Venerdì 26 Febbraio 2021
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
american-woman-banner.jpg
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Anonymous PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 32
ScarsoOttimo 
Scritto da Marco Fiorillo & Pier Lorenzo Pisano   
lunedì 14 novembre 2011

Anonymous
Titolo originale: Anonymous
Regno Unito, Germania  2011. Regia di: Roland Emmerich Genere: Thriller Durata: 130'
Interpreti: Rhys Ifans, Vanessa Redgrave, Sebastian Armesto, Rafe Spall, David Thewlis, Edward Hogg, Xavier Samuel, Derek Jacobi, Mark Rylance, Tom Wlaschiha, Jamie Campbell Bower, Joely Richardson
Sito web ufficiale: www.anonymous-movie.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: 18/11/2011
Voto: 5
Trailer
Recensione di: Marco Fiorillo & Pier Lorenzo Pisano
L'aggettivo ideale: Tragico
Scarica il Pressbook del film
Anonymous su Facebook
Mi piaceCondividi questo articolo su Facebook

anonymous_leggero.pngSu Shakespeare se ne sono dette molte. Sono stati impiegati fiumi di inchiostro per commentare le sue opere immortali, ed i suoi versi sono tra i più declamati di tutti i tempi.
Ma spesso si è anche parlato della sua vera identità, che alcuni non riconoscono così chiara e limpida come la tradizione vorrebbe.
Di questo si occupa “Anonymous”, tra interessantissime trovate meta-cinematografiche, l’ambiente della Londra elisabettiana e le più grandi opere teatrali mai scritte in lingua inglese.

La teoria proposta dal film è la trasposizione di una idea semplice, e già nota da tempo, niente di nuovo: che a scrivere i drammi e i sonetti tanto celebri non sia stato Shakespeare ma in realtà Edward de Vere, 17esimo Conte di Oxford (interpretato da Rhys Ifans), impossibilitato dal firmare le sue opere per via del suo alto rango.

L’originalità del film deriva dal modo in cui la proposta è presentata: attraverso un ipotetico spettacolo teatrale che parla di questa teoria, chiamato appunto “Anonymous”(introdotto da Derek Jacobi), che diventa gradualmente un film vero e proprio, dilatando gli spazi ed i limiti del palcoscenico, per poi riguadagnarli alla fine, quando il sipario si chiude e la gente comincia a lasciare la sala. Ciò crea un affascinante prologo e ci immette subito in un atmosfera teatrale. Ma tutto è teatrale in questo film, la vicenda del Conte e gli intrighi politici che lo circondano sono essi stessi una tragedia scespiriana, con i loro accenti, modi di dire, di porsi, di congetturare, gli eleganti( e bellissimi) vestiti, gli amori, gli incesti.

Anzi il Conte Edward de Vere alias il Grande Bardo, riporta sul palcoscenico ciò che vede, e capisce anche la valenza politica di uno strumento come il teatro. Gli appassionati di teatro si godranno le varie rappresentazioni, da “Amleto” al “Riccardo III”, presentate nello stile dell’epoca, nel Globe, il teatro di William.

Il film ha una struttura tortuosa e non sempre chiara, a tratti lenta. In compenso ha una bella fotografia, la Londra di Shakespeare, (ricostruita in un capolavoro di computer-grafica) è sempre immersa nella nebbia. Suggerisce l’idea dello sporco, è affollata di bettole, di persone poco raccomandabili, di mantelli consunti, ma anche della grandezza, grazie alle inquadrature panoramiche.

Riesce perfettamente a mostrarsi come una città di luci ed ombre, complessa come sono complessi e tridimensionali i personaggi di Shakespeare. Il film ha anche il difetto (o il pregio, ognuno può farsi la sua idea) di esaltare la figura di Shakespeare, o meglio, le opere di Shakespeare, dal momento che qui il William è un attorucolo rozzo ed analfabeta che pensa solo a soldi, vino e donne e che spilla soldi da De Vere per non rivelare il suo segreto.
Non ci sarebbe niente di male ma l’esaltazione è estremamente melensa e portata ai limiti estremi, tanto da risultare fastidiosa, per quanto sicuramente meritata.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere