copperfield PDF Stampa
Drammatico1
Scritto da Mirko Trincato   
giovedì 08 ottobre 2020

La vita straordinaria di David Copperfield (The Personal History of David Copperfield) USA 2019 Regia di: Armando Iannucci. Genere: Drammatico Durata: 119' Cast: Dev Patel, Hugh Laurie, Tilda Swinton, Aneurin Barnard, Peter Capaldi, Morfydd Clark..
Nelle sale dal:
16/10/2020
Recensione di: Mirko Trincato Voto: 8
L'aggettivo ideale: Elegante...

In sala dal 16 ottobre la pellicola “La straordinaria vita di David Copperfield” sorretta da un grande cast, tra i quali annovera Dev Patel, Tilda Swinton, Hughla_straordinaria_vita_di_david_copperfield.jpg Laurie e Ben Wishaw; la regia è curata da Armando Iannucci.

La pellicola è la trasposizione cinematografica della celebre novella di Charles Dickens; dura 119 minuti e non stanca, la sceneggiatura è solida e la troviamo con un’identità ed una forma ben precisa. Le ambientazioni ottocentesche risultano credibili, grazie ad una fotografia ed una regia eccelsa.
Ricorda un po' le “piece teatrali” Shakespeariane, mantenendo comunque un’assoluta originalità e dimostrando appieno il saper fare una buona commedia, grazie ad una giusta caratterizzazione dei personaggi, giocando tra il grottesco e l’irriverente.

Di base non c’è una stravaganza, che possiamo definire eccessiva; si capisce già dai primi minuti che il regista Iannucci propone una sua versione “intelligente” e completamente nuova, differenziandosi dall’opera originale di Dickens. Riesce ad integrare con maestria questo connubio tra tradizione e innovazione, dove le ambientazioni di un “Inghilterra Vittoriana” si accostano ad una visione più affine al pensiero estetico del regista.

David Copperfield è il narratore della sua stessa vita; il film prende forma dai suoi scritti che fanno da metafora di una vita turbolenta, passata tra dolori e ingiustizie che hanno fatto parte del suo cammino.
Grazie all’aiuto della Zia, riesce a studiare e a formarsi per una prospettiva futura, dove riuscirà a riscattarsi e a guadagnarsi da vivere, scrivendo i suoi primi saggi.

Ritornando al regista Iannucci; bisogna dargli atto della notevole capacità di scrittura nei dialoghi che sfociano nel comico-grottesco mantenendone l’eleganza. Spiccano fra tutto il cast la presenza di Dev Patel (che già avevamo visto in Lion e The Millionaire) e soprattutto Tilda Swinton, fresca del Leone d’Oro alla Carriera ricevuto al Festival del Cinema di Venezia.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 19 - 27 di 4747

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere