HOME arrow SERIE TV: arrow The Last Man on Earth
Venerdì 21 Febbraio 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
il_mostro_della_laguna_nera_160x600.jpeg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
gemini_man_banner_728x140.jpeg
The Last Man on Earth PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonino Fazio   
martedì 24 marzo 2015

The Last Man on Earth

   "Nel 2022, dopo lo scoppio di un'epidemia, Phil Miller è l'unico uomo rimasto sulla Terra. Senza la sua adorata famiglia e, fortunatamente, senza il suo odiato impiego in banca, quest'uomo nella media sta attraversando il Paese a bordo del suo camper in cerca di altri sopravvissuti. Finora la spedizione non ha dato alcun risultato, e sebbene ci siano alcuni aspetti positivi nell'essere l'ultimo uomo sul pianeta - come poter parcheggiare ovunque, decorare la propria casa con inestimabili opere d'arte e indossare solo un paio di mutande ogni giorno dell'anno - Phil è triste e si sente solo. Ma in lui vive ancora la speranza che, uno di questi giorni, qualcuno là fuori incrocerà la sua strada. Meglio se una donna...."

GENERE: Commedia
ANNO: 2015
IDEATORE: Will Forte
ATTORI: Will Forte, Kristen Schaal
PRODUZIONE: 20th Century Fox Television
PAESE: USA
DURATA: 22 Min

the-last-man-on-earth-2015.jpgMettiamola così: se tu fossi l’ultimo uomo Sulla Terra, cosa faresti?  Inizialmente provi a cercare altre persone, girovagando in lungo e in largo con il tuo pullman per tutti gli Stati Uniti, prendendo in “prestito” alcuni oggetti ricordo dei tuoi viaggi, un Monet o il tappeto della sala ovale, ad esempio, e dopo aver girato così tanto e capito che non c’è nessun altro nei paraggi, torni nella tua casa e continui a fare la tua vecchia vita, come hai fatto sempre. Faresti questo?
Perché questo è l’incipit di  The Last Man on Earth, nuova serie comedy della FOX, in onda la domenica.

Protagonista della storia è  Phil Miller  (Will Forte). Nell’anno 2020, una pandemia sconosciuta ha ucciso tutti gli abitanti del mondo, e lui è rimasto l’ultimo uomo sulla Terra.
La giornata di Phil è come quella di una persona comune e si compone di giochi, come schiantare auto contro auto, dar fuoco a tutto quello che passi per al testa e riunirsi al bar con “gli amici”. Ovviamente Phil Miller ricorda molto il naufrago Tom Hanks di  Cast Away,  non a caso, in una scena del pilot,  Phil vede un pezzo del film  a casa sua. Chi è Phil Miller? Cosa sappiamo di questo ultimo superstite umano  sulla Terra? Phil Miller è un uomo apparentemente contento, per nulla religioso, nonostante quando  a letto,  nel buio della sua solitudine, prega Dio di poter incontrare un’altra persona, in particolare, una donna. Fino ad ora sappiamo poco della vita precedente di Phil, solo una scena allegra e felice  in cui lui ricorda il suo ultimo compleanno, circondato dall’affetto di amici e parenti.
La totale solitudine di Phil si mostra in particolare quando  si incontra con “i suoi amici” al bar giocando a biliardo, si ritrova a parlare con palle da baseball, da calcio, da tennis e da pallavolo a cui Phil ha dato dei nomi, probabilmente sono i nomi dei suoi vecchi compagni, ora deceduti a causa dell’epidemia.  L’assenza di umanità, il non avere ne uno scopo ne nulla da condividere con qualcuno, l’avere tutto a disposizione,  ma non  potersi divertire con un vero amico, spingono Phil alla decisione più drastica a cui un essere umano possa arrivare: il suicidio.
Davanti ai suoi “amici” rotondi, Phil progetta di schiantarsi col suo pick-up, sempre preso in prestito, decide di concludere la sua vita su una grande roccia nel deserto.  Ma un imagine  gli  cade sulla coda dell’occhio mentre e in rotta di collisione con il sasso, un auto, un fuoco e dei vestiti appesi su una corda. È opera umana! Ci sono dei superstiti! C’è qualcuno allora! Arrivando quasi ad impattare con il sasso, Phil, in preda ad un emozione così intensa, attraversa questo mini accampamento, e si fionda su un oggetto che aveva visto tra tutti : un reggiseno! È una donna! Una Donna! l’ultima su persiste della razza umana è una donna, e crolla dall’emozione.
Viene  risvegliato da un’attraente donna, la donna dei suoi sogni, ma tuttavia, i suoi sogni fantastici vanno in frantumo quando la donna in questione è tutt’altro che attraente: armata di pistola, con una parlantina fastidiosa e intraprendente, si presenta a Phil col nome di  Carol  Pilbasian (Kristin Schaal), la quale ha deciso di contattarlo dopo aver visto le sue scritte “Alive in Tucson” in giro per il paese. I sogni di vivere un esistenza felice man mano si sgretolano quando Phil conosce meglio Carol, ed è esattamente la donna che non vorrebbe mai aver trovato.
Lo sciatto e trasandato Phil si trova in perenne scontro con Carol, che, a differenza di Phil, vuole darsi da fare, ricreare la civiltà e ripopolare il pianeta.  Come sarà questa convivenza?  L’umanità avrà un suo futuro con questi post apocalittici Adamo ed Eva?
O semplicemente siamo arrivati al capolinea?   Nonostante  la storia possa sembrare un po’  lenta o alcuni punti sono già stati stereotipati dal cinema, Will Forte da dimostrazione di avere del potenziale in Phil, lo dimostra anche i 15 minuti di pilot in solitaria. L’aggiunta dalla Schaal nel ruolo della perfettina Carol da un  rinforzo alla trama e crea la dinamica tra i due personaggi (e unici, per ora…) protagonisti di  questa nuova serie tv.

La critica americana ha promosso i primi episodi della serie partita il 1 marzo, quindi non ci resta che aspettare cosa accadrà ai nostri personaggi.  The Last Man on Earth.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png  
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere