HOME arrow Fantascienza arrow Changeling
Martedì 29 Novembre 2022
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
News
10_giorni_senza_mamma_banner_160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
Prima Persona Singolare NEWS
L’ombra del sicomoro
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
gemini_man_banner_728x140.jpeg
Changeling PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 36
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
venerdì 14 novembre 2008

Changeling
Titolo originale: Changeling
USA: 2008. Regia di: Clint Eastwood Genere: Thriller Durata: 140'
Interpreti: Angelina Jolie, John Malkovich, Riki Lindhome, Amy Ryan, Colm Feore, Devon Gearhart, Jeffrey Donovan, Kelly Lynn Warren, Devon Conti
Sito web: www.changelingmovie.net
Nelle sale dal: 14/11/2008
Voto: 8
Trailer
Recensione di: Dario Carta

changeling_leggero.jpegLos Angeles,10 marzo 1928.
Christine Collins,(Angelina Jolie), lascia il figlio Walter a casa,per recarsi al lavoro.
Al suo ritorno,la casa è vuota e non c'è traccia di Walter.
Si rivolge subito alla polizia,ma realizza subito che il Dipartimento non è intenzionato ad offrire l'aiuto ed il supporto che la donna si aspettava.
Dopo 5 mesi il capo della polizia,inviso ai più e ragionavolmente sospettato di corruzione,dichiara il caso risolto e riporta a Christine il figlio ritrovato.
Ma la madre non riconosce nel ragazzino riportatole il figliolo e manifesta il proprio disappunto al comandante in visibile malafede,reclamando il suo diritto alla giustizia,al punto tale da scontrarsi apertamente con le autorità.
In un conflitto che la vede perdente,Christine è affiancata dal Reverendo Guistav Briegleb,(John Malkovich),asciutto paladino in feroce contrasto con i soprusi del Dipartimento e degli organi governativi e questo collegati.
Gli eventi narrati nel film fanno riferimento ad un caso di rapimento ed omicidio di bambini,fatto agghiacciante che si intreccia con il racconto che sviluppa la sua centralità sulla figura ed il dramma di Christine.
Entrambi i fatti,realmente accaduti,sono stati riportati alla luce dallo sceneggiatore J. Michael Straczynski,informato dell'esistenza di documentazioni relative al caso Collins,in giacenza negli archivi del municipio di Los Angeles.

Rispolverati ed esaminati nel corso di un anno,le cronache hanno dato corpo ad una sceneggiatura,stesa in undici giorni,cui seguì la pellicola coprodotta da Eastwood e Ron Howard.
Il film non si limita ad esporre gli atroci fatti relativi ad un caso di rapimento ed il dramma vissuto da una madre devastata dal dolore,ma si allarga a descrivere il contesto nel quale la storia si sviluppa.
Uno dei temi più cari a Eastwood è la denuncia della corruzione del potere,(cfr "Potere assoluto",1997,tratto dal l'omonimo romanzo di David Baldacci).
In uno scontro tra il singolo individuo ed il potere costituito,il corpo di Polizia,realmente corrotto ed inefficiente,che non lascia respiro ai diritti fondamentali dell'uomo,per il raggiungimento del proprio interesse,l'intento del regista è di evidenziare la lotta contro il sopruso e la sopraffazione.
Il fittizio impegno della polizia,qui vergognosa figura di una falsa giustizia, contrasta con il reale dolore di una caparbia donna,violata nella sua dignità,che si ostina in una ossessiva ricerca della verità.
La Los Angeles degli anni ' 20,viene dipinta,con uno stile proprio di James Ellroy,come uno scenario nel quale si articola una società che si relaziona alla donna nei termini di un sessismo al limite della segregazione.
Collins rifiuta l'avvilente ambito nel quale la sua società la emergina e si oppone al punto da essere essa stessa punita e rinchiusa in un manicomio,nel quale sono ricoverate solo donne,tutte vittime della stessa situazione.
Questo ritratto di donna solo in apparenza instabile mentalmente,ricorda la figura di Ingrid Bergman in "Angoscia",di George Cukor,del 1944,ove,come qui,è messa in discussione l'equilibrio emotivo del personaggio femminile,reso bersaglio di menzogne e sopraffazioni.
Pochi anni dopo l'asserzione,secondo il 19° emendamento,che riconosceva l'uguaglianza sessuale,per cui la donna cessava di
essere considerata come "cittadino di secondo ordine",(negli USA !),le istituzioni sanitarie mentali,venivano utilizzate dall'establishment maschile,come mezzo per perseguire inaccettabili discriminazioni verso l'altro sesso.

Il film dipinge un quadro di una Los Angeles ove il complesso degli elementi politici e governativi,assistenziali,comprese le strutture sanitarie,è accusato di abuso,corruzione,menzogna ed inettitudine e rende chiara l'idea che è da confutare l'immagine di "un'età felice",per una città gettata nel degrado morale.
Non stupisce allora che la violenza sui minori,infimo aspetto della natura umana,possa fluttuare come una sozza emanazione in questa trista cronaca.
L'accorato appello di Eastwood ai diritti ed all'innocenza dei bambini è stato già trattato in "Un mondo perfetto",del 1993 e nel drammatico "Mystic River",2003.
In entrambe le pellicole,la purezza dei piccoli è assurta a valore supremo su ogni diritto e dovere dell'uomo.
Il senso della scabrosa scena dell'esecuzione di Northcott,trova spiegazione in questa prospettiva.
Non c'è ragione che l'uomo possa giustificare,in un Paese civile,la soppressione di un essere umano.
Ma in un "mondo perfetto",dice Eastwood,i crimini contro i bambini,dovrebbero essere in cima alla lista per la pena capitale.
"Ma - continua il regista - che si sia proo contro la pena di morte,va considerata un'azione barbara e incivile,se eseguita di fronte ad un pubblico".
La scena dell'impiccagione è deliberatamente cruenta.
"Non si può tornare a casa e restare sereni dopo avere assistito ad uno spettacolo di morte".
Se la Jolie è meritevole di almeno un Oscar,come protagonista,Malkovich non è da meno,nelle sue vesti di Pastore determinato a condurre a buon fine la Crociata contro la falsità.
Splendido film di denuncia,sceneggiatura senza macchia,scorrevole,lineare,nessun inciampo,neppure nei salti temporali e la regia di Clint Eastwood completa un lavoro degno del miglior cinema di grandi immagini e profonde eco,con fotografia,colori ed effetti speciali,(Rotoscoping e Maya software),di grande efficacia,pur nella loro discrezione.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere