HOME arrow LE NOSTRE RECENSIONI: arrow Thriller arrow Echelon Conspiracy
Venerdì 30 Ottobre 2020
Cinemalia Menù
HOME
RECENSIONI:
PROSSIMAMENTE:
LE NOSTRE RECENSIONI:
IN DVD:
GLI INEDITI
CULT MOVIE
I FILM NELLE SALE
ARTICOLI CINEMA:
CINEMA & CURIOSITA':
IL CINEMA ASIATICO
LIBRI & CINEMA
COLLABORA CON NOI:
CONTATTI:
STAFF:
NEWS & RUMORS:
SERIE TV:
HOME VIDEO:
Recensioni Blu Ray
uomo-invisibile-160x600.png
Informativa sui Cookie
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Scorrendo questo sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di cookies. Informativa
Cerca in Cinemalia
Anteprima TFF
Kimyona Sskasu - Uno strano circo (2005)
Noriko No Shokutako - Noriko's Dinner Table (2005)
Jisatsu Saakuru - Suicide Club (2002)
Tsumetai Nettaigyo - Pesce freddo (2010)
Ai No Mukidashi - Love Exposure (2008)
Chanto Tsutaeru - Be sure to share (2009)
Ekusute - Hair extension (2007)
Koi No Tsumi - Colpevole d'amore (2011)
Libri & Cinema
L’ombra del sicomoro NEWS
Libri … che passione!
Assolutamente musica
Nero su Bianco
Se i gatti scomparissero dal mondo
Stanley Kubrick
La strana storia dell’isola Panorama
L’assassinio del commendatore - Libro secondo
Il bacio in terrazza
Il caso Fitzgerald
L’assassinio del commendatore
I dieci amori di Nishino
Le avventure di Gordon Pym
Kurt Vonnegut, Harrison Bergeron, USA 1961
Il circolo Pickwick
Fino a dopo l’equinozio
Un canto di Natale
Ranocchio salva Tokyo
Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe
La versione di C.
I quarantuno colpi
La ragazza dell’altra riva
Peep Show
Il Paradiso delle Signore
La passione del dubbio
Il fatale talento del signor Rong
Il labirinto degli spiriti
Il mestiere dello scrittore
Nero Dickens – Racconti del mistero di Charles Dickens
L'informatore
Via dalla pazza folla
richard_jewell_banner.png
Echelon Conspiracy PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 20
ScarsoOttimo 
Scritto da Dario Carta   
lunedì 13 dicembre 2010

Echelon Conspiracy
Titolo originale: Echelon Conspiracy
USA: 2009. Regia di: Greg Marcks Genere: Thriller Durata: 105'
Interpreti: Shane West, Edward Burns, Ving Rhames, Jonathan Pryce, Martin Sheen
Sito web ufficiale: www.echelonconspiracy.com
Sito web italiano:
Nelle sale dal: Inedito in dvd
Voto: 5
Trailer
Recensione di: Dario Carta
L'aggettivo ideale: Disarmante
Scarica il Pressbook del film
Echelon Conspiracy su Facebook

Echelon ConspiracyQuando nel 1975 Sydney Pollack dirigeva "I tre giorni del Condor",l'ombra del Watergate sintetizzava nella pellicola la condizione politica di un'epoca che vedeva l'America percossa dai fremiti di una paranoia antigovernativa,una eccellenza profetica raccolta e sviluppata da un'industria attenta a spettacolarizzare i fermenti che agitano la società nei capitoli della storia che l'attraversa.

Oggi la tecnologia incarna le deferenze e i timori di una collettività in ossequio di una realtà tanto forte quanto sfuggevole e poco soggetta al controllo di chi l'ha creata.
In "Eagle Eye",del 2008,DJ Caruso immagina una perdita d'identità del complesso umano vittima dell'onniscenza tecnologica,elemento sinistro e detentore di un potere conferitogli dal suo stesso artefice. Il fascino del dominio della creatura,la nuova caduta nel peccato originale dell'orgoglio umano,è nel cinema di oggi la fucina dove si forgiano gli elementi dei quali è imbastita la paura dell'individuo messo di fronte alla perdita del proprio arbitrio.

Cospirazioni e trame trasversali fluttuano nell'immaginario attraverso un ciberspazio incontrollabile eletto coordinatore assoluto delle azioni dell'uomo che se ne è fatto autore. L'ombra sulla specie umana assume sugli schermi di oggi la forma della minaccia invisibile che 50 anni fa figurava come il nemico oltre cortina di una nazione coinvolta in una guerra fredda contro un avversario che premeva ai confini dell'occidente,il mondo conosciuto oltre il quale si agitava l'incognito,come  alieni nello spazio,proiezioni immaginifiche della situazione politica di quel tempo.
Allora lo stato di controllo delle macchine sull'uomo generano in queste i conflitti interiori in una configurazione antropomorfa da cui scaturisce il conflitto fra due intelligenze (HAL,"2001 Odissea nello spazio","Io Robot","War Games,Il codice della paura").

In Echelon Conspiracy,il regista Greg Marcks ("Ore 11.14 destino fatale"),raccoglie questi spunti ed imbastisce una storia ambiziosa ma di deprimente fragilità.
Il film,a stento riconducibile al prodotto televisivo serale,è un goffo abbozzo di un Hi-Tech thriller sfacciatamente ammicante a Bourne o Bond,ma assolutamente privo del minimo fascino o della grazia necessaria per essere oggetto della più pallida attenzione.
Max Peterson (Shane West),analista programmatore,riceve in dono un cellulare da un anonimo che con precise istruzioni inviate via SMS,indirizza all'uomo i consigli per vincere e riscuotere grosse somme di denaro ai casinò.
L'eccessiva e sospetta fortuna ai tavoli da gioco attira l'attenzione del capo della sicurezza John Reed (Ed Burns),dell'agente federale Dave Grant (Ving Rhames) e di una misteriosa e bellissima donna (Tamara Feldman),nelle cui grazie presto l'uomo cade irretito.
Subito però la buona sorte muta in minaccia,quando Max si trova coinvolto in un complotto internazionale.
Echelon Conspiracy è un prodotto povero e senza sostanza,passato sul grande schermo negli USA per pochi giorni e per ragioni non comprensibili.

Film-copertina da destinarsi al consumo casalingo,Echelon non ha nulla da offrire fuori da una sgraziata storiella ai margini del grottesco e bizzarramente assettata nella parvenza di un thriller tecnologico privo della minima eleganza.
Le sequenze,cucite in un organico narrativo soporifero e posticcio,si succedono tessendo un racconto di poco spessore e costrutto inesistente,lasciando i protagonisti privi di ogni personalità.
Apparente film d'azione a tratti commediato in sprazzi di deludenti e patetici tentativi di ironia,Echelon non regala nessuna emozione cospirativa.
I commenti e le sottotrame,casomai se ne possa parlare,sono deboli sussurri su intrighi politici e governativi timidamente ventilati nelle scialbe pagine di uno script senza nerbo.
Se qualcosa merita al film una nota di accredito,è semmai il ritratto di Bush alle pareti dell'ufficio di Martin Sheen,spunto di riflessione su dove questi abbia invece appeso il suo impegno liberal.

 
< Prec.   Pros. >

 

Ultime Recensioni...
Il giorno sbagliato
Quando l'amore brucia l'anima. Walk The Line
7 ore per farti innamorare
Donnie Brasco
La forma dell'acqua - The Shape of Water
Re per una notte
Il re di Staten Island
La casa dalle finestre che ridono
È per il tuo bene
La gente che sta bene
Festival
Il primo Natale
Odio l'estate
Empire State
La ragazza che sapeva troppo
The vast of night
Dark Places. Nei luoghi oscuri
Honey boy
I miserabili
Quadrophenia
Parasite
La dea fortuna
Bombshell. La voce dello scandalo
D.N.A. decisamente non adatti
The gambler
Runner, runner
Il fuoco della vendetta
Death sentence – sentenza di morte
L’uomo invisibile
La Notte ha Divorato il Mondo
Ora non ricordo il nome
Cattive acque
Animali notturni
Rosso mille miglia
Gioco d'amore
All eyez on me
Gli anni più belli
Lontano lontano
L'uomo dei sogni
Rocketman
RICERCA AVANZATA
feed_logo.png twitter_logo.png facebook_logo.png instagram.jpeg
paypal-donazione.png
Ultimi Articoli inseriti
Il Cinema Asiatico
Gli articolii più letti
Archivio per genere