HOME arrow Recensioni Novità arrow Suburra. La serie
Mercoledì 22 Novembre 2017
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cinemalia Menù
HOME
Recensioni Novità
Anteprime Gratuite
I film che usciranno
Recensioni film
Recensioni dvd
Gli Inediti
Cult Movie
Sorridi con noi
Prossimamente
Luoghi Comuni
Articoli Cinema
Cinema & Curiosità
Il Cinema Asiatico
Libri & Cinema
Collabora con noi
Contattaci
Staff
Feed Rss
News & Rumors
Serie Tv
Recensioni Blu Ray
Cerca in Cinemalia
Pubblicità
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
Gli assalti alle panetterie
Bianca come la luna
Theodore Boone – Mistero in aula
Rashōmon
L’angelo della tempesta
Vento & Flipper
Guida cinica alla cellulite
I Sette Savi del Bosco di Bambù
Diario di Murasaki Shikibu
Moby Dick
Vita di un ragazzo di vita
Lost souls. Storie e miti del basket di strada
Grotesque
Il ventaglio di Lady Windermere
L'avvocato canaglia
La strana biblioteca
Radio Imagination
L’odore della notte
Theodore Boone – Il fuggitivo
Il gigante sepolto
Più gentile della solitudine
Prossimamente
Suburra. La serie PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Ciro Andreotti   
lunedì 23 ottobre 2017

Suburra. La serie

Dopo le dimissioni del sindaco di Roma, e prima dello scioglimento del consiglio comunale, fra Roma e Ostia iniziano a muoversi gli interessi di un gruppo di persone in lotta fra loro per accaparrarsi i terreni del litorale.    

suburra.pngDove De Cataldo e il giornalista Carlo Bonini cercavano di analizzare la Roma di oggi intravista al termine di alcuni giorni carichi di morte e odio; così questo serial firmato grazie al prezioso aiuto dell’ex Magistrato Tarantino, riesce a riportare sul grande schermo i medesimi personaggi e buona parte del cast che aveva turbato i sonni di chi aveva assistito alla pellicola diretta da Stefano Sollima.

Scopo di questa nuova operazione è offrire al pubblico un’opera con un miglior respiro narrativo per trame che possono essere approfondite e per le quali sono necessarie molte più ore di girato per essere districate.
Un procedimento già visto sia nel caso di Romanzo Criminale sia per Gomorra e al quale non si è saputa sottrarre nemmeno questa pellicola datata 2015. Tre settimane di tempo che in tal caso sono compresse in dieci puntate costituite da altrettanti spazi temporali attraversati da spari, alleanze e sotterfugi ai quali nessuno dei protagonisti è capace di sottrarsi, sullo sfondo di una Roma che dalle stanze del Vaticano, fino ai tavoli del campidoglio arriva al bar dove si muove Francesco Acquaroli, il ’Samurai’, ruolo appartenuto a Claudio Amendola, il quale ha preferito rifiutare perché attratto da nuove sfide. Oppure fino a Lido di Ostia, dove risiede Aureliano Adami, impersonato ancora una volta da Alessandro Borghi, ma qui non ancora tramutatosi nello schizofrenico criminale ‘numero 8’ visto sul grande schermo.

La serie diretta dal trio: Placido, Molaioli e Capotondi nonostante gli eccellenti sforzi e una sceneggiatura di alto livello non riesce però a raggiungere i vertici narrativi di Romanzo Criminale, ovvero la serie a lei più affine per location e possibili crossover e imperniata sulla conoscenza fraterna e sulla convergenza d’intenti fra amici, prima ancora che criminali.
Al contrario Suburra, è solamente grazie a una narrazione serrata e alle capacità recitative di un gruppo di attori pronti per diventare fra i migliori del nostro panorama cine – televisivo che riesce a mantenere incollati gli spettatori allo schermo.

Attendiamo a questo punto una nuova stagione necessaria per completare una narrazione che ci riporterà probabilmente alle medesime latitudini di film e romanzo. Godetevi per adesso queste prime dieci puntate per giudicare se ancora una volta realtà e fantasia siano davvero così vicine come spesso si racconta.

Titolo originale: id.
Ideatore: Daniele Cesarano, Barbara Petronio
Regia:  Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi
Soggetto: Tratto dal romanzo omonimo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini e dalla pellicola omonima diretta nel 2015 da Stefano Sollima
Sceneggiatura: Ezio Abbate, Fabrizio Bettelli, Daniele Cesarano, Nicola Guaglianone, Barbara Petronio
Musiche: Er Piotta
Fotografia:  Arnaldo Catinari
Montaggio: Patrizio Marone, Lorenzo Peluso
Nazione: Italia
Anno:  2017 – in produzione
Genere: Drammatico, poliziesco
Durata: 10 episodi da 48’ - 60’ circa l’uno
Sito: www.netflix.com/it/title/80081537
Cast: Alessandro Borghi, Claudia Gerini, Giacomo Ferrara, Eduardo Valdarnini, Francesco Acquaroli, Filippo Nigro, Adamo Dionisi
Uscita: tutti gli episodi sono usciti contemporaneamente, sulla piattaforma Netflix il 6 ottobre 2017.
Produzione: Cattleya e Rai Fiction
Distribuzione: Netflix
Voto:  7 ½

Ciro Andreotti

 

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png mail_logo.png



Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere