HOME arrow RECENSIONI:
Martedì 22 Ottobre 2019
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
godzilla_2_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
la_llorona_728x120_top.jpeg
Ultime recensioni inserite ordinate per data
C'est la vie - prendila come viene PDF Stampa
Commedia1
Scritto da Ciro Andreotti   
mercoledì 05 giugno 2019

Titolo: C'est la vie - prendila come viene 
Titolo originale: Le sens de la fête
Francia 2017 Regia di: Eric Toledano, Olivier Nakache Genere: Commedia Durata: 117'
Interpreti: Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve, Gilles Lellouche, Vincent Macaigne, Eye Haidara, Suzanne Clément, Alban Ivanov, Hélène Vincent
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 01/02/2018
Voto: 7
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Ironico...
Scarica il Pressbook del film
C'est la vie - prendila come viene su Facebook

cest_la_vie_prendila_come_viene.jpgMax, proprietario di una piccola società che si occupa di cerimonie nuziali, è a un passo dal divorzio, ma nel frattempo deve occuparsi di un matrimonio in un castello settecentesco nel quale lo sposo detta regole assurde mentre il suo staff lo vessa con continui problemi e richieste. Frattanto, a causa della difficoltà nel proseguire la sua attività, Max sta seriamente prendendo in esame l’ipotesi di vendere la sua azienda.

Film commedia passato in sordina nelle sale di casa nostra ma che merita di essere recuperato perché dotato di un mix di coralità e ironia capaci di mettere in luce la vacuità delle più comuni convinzioni piccolo borghesi riviste attraverso un matrimonio festeggiato con richieste difficili da assolvere, se non al termine di concertazioni ai limiti del kafkiano, e con Max, l’attore Jean-Pierre Bacri, che rappresenta il vero collante fra dipendenti incapaci e perennemente in lotta fra loro, e una coppia di sposi che viene immediatamente presentata come problematica. Tutti sembrano remare in qualunque direzione, a parte in quella giusta, per portare a termine una serata che però nulla ha a che vedere con ‘il giorno più bello’ di una coppia ma che per professione e fra mille difficoltà viene completata con successo.

Il duo Toledano e Nakache riesce a firmare, a nove anni di distanza da Quasi Amici, storia vera dell’amicizia fra un nobile tetraplegico e il suo infermiere, forse la sua migliore pellicola partendo da un soggetto molto semplice, un banchetto in un castello visto però attraverso gli occhi della servitù e non degli invitati, e che invece di virare sul lato più drammatico, come già capitava in Camerieri di Leone Pompucci, ove l’occasione del banchetto era un modo cinico per parlare dei nostri difetti e dei ‘mostri’ di casa nostra, preferisce muoversi verso una commedia dal tono ironico capace di farci sorridere delle nostre convinzioni riguardo ‘il senso della festa’, questo il vero titolo della pellicola presentata in anteprima al festival del cinema di Roma.
Si sorride per la perfetta coralità nella quale si muove fra mille insidie il wedding planner Max e a fine film è decisamente normale interrogarsi proprio su dove si trovi il vero senso della festa, se fra gli invitati o nel mezzo di uno staff sorprendentemente unito.

 
Bangla PDF Stampa
Commedia1
Scritto da Ciro Andreotti   
venerdì 24 maggio 2019

Titolo: Bangla 
Titolo originale: Bangla
Italia 2019 Regia di: Phaim Bhuiyan Genere: Commedia Durata: 90'
Interpreti: Phaim Bhuiyan, Simone Liberati, Pietro Sermonti, Carlotta Antonelli, Rishad Noorani, Shaila Mohiuddi, Nasima Akhter
Sito web ufficiale:
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 16/05/2019
Voto: 6,5
Recensione di: Ciro Andreotti
L'aggettivo ideale: Frizzante...
Scarica il Pressbook del film
Bangla su Facebook

bangla.jpgPhaim è un ventiduenne italiano di origini bengalesi, che vive alla periferia di Roma con la sua famiglia, alternandosi fra il lavoro, la fede musulmana, le prove con il suo gruppo musicale e Asia, studentessa universitaria conosciuta a un suo concerto. L’incontro con una ragazza di origini italiane creerà in lui difficoltà fino a quel momento del tutto inattese.

La storia di Phaim è quella del suo autore, già svezzato fra documentari e la passione folle per il cinema, concretizzatasi in una pellicola distribuita da Fandango e che sa fare centro avvalendosi dell’ esperienza di figlio d’immigrati Bengalesi (o Bangladesi) arrivati a Roma poco prima della sua nascita, anzi per la precisione trasferiti a ‘TorPigna’ (N.d.R. Tor Pignattara) quartiere multietnico ove convivono hipster, decine di minoranze ben radicate e gli anziani che si ricordano la Roma che era ma che ormai non è più.

Riuscendo a far respirare al loro primogenito le medesime difficoltà nelle quali vivono i suoi coetanei in bilico fra il lavoro sottopagato e precario e, nel suo caso, con matrimoni combinati perennemente in agguato. Con l’auspicio per un trasferimento all’estero, con Londra come meta preferita e le uscite con ragazze autoctone.

Riuscendo a farci capire che le difficoltà sono le medesime per tutti a prescindere dal colore della pelle, a eccezione, nel caso di Phaim, di una tempesta ormonale amplificata dall’essere un giovane musulmano praticante e per questo dedito all’estensione sessuale fino al matrimonio. Si ride e sorride delle convinzioni del poco più che ventenne che si affaccia al mondo, grazie alla capacità dell’autore di sdrammatizzare argomenti così importanti che possono essere fonte di separazione fra differenti culture, come nel caso di scelte imposte da tradizione e famiglia, sempre riviste con una dose di leggerezza che pervade tutto il film.

Ci deliziano le aggiunte di Sermonti e Liberati, nei ruoli di un padre rocker mancato e di un pusher silente oltre alla protagonista Carlotta Antonelli anche lei, come buona parte del cast, alla sua prima uscita sul grande schermo.
Godiamoci quindi la prima pellicola di questa giovane promessa, in attesa di un nuovo lavoro che dovrà dimostrarci se siamo di fronte all’esplosione di un vero talento o a un semplice fuoco di paglia.

 
L'agenzia dei bugiardi (dvd) PDF Stampa
Commedia
Scritto da Luca Orsatti   
venerdì 24 maggio 2019

Titolo: L'agenzia dei bugiardi
Titolo originale: L'agenzia dei bugiardi
Caratteristiche del dvd in vendita dal 09 Maggio 2019.
Acquista l'edizione dvd al miglior prezzo!

Film
Il seducente Fred, l'esperto di tecnologia Diego e l'apprendista narcolettico Paolo sono i componenti di unalagenzia_dei_bugiardi_dvd.jpg diabolica e geniale agenzia che fornisce alibi ai propri clienti e il cui motto è "Meglio una bella bugia che una brutta verità". Fred si innamora di Clio, paladina della sincerità a tutti i costi, alla quale quindi non può svelare qual è il suo vero lavoro. La situazione si complica quando Fred scopre che il padre di Clio, Alberto, è un suo cliente, che si è rivolto all'agenzia per nascondere alla moglie Irene una scappatella con la sua giovane amante Cinzia. Accidentalmente, per una distrazione di Alberto, si ritroveranno in vacanza tutti insieme: Carla, Clio, Alberto e Cinzia in una situazione esplosiva. Cosa si inventeranno questa volta Fred e i suoi per creare l'alibi perfetto e sfuggire ancora una volta alla verità?....
Lo sapevate che esistono delle aziende che vivono fornendo alibi per le menzogne dei loro clienti? Ecco, io ne ero totalmente all'oscuro.
L'agenzia dei bugiardi, assieme a Alibi.com (2017), suo remake di una commediola francese che si basava proprio su questa notizia, ce lo hanno fatto conoscere. Tali società esistono per davvero ed è assurdo solo pensare alla loro creazione. Non sembra la realtà, che è spesso più creativa di qualsiasi immaginazione, ma sembra già un film. Queste società, non fanno altro che aiutare i propri clienti a mentire a coloro che li attorniano e, facendo qualcosa di immorale e politicamente scorretto allo stesso tempo, non possono anche esimersi dal generare con questo argomento una grande comicità con quello che ovviamente ne scaturisce. Per rispettare la legge, gli unici campi in cui tali società non possono intervenire sono quelli legati al mondo minorile, del lavoro o nell'ambito della medicina o salute. Per il resto ogni bugia è possibile! Un esempio su tutti.
Una donna infedele, iscritta a un corso di pasticceria, per vedere segretamente l'amante. Una volta protetta dalla società di alibi, riceveva a casa dalla stessa, torte a non finire per illudere il marito che il corso forse fruttuoso.
Su questi presupposti si innesta il film, versione italiana del francese che scatena divertenti risate, dovute a sceneggiatura originale, un team molto affiatato e ben diretto. Ad esempio Guido (Luigi Luciano), un hacker stordito e comico già solo per la faccia che ha. O la rapper negata, bella e troppo comica, Diana del Bufalo, totalmente stordita nella sua parte. Ancora ottimo Paolo Calabrese, il vicino di casa erotomane e onanista, innamorato segretamente della toga del giudice, (Carla Signoris), sua dirimpettaia. Tutti funzionano bene sia singolarmente che tra di loro. Risultato una buona energia e due risate assicurate, anche per l'assurdità di certe scene.
Insomma chi non avrebbe bisogno di una tale agenzia che copre marachelle e fa fare due risate, alzi la mano......

Video
Prodotto e distribuito da Warner Home Video, "L'agenzia dei bugiardi" viene presentato nel formato cinematografico di 2,35:1 anamorfico. La confezione è una semplice Amaray, curata nella grafica ma priva di Artwork interno. Il dvd gode di un quadro video soddisfacente per il tipo di supporto e, grazie ad un Bitrate medio particolarmente generoso che si attesta oltre gli 8,00 Mbps/sec, le immagini risultano ottime, sempre luminose e ricche di dettagli. I colori rispecchiano quelli visti in sala. Le riprese con scarsa luminosità non risultano mai impastate e riscono a regalarci un quadro video più che dignitoso. Sinceri gli incarnati resi sempre in modo naturale.

Audio
Comparto audio promosso.Troviamo una traccia Dolby Digital 5.1. dalla buona dinamica, ricca di dettagli e adeguata al tipo di prodotto. Ottima la pulizia del suono che ci permette di godere di dialoghi cristallini per tutta la durata del film. Molteplici gli effetti di ambienza che si possono percipire nelle varie scene e buona la riproduzione della colonna sonora.

Extra
Comparto extra buono, troviamo oltre all'immancabile Trailer un corposo "Backstage" (15,00) ricco di tante interviste al regista e al cast.

 
10 giorni senza mamma (dvd) PDF Stampa
Commedia
Scritto da Luca Orsatti   
giovedì 23 maggio 2019

Titolo: 10 giorni senza mamma
Titolo originale: 10 giorni senza mamma
Caratteristiche del dvd in vendita dal 23 Maggio 2019.
Acquista l'edizione dvd al miglior prezzo!

Film
Carlo e Giulia sono sposati e hanno tre figli. Carlo, completamente assorbito dal proprio lavoro, è un padre assente,10_giorni_senza_mamma_dvd.jpg mentre Giulia, che ha deciso di lasciare il suo lavoro per dedicarsi completamente alla famiglia, è stanca e provata dalla vita domestica e decide di concedersi una vacanza di dieci giorni con la sorella a Cuba. Carlo sarà dunque obbligato a fare il "mammo" a tempo pieno.
Tra liti, disastri e tragedie sfiorate, Carlo e i suoi figli avranno finalmente modo di conoscersi meglio....
Già dal titolo, banalissimo nella speranza di risultare simpatico ed accattivante, non si può certo sostenere che l'ultima fatica del prolifico regista Alessandro Genovesi, quello de "La peggior settimana e il peggior Natale della mia vita", potesse dar adito a molte speranze ed entusiasmi. La storiella della responsabilizzazione di un padre imbranato e fuorviato dalle esigenze di carriera, o anche solo di sopravvivenza lavorativa, a scapito del proprio ruolo, sacrificato e messo in secondo piano, di padre e riferimento mancato della famiglia, si incanala presto ed inequivocabilmente attraverso i binari sentimentali e buonisti che conducono ad un finale in rosa mirato a conquistare consensi.
Va pur ammesso, tuttavia, che i numeri comici ed i siparietti sulle spalle del protagonista Fabio De Luigi, funzionano molto bene, e la risata spontanea e liberatoria, soprattutto quando incentrata sul calvario che il protagonista - anche afflitto da problemi ai denti - deve affrontare in fretta e furia, è un effetto piacevole che da una commedia leggera a sfondo comico, sarebbe sempre opportuno aspettarsi, se non proprio pretendere. Per quanto non nuovi, sono proprio i caratteri e le pose dei personaggi che compongono lo sconquassato nucleo famigliare in subbuglio a vincere: tutto il resto è cliché visto mille volte, ma per una volta la commedia si può considerare tutto sommato, e grazie a questi primi, piuttosto riuscita.

Video
Prodotto da Medusa e distribuito da Warner Home Video, "10 giorni senza mamma" viene presentato nel formato cinematografico di 2,35:1 anamorfico. La confezione è una semplice Amaray, bella graficamente ma priva di Artwork interno. Il dvd gode di un quadro video di qualità ma tendenzialmente morbido nonostante un Bitrate medio particolarmente generoso che si attesta oltre gli 8 Mbps/sec. Le immagini risultano definite ma mai pungenti e discretamente luminose. Ottimi i colori dai toni particolarmente caldi e viranti al pastello. Buone le riprese in penombra anche se si nota una certo calo di dettaglio. Belli gli incarnati resi sempre in modo naturale. Promosso!

Audio
Comparto audio perfetto per il genere di film.Troviamo una traccia Dolby Digital 5.1. squillante, ricca di dettagli e dall'ottima timbrica. Una traccia in Dolby Digital che ci permette di godere di dialoghi cristallini per tutta la durata del film. Sempre curati e persistenti i molteplici effetti di ambienza che si possono percipire nelle varie scene e buona la riproduzione della colonna sonora.

Extra
Comparto extra molto buono, troviamo oltre all'immancabile Trailer un bel "Backstage" (11,49) dove attori e regista ci parlano del film e le "papere sul set" (8,45)

 
Succession - Prima Stagione (dvd) PDF Stampa
Drammatico
Scritto da Davide Sorghini   
mercoledì 22 maggio 2019

Titolo: Succession (Prima Stagione)
Titolo originale: Succession (Season 1)
Caratteristiche del dvd in vendita dal 30 Aprile 2019.
Acquista l'edizione dvd al miglior prezzo!

Film
Succession racconta la storia della famiglia Roy, ricchi imprenditori del settore dei media di origine scozzese masuccession_dvd.jpg che hanno fatto fortuna negli Stati Uniti. Una famiglia che ha molte, troppe, somiglianze con i Murdoch della costruzione familiare, nella tipologia del loro lavoro, ma con cui nè ufficialmente nè ufficiosamente ci sono legami. Una ricca famiglia, di fatto, americana, parte di quell'1% della popolazione che controlla il mondo come tante ne abbiamo viste. La serie tv composta da 10 episodi dalla durata variabile tra i 50 e i 60 minuti, è stata scritta dallo sceneggiatore inglese Jesse Armstrong autore tra l'altro della satira politica della BBC The Thick of It e questa sua provenienza è percepibile nella serie HBO. Pur essendo sostanzialmente un drama, Succession vive anche del sarcasmo dei suoi protagonisti, della profonda cattiveria che domina questa nobiltà contemporanea, borghesi arricchiti che amano solo loro stessi. Succession è quasi una black comedy, un comedy-drama anche se non si ride profondamente, c'è un umorismo tipico della serialità inglese, delle migliori produzioni BBC.
A stupire, di Succession, è la facilità con cui Armstrong riesca a partire da un tema e un’ambientazione superclassici e pure potenzialmente noiosi (il drama familiare dei ricchi, incastrato nelle pieghe burocratiche dell’azienda di famiglia), per costruire una storia che non è solo appassionante, ma anche capace di cambiare di volta in volta registro, a seconda di quello che deve raccontare e delle emozioni che vuole scatenere.

Video
Prodotto e distribuito da Warner Home Video la prima stagione completa di "Succession" viene distribuita solo in formato dvd senza abbracciare l'alta definizione. La serie è presentata con un formato video di 1.78:1 anamorfico buono, caratterizzato da una qualità video convincente per il tipo di supporto. I 10 episodi sono divisi su tre dischi in un cofanetto Slipcase classico con all'interno un'amaray priva di artwork interno. A livello tecnico la qualità dell'immagine è buona, con un quadro video pulito e privo di particolari difetti anche se le scene con scarsa luminosità risultano meno definite e con un certo rumore video. Complessivamente non si riscontrano particolari problemi, i contrasti sono buoni con un buon bilanciamento dei bianchi. Promosso!

Audio
Sono presenti due tracce audio: Dolby Digital 5.1 per Inglese e l'italiano di ottima fattura e particolarmente curate.
La traccia italiana ha una dinamica interessante e risulta perfetta per il genere di prodotto. I dialoghi sono sempre chiari e la colonna sonora è riprodotta in modo perfetto. Promosso.

Extra
Comparto extra interessate, troviamo una featurette dove il cast e il team di Succession discutono gli avvenimenti del finale di stagione.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 37 - 45 di 4647

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere